Il mio ex mi manipolava?

Inviata da anna. 8 dic 2014 0 Risposte  · Terapia di coppia

Buonasera, ho 24 anni, recentemente mi sono lasciata con il mio ragazzo (D) con il quale sono stata 8 mesi. Ci conoscevamo già, ma abbiamo approfondito la nostra amicizia quando mi stavo per lasciare con il mio ex ragazzo col quale sono stata 4 anni. Diciamo che lui era il mio confidente su fb, poi quando mi sono lasciata ho scoperto di esserne innamorata..ci siamo visti la prima volta di sera e starci abbracciata era la cosa più bella e naturale che potessi fare, sembrava che fossimo sempre stati insieme, avevamo un feeling pazzesco(non c'è stato niente di più che baci e abbracci). Questo nostro primo incontro c'è stato nel giorno del compleanno della ex..e casualmente siamo finiti in un luogo dove ero già stata col mio ex. I problemi sono iniziati quasi subito..inizialmente passando per il mio paese quando tornava a casa dal lavoro (lavora fuori per tutta la settimana e rincasa il venerdì) non gli dicevo di fermarsi (non è mai venuto a casa mia dai miei genitori perchè i miei non hanno approvato molto questa relazione fin dall'inizio, in quanto avevano notato cambiamenti nel mio stile di vita rientravo molto tardi la notte) ..io studio economia all'università...e se sapevo che ci saremmo visti due ore dopo magari per uscire a cena, avrei voluto finire lo studio e prepararmi, diciamo che a D. dava molto dispiacere questa cosa ed ho cercato di rimediare dicendogli io di fermarsi poi in seguito ed andandolo a salutare quando passava (ma mi ha rinfacciato sempre che il gesto non proveniva da me). Il nostro rapporto è stato un po nascosto all'inizio perchè mi ero lasciata da poco e non avrei voluto che la gente avesse sparlato per cui ci vedevamo di nascosto nella macchina. Anche a casa all'inizio non avevo detto nulla (dicevo che uscivo con un'amica).. alla nostra prima uscita a cena si è presentato con un mazzo di rose..sapeva benissimo che a casa non sapevano niente ma volevo prenderle lo stesso per non farlo rimanere male..poi lui mi disse che era solo un pensiero e che potevo anche non prenderle perchè non voleva che mi fossi trovata costretta a dirlo subito a casa (mi ha rinfacciato in seguito anche qesto). Dopo la cena siamo andati a casa sua...e abbiamo fatto l'amore..ma è stato traumatico perchè lui aveva ansia da prestazione ed io rimasi come bloccata (anche se già mi era successo con il mio ex)..inoltre è uscito fuori dopo che avevo dei problemi al letto con il mio ex(non raggiungevo l'orgasmo quasi mai) e lui mi ha "dimostrato di essere normale" in seguito. la prima lite è stata quando..dopo esserci visti e fatto l'amore..quando rientrò a casa ci siamo scritti per un po..e per salutarlo gli ho scritto"BUONANOTTE"..e mi rispose che ero fredda perchè gli avevo scritto solo in quel modo e per risposta e per battuta ho detto "CHE ESAGERATO"..lui se l è presa tantissimo ed ho chiesto scusa..all'inizio mi confidò che dopo la ex aveva avuto una storia di sesso con un'altra più grande di età..ed io però non gli confessai di aver avuto uno prima del mio ex con il quale ho perso la verginità (diciamo che questo ragazzo mi usò..ed io ci ho sofferto immensamente..poi quando lo confessai al mio ex mi giudicò in un modo poco carino, e con lui ho avuto paura)..alla fine glie l ho confessato dopo 1 o 2 mesi dalla nostra reazione quando me lo chiese..anche li ci abbiamo litigato perchè lui mi ha detto che non mi sono aperta subito ecc...questa cosa mi è stata sempre rinfacciata (mi diceva che io come la sua ex avevo dato tutto al primo capitato e a lui che è uno bravo e serio non gli avevo dato nulla) quando mi raccontava della ex mi diceva che con l'ex (della ex)si conoscevano e che c'erano una serie di coincidenze che l'hanno sempre messo a disagio, ed io sapevo che con il primo ragazzo che ho avuto si potevano conoscere i quanto facevano le stesse scuole superiori.. ed infatti è stato così..ci abbiamo litigato per giorni su sta cosa..perchè gli spiegavo le mie ragioni (quelle che mi hanno portato a confessare dopo la mia storia)..
