Il cane per colmare le carenze affettive e Ansia nella gestione del cane

Inviata da Andrea · 1 giu 2020 Ansia

Buongiorno, siamo una famiglia di tre persone, io, mia moglie e una figlia di 14 anni che da tempo ci chiede di poter avere un cane (golden retriever) in quanto si sente sola, pensa che potrebbe così colmare la mancanza di fratelli/sorelle. E' una ragazzina sportiva, sveglia, educata e socievole. Ha però delle insicurezze nella vita quotidiana, nella scuola, nello sport. Ha poca autostima, pensa sempre di essere peggiore di altri, di non sapere fare le cose al meglio, di non essere abbastanza per soddisfare i propri genitori. Anche noi ci siamo quasi convinti che un cane potrebbe aiutare lei e noi in molti aspetti di tutto questo, ma prima di fare questo passo dobbiamo fare ogni valutazione possibile.
Io amo gli animali e questi cani in particolare, ma noto che sono molto sereno se li vedo in allevamento o a spasso con altri, mi piace stare con loro, mi piace gestirli, ma tutto sembra filare bene al di fuori di casa nostra e al di fuori di una routine che non abbiamo. Abbiamo trovato i nostri equilibri, stiamo bene, abbiamo i nostri spazi, i nostri tempi, le nostre attività e, quando penso ad una possibile convivenza con un cane, mi sale una grande ansia, mi viene mal di pancia. Credo sia proprio dovuto all'immaginario che mi costruisco nella testa, a come saranno poi le giornate e le attività con il cane, che ovviamente non è un pelouche e quindi sarà sempre attivo, avrà sempre bisogno di noi e cercherà sempre attenzione. Questo, per chi come me che è maniaco del controllo, è fonte di grande stress. il pensiero di dovermi preoccupare di qualcuno, di non poter fare più le cose come prima in casa mia o nel tempo libero, di non poter controllare il cane come se fosse un bambino.
Io vorrei però cercare di fare uno sforzo perchè credo che poi porterà beneficio a tutta la famiglia, ma non sò come affrontare la cosa in modo più sereno e senza troppi "film" in testa.
Vorrei poter affrontare la cosa senza avere questo peso allo stomaco che mi costringe a vivere con stress la convivenza.
Per favore mi date qualche suggerimento? Innanitutto vi chiedo suggerimento sul fatto che la scelta di adottare un cane (dimenticavo di dire che un cane di 2/3 anni, per cui senza le complicanze e attenzioni di un cucciolo) possa davvero portare beneficio a nostra figlia e a tutta la famiglia. In seconod luogo vi chiedo invece come posso affrontare questa ansia che mi viene quando solo penso alla gestione quotidiana e alla convivenza con il cane, specie se la paragono con quello che ho o che faccio oggi e da anni senza il cane.
Grazie, a presto

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 GIU 2020

Gentile Andrea,
dalle sue parole emerge il timore di perdere la tranquillità e il potere di controllo che le permette di mantenere in equilibrio il suo nucleo familiare.
Sua figlia probabilmente presenta i dubbi e le insicurezze adolescenziali, per le quali sarebbe forse opportuno un piccolo sostegno psicologico.
Al tempo stesso sarebbe opportuno che lei cercasse di comprender le motivazioni che la portano ad essere controllante ed intimorito da un possibile cambiamento nella sua omeostasi familiare.
Sarà allora possibile capire se davvero un cane è necessario, desiderato e possa entrare a far parte della vostra famiglia senza produrre gravi scompensi.
Un cordiale saluto
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1360 Risposte

1232 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GIU 2020

Gentile Andrea,
dalle sue parole sembra emergano alcune sue difficoltà ben distinte da quelle di sua figlia. Lei ha raggiunto un equilibrio familiare basato su un certo ordine e controllo, che l'arrivo di un nuovo membro , seppur un animale, sicuramente modificherebbe.
Io le suggerirei di fornire un sostegno psicologico a sua figlia, vista la peculiare fase adolescenziale , che possa aumentare la sua autostima e ridurre il senso di insicurezza.
Al contempo sarebbe opportuno che cercasse di comprendere da dove arrivano le sue ansie e perchè un cambiamento nella sua routine la spaventi in tal modo.
Una visione più serena del tutto potrà poi portarvi a considerare la possibilità di aggiungere un nuovo elemento al vostro sistema famigliare.
Un cordiale saluto
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1360 Risposte

1232 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GIU 2020

Buongiorno Andrea,
da ciò che scrive si evince che probabilmente, alcune difficoltà ed equilibri non "intaccano" solo la ragazzina, ma anche il vostro nucleo familiare, in particolare quando dice questa tipologia di frase: "anche noi ci siamo quasi convinti che un cane potrebbe aiutare lei e noi in molti aspetti di tutto questo"; in che termine potrebbe aiutare anche voi? Qualche riga più giù, invece, sembra dire un pò l'opposto, come se la presenza di un cagnolino potrebbe portare scompiglio.
Emerge, inoltre, questa grande gestione del controllo e mi sorge spontanea una domanda; anche con sua figlia adotta questo comportamento di gestione che tende quasi al perfetto?
Purtroppo gli eventi della vita non possono essere controllati, poiché non tutto quello che ci programmiamo si riesce a portare a termine senza alcun imprevisto.
Le consiglio di valutare la possibilità di richiedere un supporto psicologico per poter gestire al meglio le sue ansie, ed eventualmente di considerare anche un supporto motivazionale per sua figlia, affinché questa delicatissima fase adolescenziale possa esser vissuta in modo adeguato ai suoi bisogni.
Concludo dicendo che la scelta di un cane è personale, ma certamente un cane come nessun altro può colmare certe assenze, che vanno approfondite e metabolizzate.
La saluto, in bocca al lupo
Cordiali saluti
Dott.ssa Maria Cristina Gentile

Dott.ssa Maria Cristina Gentile Psicologo a Vomero

85 Risposte

29 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GIU 2020

Gentile Andrea,
mi sembra che attraverso la richiesta e le insicurezze, di non essere abbastanza di sua figlia, parli di aspetti di se: mania di controllo, stress, dover rinunciare, equilibri che sembra abbia paura di modificare, rinunciare, l’ansia della gestione. Mi chiedo quanto tutto ciò abbia a che fare con i vissuti di sua figlia. Proverei a fare una riflessione su questo. Credo l’arrivo di un cane toccherà tutto questo.
Un cordiale saluto
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

483 Risposte

154 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88550

Risposte