Il mio ragazzo ha dei comportamenti strani, è colpa della terapia?

Inviata da rosi · 30 giu 2014 Orientamento professionale

Buonasera dottore, mi trovo nella stessa situazione di robbi, il mio fidanzato da novembre è entrato in depressione, è sotto cura da uno psichiatra e da uno psicoterapeuta di Milano, da circa una settimana è diventato freddo e distaccato, dicendo di non provare più emozioni e che non guarirà più da questa situazione. Com'è possibile che fino a 2 settimane fa diceva di amarmi, la scorsa settimana mi manda un meraviglioso mazzo di fiori a lavoro e poi il nulla più totale?? Attualmente non lo sento da quasi 5 giorni e mi chiedo faccio bene a non contattarlo? anche se sto malissimo! Oppure dovrei fargli sentire la mia presenza nonostante mi abbia allontanato repentinamente? aiuto sono confusa! Cosa devo pensare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 LUG 2014

Gentile Rosi,
le cose da fare:
1. chiedere info agli specialisti
2. in caso di insoddisfazione informarsi presso gli ordini professionali della eventuale iscrizione all'albo degli stessi
3. se ancora insoddisfatta rivolgersi ad altri
dr paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1590 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 LUG 2014

Gentile Rosa,
è molto difficile rispondere quando gli elementi di conoscenza sono scarsi: come sta il suo fidanzato in questo periodo? Da novembre ad oggi come si è evoluta la depressione? Assume farmaci? Si è verificato qualche evento tra voi o nel contesto familiare/sociale che ha influenzato la situazione attuale? Questi comportamenti che lei definisce strani, li ha solo con lei o con altre persone? Suggerirei ogni caso al fidanzato stesso e/o agli stessi familiari, di informare lo psichiatra in merito a questi comportamenti, per eventuali modifiche di terapia oppure per chiarire meglio con lo specialista che conosce il paziente, la natura degli stessi.
Cordiali saluti

Dott.ssa Anna Maria Codazzi Psicologo a Torino

14 Risposte

15 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 LUG 2014

Gentile Rosi,
capisco la difficoltà del momento, che la fa sentire in scacco e "ferma", non sapendo come comportarsi.
Capisco anche i comportamenti del suo ragazzo, arrivato forse ad affrontare un nodo critico in terapia.
Secondo il mio parere, deve fare ciò che si sente, facendogli sentire e capire che c'è senza invadere però i suoi spazi.
Rimango a disposizione per ulteriori confronti,
dott.ssa Martina Gerbi

Dott.ssa Martina Gerbi Psicologo a Asti

143 Risposte

262 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 LUG 2014

Cara Rosi,
comprendo la sua difficile situazione, che la fa sentire probabilmente come in una gabbia, impotente e con le mani legate. Credo però che in queste circostanze non esistano strategie efficaci, se non quella di fare ciò che si sente: credo che lei nutra il desiderio di stare vicino al suo ragazzo, per cui provi a farlo in accordo con il momento che sta attraversando, facendogli capire l'importanza che per lei ha la vostra relazione. Se lui continuerà a mantenersi distaccato le suggerisco però di tutelare se stessa, cominciando a prendere le distanze da una situazione che potrebbe portarla a soffrire molto, attribuendo a se stessa la responsabilità, invece non sua, della fine del rapporto.
la depressione è purtroppo una malattia altamente invalidante, suia per chi ne è colpito, che per i cari, ed ha tempi di remissione variabili a seconda dell'intensità dei sintomi, quindi è scarsamente prevedibile. Cerchi di capire se il suo ragazzo vuole essere accompagnato da lei in questo percorso personale.
Restiamo volentieri in ascolto, non esiti a farci sapere come va.
Un saluto
Dott.ssa Sabina Marianelli
Roma

Dott.ssa Sabina Marianelli Psicologo a Roma

121 Risposte

63 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 LUG 2014

cara Rosi, concordo con la collega dott.ssa Falciani, probabilmente il tuo ragazzo sta attraverso un momento delicato sia della sua vita che della sua terapia. il mio suggerimento è di avere pazienza e di vivere alla giornata il vostro rapporto per vedere come si evolvono le cose. Io comunque gli starei accanto, continuerei a far parte della sua vita anche se in queste settimane lui sta mettendo un po' di distanza. è bene che tu gli faccia capire e sentire che ci sei sia nel bene che nel male. Rispetta questo suo momento, ma se hai voglia di sentirlo nn esitare a chiamarlo e a confrontarti con lui su ciò che sta vivendo in questo momento.

Dott.ssa Cinzia Marzero Psicologa-Psicoterapeuta Psicologo a Moncalieri

147 Risposte

150 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 LUG 2014

Gentile Rosi,
è possibile che il suo ragazzo stia affrontando un momento importante del suo percorso sia terapeutico che nella vita e che abbia bisogno di tempo per riflettere bene su alcuni temi. E' fondamentale avere rispetto dei momenti "bui" dell'altro, però se si sente di volerlo chiamare non esiti troppo, la comunicazione è lo strumento principe nella coppia, saper comunicare in modo assertivo i propri pensieri e sentimenti aiuta la coppia a sentirsi unita, una relazione infatti è composta da due persone che interagiscono.
Un caro saluto

Area24 - Studio di Psicologia Psicologo a Milano

13 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 LUG 2014

Cara Rosi,
il rapporto con il tuo ragazzo data la situazione che lui sta vivendo, ti procura molto stress ed io, proprio per questo, ti suggerisco di fare più chiarezza in te stessa avvalendoti di in breve supporto psicologico. Personalmente, sono disposta a farlo da qui, quindi se lo ritieni opportuno, sai come contattarmi. Un caro saluto
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta.

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

681 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 LUG 2014

Addirittura psichiatra e psicoterapeuta? mmmm, sicura che vuole stare con questo ragazzo a lungo? le conviene? lei non può risolvere i suoi problemi. si faccia la sua vita e lo lasci ai professionisti. Le fa piacere soffrire? non credo. o vuole ondeggiare tra sbalzi di euforia e depressioni più cupe? c'è una sola vita, non se lo dimentichi.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte