Il mio fidanzato è depresso e lo sono anche io, come uscirne?

Inviata da Viola · 20 nov 2014 Depressione

Buongiorno a tutti,
sono una ragazza di 25 anni, il mio fidanzato è mio coetaneo. Purtroppo abbiamo fatto una scelta universitaria sbagliata (giurisprudenza), abbiamo perseverato in questa scelta sacrificandoci e non facendo null'altro che studiare in nome di un libretto con voti brillanti per ben 5 anni. Ci vediamo pochissimo, ci siamo visti due volte in 3 mesi, perchè dovevamo studiare e abitiamo a 50 km di distanza. Ci mancano ancora pochi esami ma non riusciamo più a metterci sui libri, io sono in uno stato ansioso costante non riesco a fare nulla perchè tutte le volte che provo a fare un attività che mi diverte penso che dovrei studiare così mi blocco e non riesco a dedicarmici. Ma nemmeno riesco più a studiare da 2 mesi a sta parte, la mia concentrazione è diventata pari a 0.. Il mio fidanzato idem ed è in cura da uno psicologo. Non so cosa fare, questa situazione sta ovviamente logorando il nostro rapporto, il problema secondo me è anche che ci condizioniamo negativamente a vicenda. Abbiamo un atteggiamento mentale pessimista e tendiamo entrambi a farci troppe paranoie. Come possiamo fare per uscire da questo impasse?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 NOV 2014

Io le consiglio di intraprendere un percorso di psicoterapia cognitivo comportamentale per poter lavorare sui suoi pensieri disfunzionali che la fanno sentire in dovere di studiare (quelli che lei chiama paranoie). Utile sarebbe anche intervenire per modificare i comportamenti che mantengono il problema. Solo così potrete vivere serenamente anche la vita di coppia.

dott.ssa Prudenza Pedota Psicologo a Bitritto

1 Risposta

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 NOV 2014

Salve Viola, nella vita capita spesso che ad un passo dal traguardo ci si ritrova senza forze fisiche e mentali tali da poter affrontare determinate situazioni. Questa situazione di stagno si riflette su tutte le sfere della nostra vita. Nel vostro caso condividere tali preoccupazione rende il tutto ancora più pesante in quanto non si può contare sul sostegno dell'altro. Viviamo spesso per accontentare gli altri, per realizzare i loro sogni e non i nostri, per sentirci dire "bravi", a fronte di un esame superato! Tutto questo non va bene. Bisogna riprendere le redini in mano. Intanto tentare di studiare senza riuscirci vi porterà solo a peggiorare il vostro stato d'animo. Vi consiglio quindi di prendervi una pausa, di staccare un attimo la spina dallo studio e concentrarvi su altro, magari su di voi come coppia, visto che fino ad ora vi siete sacrificati! Non importa se ci si laurea una sessione prima o una dopo, l'importante è farlo con serenità.....a volte un pò di riposo e la mente pi serena ci portano a vedere le cose da una nuova prospettiva. inoltre per quanto riguarda la scelta della facoltà, io vi consiglio di non fossilizzarvi molto su quelle che sono le prospettive di lavoro ad essa legate. Sicuramente avete, negli anni, immagazzinato un bagaglio culturale tale che vi permetterà di spendere le vostre risorse anche in maniera diversa, bisogna essere trasversali e la società, oggi più che mai ve lo impone! Allora cominciate ad essere padroni delle vostre scelte, anche quella di prendervi una pausa e vedrete che tutto vi apparirà in maniera diversa! Non sentitevi in colpa se "ritarderete" rispetto a quanto vi eravate prefissati.
Dott.ssa Mariagrazia Zuccarello Psicologa - Grammichele (CT)

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 NOV 2014

Cara Viola,
a mio parere state valutando poco gli innumerevoli sforzi compiuti che ora vi hanno portato ad un passo dalle realizzazione dell'obiettivo Laurea.
Poco importa se lo studio non era centratissimo, anche chi sceglie facoltà consone a se trova, comunque esami e step poco congeniali.
Siete stati forti ma ora siete sopraffatti da stanchezza.
Io farei un piccolo ma intenso viaggio te e lui (anche due e tre giorni) in modo da staccare totalmente, poi, al ritorno ci si organizza per il Gran Finale: ripresa dello Studio, obiettivo raggiunto.
Si passa oltre!
Questo "ristagno" vi sta chiudendo in un circolo vizioso e tutto è divenuto troppo opaco e triste.
E' una fase che deve concludersi per poi passare ad altro!
Se da soli non riuscite chiedete l'aiuto del Medico e dello Psicoterapeuta.
Intanto per interrompere il circolo vizioso qualcuno di voi due cominci a sorridere di più.
Tu per esempio!
Un caro saluto Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6993 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 NOV 2014

