Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Il mio ragazzo ha dei problemi e non so come aiutarlo.

Inviata da Andrea17 il 24 apr 2019 Terapia di coppia

Buonasera. Sto con il mio ragazzo da 10 mesi, viviamo una relazione a distanza (1h di auto circa) .. La nostra relazione ha avuto numerosi problemi sin dall'inizio. Lui è una persona molto particolare: introverso ma molto chiacchierone se vuole, si incupisce facilmente, ha idee ben salde, permaloso, allo stesso tempo quando vuole sa essere dolce, ma anche tanto scontroso. Le sue maniere spesso brusche, come il dirmi di stare zitta quando non gli importava un argomento, o di decidere quando potevo parlare o meno, le ho interpretate come suo carattere e all'inizio ho lasciato fare, anche perchè non le prendevo sul serio.. Ad ottobre sono iniziati i veri problemi: stava male se non ci vedevamo quando voleva lui o se quando stavamo insieme non facevamo cose che a detta sua 'rendevano la sua vita una vita vera', smetteva di scrivermi, mi bloccava sui social, poi sbloccava, piangeva, diceva che la sua vita faceva schifo. Io sempre a consolarlo e a cercare di aiutarlo,lui si scusava sempre e alla fine tornava lucido e trovavamo una soluzione a tutti quelli che erano i suoi dubbi e problemi, e la soluzione andava bene a entrambi. All'inizio queste sue crisi erano eventi sporadici, pesanti ma controllabili. Mi voleva bene e si vedeva, lo sentivo. Da dicembre in poi è cominciato l'inferno.Le sue crisi sono aumentate: diceva di avere una vita tremenda, che voleva morire, ha cominciato ad essere invidioso di me, a volermi vedere ancora di più, ad arrabbiarsi per ogni mio minimo comportamento che non rientrava nel suo schema (uscire da scuola 2 minuti in ritardo perchè non era suonata la campanella, dire di non poter fare una cosa perchè i miei non volevano etc.). Ero in gita con la scuola, e causa sua tristezza per il periodo degli esami all'università, mi ha scritto di volersi uccidere, mandandomi messaggi assurdi facendomi preoccupare come non mai. Nell'ultimo periodo le volte che usciamo devo stare attenta a come parlo, a come lo tratto, se gli do le giuste attenzioni,è un incubo. Lui alterna momenti di profonda lucidità e dolcezza, ad altri in cui è irriconoscibile: mi urla contro, sbatte la testa contro il muro, si prende a schiaffi, lo prendono forti attacchi di panico,si sdraia per terra in mezzo alla gente. Spesso in questi momenti irrazionali mi dice cose tremende. Io ho cominciato tempo fa a rispondergli, ad arrabbiarmi per questi comportamenti: gli davo tutto l'ascolto e bene del mondo e lui mi ringraziava cosi? Lui capiva sempre e questo lo faceva stare male, perchè i suoi comportamenti erano effettivamente mostruosi, e lo sapeva. Ma a detta sua non può controllarli. Ha cominciato da lì a stare sempre peggio. Queste crisi sono quasi giornaliere. L'ho convinto ad andare da uno psicologo,dopo mie suppliche continue perche non ce la facevo piu. Adesso è in terapia. Cosa devo fare? Io non so se posso ancora reggere una situazione del genere. Essere il suo cuscino su cui sfogare i pugni. Ho tantiproblemi anche io, soffro di attacchi di panico da anni, mi sento vecchia quando in realtà ho solo 17 anni.Voglio aiutarlo, farlo tornare a stare bene, e spero che la terapia funzioni perche lo amo. Ma non so cosa devo fare per rendere la sua terapia e la sua malattia ( se cosi possiamo definirla?) accettabile anche per me. Non ne posso più. Grazie di aver letto questo sfogo e spero abbiate consigli. Grazie ancora

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile utente,
ribadisco innanzitutto che le relazioni a distanza nascono già con una importante controindicazione.
A parte ciò, da quanto ha scritto, è chiaro che questo ragazzo ha seri problemi per cui ha fatto bene a darle retta ed intraprendere una psicoterapia (sperando che non la abbandoni precocemente) ma è altrettanto chiaro che lei stessa, almeno al momento attuale, non ha la struttura e le competenze per gestire una relazione di questo tipo per cui non può farsi carico, come ha ben detto, anche dei problemi di lui.
Pertanto, il suggerimento è anche per lei di avvalersi di un aiuto psicologico e affrontare col terapeuta il tema dell'opportunità di mantenere questa difficile relazione sentimentale, oppure (per il suo bene) chiuderla.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgto, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio dui Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6778 Risposte

18959 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Andrea,
cio' che racconta è piuttosto pesante, la relazione è complessa ed impegnativa. La scelta migliore è stata per questo ragazzo iniziare la terapia psicologica, in seguito sara' possibile valutare un eventuale supporto farmacologico. Ci vorrà diverso tempo e le difficoltà potranno persistere. Lei è giovane e presenta alcune criticità personali, valuti in profondità se desidera questa relazione oppure preferisce concedersi altro. Un percorso di counseling potrebbe aiutarla a chiarirsi e decidere.
Resto a disposizione
Cordialmente
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2528 Risposte

2107 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16050

psicologi

domande 20750

domande

Risposte 80400

Risposte