altre liti...sono sorte in seguito..lui mi ha portato dai suoi parenti dopo 3 mesi..ma gli dicevo che non volevo conoscerli così presto..ma abbiamo litigato pure su questo e alla fine ho dovuto cedere (lui mi diceva che era una questione di tempo in quanto lui lavorava fuori e o stava con me o con i parenti e avrebbe voluto stare con tutti)..nel frattempo la ex che si tiene in contatto con tutti i suoi parenti...i quali (soprattutto la cognata) raccontavano i suoi stati su fb e lui li raccontava a sua volta a me..che alla fine stufa di queste cose ho detto di non riferirmi più nulla. Un giorno al battesimo del nipote (al quale non conoscevo nessuno) durante il pranzo la cognata lo tiene occupato x 10 15 minuti dicendogli che la ex si era sentita male e che svenendo aveva rotto i denti davanti. Io una volta saputo questo ho esternato il mio disappunto dicendo che la cognata avrebbe potuto dirglielo in un altra occasione..senza che c'ero io..la settimana dopo mi ha confessato di avergli mandato un messaggio chiedendole come stava.. e a me è dispiaciuto tanto che me lo avesse riferito solo la settimana dopo..dicendo poi alla ex che forse non me lo avrebbbe detto perchè non avrei capito.Abbiamo litigato per questo perchè questa complicità con la ex contro di me mi dava fastidio..ma alla fine ho dovuto chiedere scusa io! Per poi riaprire il discorso dopo aver parlato con un'amica la quale mi diceva che avrebbe dato fastidio anche a lei il tutto.. Nel frattempo ho iniziato a provare nuove esperienze sessuali perchè mi diceva che prima le faceva (con la ex) e per non fargli mancare niente ho approvato. Nel frattempo non ho passato più domenica a casa mia..per stare con lui (abbiamo sempre e solo fatto il giro dei parenti suoi senza fare mai niente..)... ed intanto liti per cose assurde...lui si è trasformato..da gentile.. attento... ha iniziato ad andare in giro e fare apprezzamenti verso tutte con me li appoggiato dal suo amico...se andavamo in giro con gli amici..mi teneva sempre dietro...rari erano i gesti affettuosi..io non mi sentivo per niente fidanzata..per di più dovevamo fermarci a salutare l'ex sua se eravamo in gruppo..e a me dava fastidio..ha iniziato a dirmi che se si comportava così era per colpa mia..che aveva perso la voglia di fare qualcosa insieme (giretti) per colpa mia...che non mi diceva "ti amo" perchè non me lo meritavo...mia madre mi diceva che mi stavo annullando...ma non andava bene comunque...i miei bisogni erano sempre ignorati..una volta mi ha fatto sentire in colpa perchè mi ero dimenticata il casco...mi ha rinfacciato il fatto che non tengo a lui..perchè lui sta a casa 2 volte alla settimana e basta..che non ha tempo..ecc..ec..insomma problemi id questo tipo... non sopportava se ero indecisa o cambiavo idea...non ha mai sopportato il fatto che se litigavamo usavo i messaggi invece che chiamarlo alle 1 di notte..ma non volevo farmi sentire dai miei..se uscivo e lui era fuori a lavorare era come se mi facesse sentire in colpa di questo..e mi chiamava di continuo..inoltre duranti le liti mi sentivo con le spalle al muro e mi trovavo costreta a chiedere scusa..infine venivo comparata all'ex che nelle liti era meglio perchè più reattiva..mentre io dopo un po mi ammutolivo perchè era inutile dire le stesse cose 300 volte.. ma voi che ne pensate?? ci vorrebbero 3 ore per raccontare 8 mesi di liti..ma più o meno gli eventi sono stati questi.. diciamo che ha una famiglia molto disgregata..i genitori sono separati ma non legalmente..da adolescente ha cambiato tante case..e parlando mi ha detto che non si ricorda un periodo della vita bello..da quanto ho capito è molto in conflitto con la madre.

amici