Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Il mio ragazzo è impotente

Inviata da Filippa · 12 mar 2018 Problemi sessuali

Cari dottori,
Vi scrivo riguardo il mio problema di coppia che mi tormenta dal momento in cui è iniziata la mia relazione con il mio attuale ragazzo. Ho 30 anni e lui 38. Premetto di aver avuto solo un' altra esperienza sessuale prima di lui. Stiamo insieme da due anni e mezzo quasi e all'inizio dei nostri incontri intimi lui mi aveva accennato a problemi nel mettersi il preservativo,ed in effetti è stato così: perdita di erezione durante la penetrazione. Allora per consentire i nostri rapporti evitando gravidanze indesiderate ho iniziato a prendere la pillola,ma la situazione è sempre la stessa: non era il preservativo a dargli fastidio.... ugualmente perdita o difficoltà nel raggiungere l'erezione, continua stimolazione da parte mia per eccitarlo, sempre la stessa posizione,io sotto lui sopra, e lui non mi guarda mai negli occhi,lui sempre molto teso...non nascondo che spesso dopo questi incontri sono rimasta molto nervosa ed arrabbiata ,per me il rapporto non è per niente soddisfacente e lui lo sa mi dice sempre di avere molta pazienza....pochi mesi fa l'ho spinto ad andare da un andrologo per cercare una soluzione è gli ha prescritto una piccola dose di Cialis. Lui ha rifiutato l' assunzione di questo farmaco dicendo che ha paura degli effetti sul cuore. Ed io mi sono davvero sentita tradita: per due anni e mezzo ho preso la pillola anticoncezionale per garantire i nostri rapporti ( uno o due al.mese),che comunque è un farmaco e lui conoscendo la mia insoddisfazione a letto ha pensato a se stesso ....e non a noi . è vero che è anche un ragazzo ipocondriaco, molto ansioso,ha avuto attacchi di panico tanto da finire in pronto soccorso e a me dispiace molto,ma io mi sento di vivere un rapporto di coppia a metà ,mi sento di non essere amata e desiderata come un uomo desidera una donna.. è tutto molto triste: lui sembra manifestare desideri raramente, quando c'é è forte ,i preliminari sono anche passionali,ci cerchiamo,ci vogliamo...ma poi all'atto pratico solo nervosismo, incertezze ,paure..io non so, ho bisogno di uno sguardo esterno per capire...il nostro rapporto sembra più basato all'esterno: lui spesso mi invita a casa dei suoi per dimostrare che è fidanzato perché i suoi temono vista la sua età che resti solo...io non voglio perderlo ma non posso neanche immaginare una vita con un uomo che non riesce ad amarmi praticamente ....questa mancanza di fisicità può essere legata ad una mancanza di sentimenti veri verso di me? È tutto molto triste. Grazie per avermi ascoltato.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 MAR 2018

Gentile Filippa,
mi dispiace molto per come si sente come donna in relazione al partner, lei è unica e speciale. Il proprio ragazzo presenta probabilmente un'ansia di prestazione risolvibile all'interno di un percorso psicologico specifico. Il prossimo passo che le consiglio di intraprendere è proporre la consultazione di una psicosessuologa ove la coppia potrà migliorare la capacità di comunicare e vivere al meglio l'intimita'.
Cari saluti
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2628 Risposte

2185 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2018

Buongiorno Filippa,
La sua preoccupazione è comprensibile, così come la sua frustrazione riguardo al rapporto di coppia, al non sentirsi amata e desiderata e al rifiuto che ha trovato nel suo compagno rispetto all'assunzione del farmaco. Avete fatto bene a rivolgervi a un andrologo, che ha potuto valutare la situazione del suo compagno da un punto di vista più organico, ma penso che nel vostro caso sarebbe più indicato un consulto psicosessuologico, per capire meglio la problematica e poter intervenire non solo a livello farmacologico.
Spero intanto di esserle stata d'aiuto,
Un caro saluto

Dott.ssa Giulia Paganini Mori Psicologo a La Spezia

2 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2018

Buongiorno Filippa,

Prima di valutare i sentimenti, ci sarebbero alcuni aspetti da considerare.
Se l'andrologo esclude problemi organici le ragioni sono probabilmente emotive e sarebbe utile affrontarle in psicoterapia.
Se come lei scrive il suo compagno soffre di ipocondria, attacchi di panico e si mostra moderatamente ansioso, certamente questo può influire sulla qualità della relazione e dell'intimità.

Anche un percorso sessuologico di coppia potrebbe aiutarvi a esplorare meglio il problema emotivo.

A lei invece mi sento di dire che purtroppo non è possibile intervenire, se non è il suo compagno a sentire il problema come tale, così come sta a lei rispettare il suo diritto ad avere una relazione in grado di accogliere i suoi bisogni e il suo legittimo desiderio di intimità.

A disposizione per eventuali chiarimenti,
Le auguro una buona giornata.

Camilla Marzocchi
Bologna BO

Dott.ssa Camilla Marzocchi Psicologo a Bologna

341 Risposte

174 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 MAR 2018

Gentile Filippa,
essendo il suo ragazzo un soggetto ansioso ed ipocondriaco, è molto probabile che il problema non è dovuto a mancanza di sentimenti o di attrazione nei suoi confronti bensì ad una situazione di profonda insicurezza personale con ansia da prestazione le cui origini sono da indagare in psicoterapia per cui lo specialista di riferimento più che l'andrologo dovrebbe essere lo psico-sessuologo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6881 Risposte

19181 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16400

psicologi

domande 22500

domande

Risposte 83650

Risposte