Il mio ex pensa ancora alla sua ex?

Inviata da Maria · 2 mar 2015 Terapia di coppia

Salve, mi presento sono una ragazza di 26 anni il mio ragazzo ne ha 32, stiamo insieme da 5 mesi e prima di me ha avuto una storia importante durata 6 anni con una ragazza con cui ha convissuto 6anni circa. Si sono lasciati da meno di un anno, lei ha ancora rapporti con sua madre e dopo quasi un anno nn ha ancora cambiato residenza, quindi risulta ancora che vive con lui!
Il mio problema però è un altro, spesso parlando del passato, quando ci raccontiamo varie esperienze lui parla dell'ex dicendo ancora noi. Faccio un es. "quando siamo andati in vacanza" o "questo asciugamano l'abbiamo comprato per..". Devo dire che questa cosa mi infastidisce e non poco, vorrei sapere se è indicatore di qualcosa. Il mio pensiero è che lui nn si sia ancora completamente distaccato da lei, ma ovviamente io non sono obbiettiva.
Vi ringrazio per la risposta a presto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 MAR 2015

Buongiorno Marlene, nel titolo lei menziona al suo ex, che invece dallo scritto si capisce che è il suo attuale fidanzato. Evidentemente ciò che sta vivendo è così emotivamente forte che il suo inconscio lo fa venire fuori con questo lapsus. Penso che sia importante parlare di ciò che sta provando con il suo fidanzato. Spesso i significati delle parole hanno valenze diverse. Comunque è importante che lei dia senso ha ciò che tiene dentro.
Buona continuazione.
Dott.ssa Daniela Barone

Dott.ssa Daniela Barone Psicologo a Padova

21 Risposte

19 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 MAR 2015

Gentile Marlene
Il fatto che lui nel parlare usi il "noi" mi sembra normale...se deve raccontare cose di loro due....come deve dire?
Mi colpisce invece il fatto di non aver cambiato residenza ...e questo sarebbe da fare; poi è meglio che si comincino a chiudere i rapporti che la ex intrattiene con la famiglia di lui; dovrebbe essere il suo ragazzo a chiedere questo alla sua famiglia.
La mia impressione è che lei e il suo ragazzo dobbiate passare ad una fase successiva e cioè chiudere col passato, proprio non pensarci più e iniziare invece a pensare al presente e al futuro!!!
Le faccio tantissimi auguri!
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7329 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 MAR 2015

Bungiorno Marlene,
anche io, come la collega che le ha risposto per ultima condivido lo stupore e la discrepanza tra il titolo della sua richiesta e il contenuto della stessa.
Sicuramente comprendo le sue perplessità e ritengo che, indipendentemente, da quale sarà la risposta del suo compagno, la invito a parlare con lui apertamente e a comunicare ciò che è importante per lei. Gli dica onestamente cosa pensa, cosa sente e cosa ha bisogno di chiarire. Soprattutto all'inizio di un rapporto é fondamentale costruire delle basi solide e se ci sono aspetti irrisolti questi poi, col tempo, emergeranno e potrebbero portare ad una separazione.
Le auguro di avere i chiarimenti che desidera.
Dr.ssa Anna Gallucci

Dott.ssa Anna Gallucci, Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Vicenza

126 Risposte

80 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 MAR 2015

Gentile Marlene, dovrebbe parlarne apertamente con il suo compagno, facendogli notare il modo in cui si esprime rivolgendosi alla sua precedente relazione e i suoi dubbi in merito. Parlarne direttamente le servirà a comprendere e a rafforzare il suo legame di coppia.
Un caro saluto
Dr.ssa Caruso Giada

Studio Psicologia Dott.ssa Caruso Psicologo a Catania

3 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 MAR 2015

Buongiorno Marlene, non è facile dare un significato preciso a quel che descrivi; dopo una relazione lunga, con 6 anni di convivenza, rimangono delle abitudini...per 6 anni la sua vita è stata quella, è stata una vita con quel "noi", quindi bisogna capire se il suo modo di raccontarti deriva da una "abitudine", o per esempio dal fatto che il tuo fidanzato tende sempre a pensare come facente parte di un noi, prima era lei ora sei tu...non credo si possano fare delle inferenze solamente dal fatto che parla al plurale mi chiedo se i tuoi dubbi derivino anche forse da altro.
Sia per questo fatto, che per quanto riguarda al rapporto della ex con la madre e alla residenza credo che potresti tranquillamente parlarne con lui, riferendogli che questo non ti fa sentire a tuo agio, chiedendogli e cercando di capire come mai questo avvenga.
Spesso confrontarsi è la soluzione migliore per evitare di tormentarsi con pensieri che non si sa si siano fondati.

Saluti

Dott.ssa Simona Rebora - Genova

Dott.ssa Rebora Simona Psicologo a Genova

21 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 MAR 2015

gentile Marlene,
non capisco perchè nel titolo della domanda parli del suo "ex"...è un lapsus?
Il problema che solleva comunque è serio e potrebbe danneggiarvi seriamente, per cui le consiglio di consultare uno psicologo per approfondire l'argomento.
Sul mio sito professionale può trovare un articolo sulle storie sentimentali che potrebbe interessarla.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

747 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 MAR 2015

Cara Marlene,
chiudere una storia, specie se di una certa durata, non significa cancellarne i ricordi o i vissuti e quel "noi" può rimanere un'abitudine che muta col tempo, man mano che un'altra persona trova posto nello spazio della coppia. Probabilmente quello spazio lei lo occupa già, ora deve consolidarlo..
Un caro saluto.
Dssa Daniela Sirori

D.ssa Daniela Sirtori Psicologo a Villasanta

246 Risposte

227 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 MAR 2015

Gentile Marlene, è probabile che dopo una lunga convivenza vi siano ancora dei legami psicologici. Il fatto però che lui sta con te esclude ogni forma di coinvolgimento serio. La cosa migliore da fare e parlarne direttamente con lui, dalla sua reazione puoi capire tante cose. Un caro saluto, Giuseppe

Dr. Giuseppe Di Maria Psicologo a Roma

127 Risposte

148 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101250

Risposte