Il mal di pancia mi limita.

Inviata da Alessia S. il 17 apr 2017 Fobie

Salve a tutti, mi chiamo Alessia ed ho 21 anni. Sono da tempo schiava di una mia fobia mentale che non mi lascia vivere serenamente. Per anni ho provato ad aiutarmi cercando informazioni utili sul web, anche su questo sito, ma nonostante molti trattino del mal di pancia, nessuno scrive di vivere questa mia situazione; il bisogno di capire e di essere aiutata mi porta a scrivervi. Il mio problema non è il mal di pancia che si scatena in seguito ad una situazione ansiogena, bensì la paura che mi brucia dentro nel momento in cui sono in preda ad un comunissimo mal di pancia. Quando purtroppo vado in bagno e inizia il mal di pancia, nonostante io faccia di tutto per pensare ad altro, mi sale la paura, mi brucia dentro, mi fa pensare che mai nulla potrò fare per liberarmi da questa fobia che mi schiavizza da ormai troppo tempo. Basti pensare che per paura di cadere in questo mio problema, ho evitato qualsiasi tipo di gita alle scuole medie, alle superiori qualche volta sono riuscita a "buttarmi" ma quando poi arrivava il mal di pancia mi pentito amaramente. Ho iniziato a credere che sia la mia mente a gestire il tutto, a volte infatti anche solo parlarne mi agita e/o fa arrivare il temuto mal di pancia.
In sostanza, vado in un panico profondo quando sento anche solo l'accenno di mal di pancia, rinuncio a qualsiasi attività, mi chiudo in casa sentendomi meno in "pericolo". Quando credo di aver vinto io, arriva più forte e mi distrugge ancora.
Ps. Non sono mai stata in terapia da uno specialista, ne ho mai fatto cure mediche.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Salve Alessia
Immagino che per lei sia difficile vivere questa situazione che la porta a evitare sempre più contesti sociali per paura che questo mal di pancia possa arrivare, all'improvviso.
È probabile che sia una forma di ansia che si tramuta in un dolore fisico reale, che lei valuta (a livello psicologico) come minaccia forte e questo tende a confermare che si sta sentendo male.
Questo la porta a evitare gite, uscite... Compromettendo quindi anche la sua vita sociale.
In terapia ( con approccio cognitivo-comportamentale) si lavora su cosa genera l'ansia, le si fa capire come funziona e si stabilisce un piano che la aiuti a gestire la paura quando arriva, ridandole autonomia e interrompendo il circolo vizioso dell'ansia.
In che situazioni ha maggiormente timore che il mal di pancia possa arrivare?
Cosa sente a livello fisico?
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento
Dottssa Fabrizia Tudisco

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Napoli

503 Risposte

941 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Alessia,
spesso i sintomi sono dei segnali, delle richieste di aiuto che il nostro corpo di invia per farci capire che qualcosa non va bene.
Ma internet non fornisce risposte o soluzioni per ogni problema, soprattutto quando si tratta di salute è necessario rivolgersi a specialisti.
Nel suo caso bisogna innanzitutto escludere l'origine organica del problema, quindi le consiglio di rivolgersi al suo medico di base che le prescriverà la visita e gli esami più idonei.
Nel frattempo che attende i risultati degli esami, le consiglio di rivolgersi (senza vergogna e/o pregiudizi) ad un PROFESSIONISTA PSICOLOGO/PSICOTERAPEUTA che sicuramente l’aiuterà a fare chiarezza in merito al disagio che sta vivendo, l'aiuterà a capire le cause dei suoi mal di pancia e ad affrontarli e superarli senza averne paura.
Buona Fortuna.
Dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna
Psicologa-Psicoterapeuta

Ma.Lu.A. Studio della dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna Psicologo a Taranto

120 Risposte

153 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima, con che frequenza le arrivano questi mal di pancia? Cosa prova mentre li ha, a parte la sensazione di bruciore che se non sbaglio, afferma essere di tipo psicologico?
Vede, ci sarebbe da capire il limite (se c'è) tra il disturbo fisico e quello puramente psicologico. Ricorda inoltre, quando è stato il primo episodio che ha portato a questa paura?
Mi faccia sapere.
Cari saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

391 Risposte

176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Alessia,
occorre escludere che il suo mal di pancia abbia origini organiche con un consulto medico. Da cio' che racconta sembra una fobia sociale, visto che in ambiente protetto si tranquillizza. Certamente è invalidante in quanto la limita in molteplici attivita', per tale motivo le consiglierei un percorso di sostegno psicologico quantomeno per comprendere l'entita' del problema e individuare strategie per alleviare il disagio.
Resto a disposizione
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2420 Risposte

2048 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77250

Risposte