Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Il mio ex ragazzo soffre a causa mia, ma io non lo amo più

Inviata da Morgana il 1 nov 2019

Buongiorno, sono una ragazza di 24 anni. Sono stata quasi un anno con un ragazzo che mi amava molto, ma era ossessivamente geloso e possessivo. I primi tempi era tutto bellissimo, poi ho fatto l'errore di adeguarmi alle sue richieste e ho iniziato a vivere la mia vita in modo monotono e noioso: prima uscivo con i miei amici, se volevo ubriacarmi lo facevo, se conoscevo nuovi gruppi di persone non mi facevo problemi a fare amicizia con ragazzi. Poi ho iniziato a non farlo più per non fare soffrire il mio ragazzo, iniziando pure a convivere con lui. Negli ultimi periodi la situazione era diventata veramente oppressiva: ho iniziato a "ribellarmi", uscivo con le amiche, bevevo anche senza di lui, facevo cose stupide che mi andava di fare e che non facevo più perché a lui dava fastidio, ma che a me fanno stare bene. Alla fine l'ho lasciato quest'estate, dopo una sfuriata incredibile solo perché secondo lui "qualcuno ci stava provando su facebook con me". Mi è dispiaciuto. I primi tempi non sono riuscita a godermi la liberazione di essere di nuovo single, perché lui stava male e mi veniva a cercare ogni giorno in lacrime implorando di tornare insieme. Sono sempre stata gentile con lui, e, forse ho sbagliato. Forse questa cosa lo ha illuso, nonostante gli dicessi che non c'era più modo di tornare insieme. Allora, il mese scorso, ho iniziato ad essere freddissima. Se mi fermava per parlare lo trattavo malissimo, e sto continuando a farlo. Ma la cosa non cambia, continua a fermarmi a ogni festa, a venire a casa mia senza avviso dicendo solo che vuole stare con me e che mi vuole bene. Si umilia pubblicamente, come stamattina, che dopo una nottata a una festa ero con le mie coinquiline in cucina a parlare e a ridere delle cose che sono successe, lui si palesa in casa all'improvviso dicendo che è venuto solo per me, per stare con me, per dirmi che mi vuole bene. Tutto davanti agli occhi delle mie coinquiline. A me dispiace che lui stia così male, è rimasto senza amici perché lui studia ancora all'università, gli altri sono partiti. Gli unici suoi amici sono i miei, motivo per cui non riesco più nemmeno a passare tempo con loro. E scrivo qui perché non so se e come potrei aiutarlo a passare questo momento. Ho saputo da amici che lui sta andando da uno psicologo, ma, onestamente, non ci credo. Ha inventato tante storie non vere solo perché sapeva che ne l'avrebbero detto, con la speranza che io andassi da lui ad aiutarlo. È ossessionato dalla voglia di tornare con me, e, se da un lato mi dispiace, dall'altro sono infastidita. Non è bello che una persona non gradita si presenti a casa mia all'improvviso, che mi fermi durante le feste (dove viene da solo solamente per vedermi) rovinandomi le serate, che non posso uscire con i miei amici perché c'è sempre lui. E scrivo anche per me, perché questa cosa mi limita con gli altri ragazzi: vorrei divertirmi, stare con qualcuno che mi piace anche solo una notte. O vorrei anche conoscere qualcuno che mi piace davvero e iniziare qualcosa, ma non ci riesco. Ieri ho saputo che un ragazzo che trovo interessante prova dei sentimenti per me. Eppure, non riesco a frequentare qualcuno, adesso. Perché mi sento in colpa. Perché mi sento di aver distrutto psicologicamente una persona e adesso mi sembra ingiusto che io sia felice mentre lui soffre così. Non so cosa fare. Ne parlo con le amiche, mi dicono tutte che dovrei stare tranquilla, che ormai è finita. Che se viene a casa mia non dovrei nemmeno farlo entrare, che devo essere crudele. Ci sto provando, ma non sta servendo a nulla.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 79200

Risposte