Gentile Viola, da quanto scrive è difficile capire quali siano i motivi alla base dei problemi che porta. Le suggerisco di allargare lo sguardo sulle vostre vite e sul vostro rapporto di coppia. Spesso accade che finire l'università sia estremamente faticoso. Quante persone si fermano a un passo dal traguardo! Spesso dietro a questo si nasconde un'immensa paura di diventare grandi,di doversi assumere delle responsabilità maggiori. Nel vostro caso ciò potrebbe riguardare anche i vostri progetti di coppia. In questo momento storico è ancora più difficile perché si va incontro all'incertezza. È importante però non abbandonare ora,con la consapevolezza che non è necessaria la perfezione per raggiungere il risultato.
Cordialmente
Dott.ssa Serena Vallana

Dott.ssa Serena Vallana Psicologo a Torino

19 Risposte

18 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 NOV 2014

Cara Viola,
visto che il tuo ragazzo va già dallo psicologo e tu no, potreste chiedere una consulenza di coppia per essere aiutati a diventare collaborativi ed evitare una dispersione di energia non valutando che 'l'unione fa la forza'. Continuando così siete come le ruote di un'automobile con le gomme diversamente sgonfie. E' da vedere se l'amore che vi lega può essere considerato il carburante idoneo per rimettere in moto il vostro rapporto. Il mio presunto imput ha lo scopo di aiutarti a trovare la possibilità di imboccare il percorso più adeguato per un primo fondamentale cambiamento, quello della prospettiva. Resto a disposizione con molto interesse, qualora tu lo ritenessi necessario. Auguri
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

641 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 NOV 2014

Gentile Viola, l'impegno e la dedizione allo studio che dimostrate è ammirevole, ma ogni cosa dovrebbe avere il giusto investimento. Anche la consapevolezza di un percorso sbagliato probabilmente vi appesantisce ancor più. Mi è difficile darti consigli adeguati senza una conoscenza approfondita. Sento di suggerirti di seguire le orme del tuo ragazzo e rivolgerti ad uno psicologo.
Un saluto
Maria Rita Milesi
Psicologa Psicoterapeuta a Bergamo e a Milano

Dr.ssa Maria Rita Milesi Psicologo a Bergamo

140 Risposte

193 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 NOV 2014

Ciao Viola,
non si tratta di aver fatto scelte universitarie sbagliate, il periodo purtroppo non è semplice, ma se avete la passione per la giurisprudenza continuate pure, ma non annullatevi per essa, come mi sembra di capire abbiate fatto fino ad ora. Intuisco dalle tue parole che siete dei ragazzi in gambissima, ma la vita non è solo fatta di lavoro, studio e voti alti su un libretto. La vita, soprattutto alla vostra età ,dev'essere anche altro...il piacere di vedersi, di fare una passeggiata insieme, di staccare un pò la spina da tutto, soprattutto da ciò che ci mette ansia. Se quello che riteniamo essere il nostro sogno da sempre(giurisprudenza nel vostro caso) ci mette ansia, vuol dire che stiamo sbagliando qualcosa... Godetevi la vita, studiate di meno, e cercate il benessere tra di voi....i voti alti(ammesso che siano essenziali) verranno automaticamente. Una persona felice è una persona più produttiva!!!!
In bocca al lupo per tutto.

Dott.ssa Cristina Tommasi

Dott.ssa Cristina Tommasi Psicologo a Torino

8 Risposte

12 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 NOV 2014

Salve Viola, i blocchi di cui lei fa riferimento possono dipendere da diversi fattori che non necessariamente sono gli stessi del suo compagno. Le consiglio però di seguire la scelta del suo ragazzo e di parlarne con con un collega psicologo che la possa aiutare a trovare delle nuove soluzioni.
In bocca al lupo!

Dott.ssa Allodoli Annalisa Psicologo a Ravenna

17 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 NOV 2014

Gentilissima Viola,
dalle Sue parole si avverte il peso della situazione che sta vivendo, soprattutto mi sembra di capire che questa stessa situazione Le abbia prosciugato ogni energia. Mi ha colpito che nella sua descrizione emerga questo impegno estremo per lo studio con un'esclusione per attività per Lei piacevoli e riposanti. Il nostro organismo ha necessariamente bisogno di "fermarsi e rigenerarsi" poichè non è predisposto a reggere stati continui di attivazione. Forse l'ansia che sta sperimentando in questo periodo è proprio un segnale che Le sta lanciando il Suo corpo:è come se Le stesse chiedendo una tregua per ricaricarsi! E ciò è più che legittimo anche se ora lei avverte prevalentemente il senso di colpa.
Un percorso psicologico potrebbe esserLe utile anche nell'ottica di concedersi uno spazio soltanto per se stessa, in cui può "fermarsi" e darsi il tempo per riacquistare le energie perse.

Sperando di esserLe stata utile, Le faccio i miei migliori auguri.

Minniti Valentina

Dott.ssa Minniti Valentina Francesca Psicologo a Alba

7 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23650

domande

Risposte 85500

Risposte