Il mio corpo mi vuole ammazzare?

Inviata da Alice · 5 lug 2016 Crisi esistenziale

Salve, ho 19 anni. Ho l'intima sensazione che il mio corpo mi voglia uccidere. Appena mi distraggo e smetto di controllarlo questo scatena dei sintomi che per mia fortuna sono sempre riuscita a controllare ma che, per la premessa che presentano, sembrerebbero condurmi alla morte. L'interpreto sempre in modo catastrofico, di certo sono ipocondriaca. Un lieve mal di testa diviene un aneurisma che mi lascerà pochissimi minuti di scampo. Per quanto a questo intimo sentire si affianchi la fievole illusione che sia solo una mia percezione, conservo dentro di me la netta convinzione che se non monitorerò ogni istante le mie funzioni vitali, queste mi abbandoneranno. Il mio corpo non è la vittima dei mali del mondo. È un nemico che vuole farmi soffrire e che mi tradirà non appena mi distrarrò. La notte impiego fino a 5 h per addormentarmi, a meno che i miei genitori non si sdraino di fianco a me e prendano il mio posto nel controllarmi. Altrimenti comincio con il manifestare numerosi sintomi quali dispnea, sensazione di stretta alla gola, anomalie nel battito cardiaco, senso di svenimento con sudori freddi annessi, vertigini, dolori alla stomaco eccetera. Questa situazione ha origine all'incirca da quando avevo 7 anni. Credo che siano l'espressione di un conflitto, ovvero il desiderio di addormentarmi e quindi lasciarmi andare e quello più intimo, di cui non sono del tutto conscia (per lo meno non sempre), di tenere il controllo. Gli ansiolitici non hanno sortito alcun effetto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 LUG 2016

Gentile Alice,
quando ci sono conflitti intrapsichici è inevitabile che si ripercuotano sul corpo dal momento che psiche e soma sono strettamente interconnessi e interdipendenti per cui si parla di patologie psicosomatiche e somatopsichiche.
Continuare a controllare il corpo senza risolvere il conflitto intrapsichico di base è solo una operazione faticosa, stancante e inutile.
Il conflitto tra il desiderio di addormentamento e quello di controllo che non permette il cedere al sonno è solo un conflitto terminale.
Pertanto occorre, con l'ausilio della psicoterapia, risalire ad individuare le cause prime che hanno portato ad una sfiducia tale da sentire il bisogno di dover controllare sempre tutto e specialmente il funzionamento del proprio corpo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7205 Risposte

20470 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 LUG 2016

Alice
hai bisogno di un aiuto terapeutico.
Non perdere altro tempo.
Dietro questa situazione deve nascondersi un conflitto profondo ed è questo che vuole "distruggerti" non certo il tuo corpo.
Il corpo, come elemento naturale, si amplia sempre in ricerca di equilibrio e benessere.
Sono i conflitti interiori che portano ristagni energetici e scompensi fisici e psichici.
Nel tuo caso penso di poter vedere in azione (è solo una mia ipotesi èh...) un forte senso di colpa.
E' come se, in qualche modo o maniera, tu volessi essere punita per qualcosa...
Occorrerebbe lavorarci molto sopra per poter comprendere.
Ti ripeto: contatta uno psicoterapeuta ed inizia un percorso.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7139 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26500

domande

Risposte 92200

Risposte