Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

I miei non accettano che io sia fidanzata

Inviata da Frix il 28 nov 2018 Terapia familiare

Salve,
sono una ragazza di 24 anni e ho un pessimo rapporto coi miei genitori. Vogliono che io faccia sempre quello che dicono e che pensano loro. Mi sono laureata da qualche mese e sto frequentando la specialistica. Da 4 mesi sto con un ragazzo fantastico, ma i miei non lo conoscono e non hanno nemmeno intenzione di conoscerlo. Sono stata accolta dalla sua famiglia, spesso mangio con loro, vado alle feste familiari. Mi tengono sempre in considerazione. I miei genitori mostrano invece, da sempre, un atteggiamento di chiusura. Prima di lui, ho avuto due ragazzi e non li hanno mai conosciuti. Cercano sempre dei difetti. Nessuno di loro era laureato e quindi soprattutto questo rappresenta un problema per i miei. Fino ad ora ho sempre mentito anche quando uscivo con lui, ma ora si stanno insospettendo e quando torno a casa iniziano a urlarmi contro perché immaginano che io stia con questo ragazzo. Addirittura mi devo sentir dire anche frasi offensive su di lui senza nemmeno conoscerlo e ciò mi fa stare molto male. Da un lato lui vorrebbe parlare con loro per fargli capire che mi vuole bene ecc, ma da un lato ho paura che dicendo loro la verità continueranno a rendermi la vita impossibile, perché se hanno la certezza che sono con un ragazzo, inizieranno a rovinarmi la vita, a chiamarmi ogni 5 minuti quando sono in giro e a urlarmi di ritornare a casa perché “è tardi” o perché sono stata “tante ore fuori” dopo parecchie ore di studio a casa. Ogni volta che esco mi creano sempre problemi e certe volte devo rinunciare ad uscire pur di non sentire i loro rimproveri. Non ce la faccio più. Non mi sento accettata e capita. Dovrei fare in modo che il mio ragazzo parli con loro o continuare a dire bugie, vivendo sempre con lo stress perché loro sospettano ciò?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Carissima, indubbiamente anche facendo una psicoterapia penso che l'ambiente familiare non possa cambiare più di quel tanto. E quindi ci sarebbero sempre delle sofferenze ad ogni nuovo fidanzato che non sia esattamente la fotocopia dei suoi genitori. Ma lei deve ora pensare a se stessa. Penso che una psicoterapia psicoanalitica possa essere utile per promuovere il processo di separazione dalle figure genitoriali. Lo faccia per volersi bene, lo faccia per se stessa!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

474 Risposte

713 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Frix, credo sarebbe opportuno, a prescindere dalla sua relazione, riuscire a sviluppare un'autonomia emotiva nei confronti della sua famiglia. Mi rendo conto non sia per niente semplice, soprattutto quando di mezzo c'è anche la dipendenza economica. Però è giusto che i genitori a un certo punto "lascino andare" i propri figli e gli facciano vivere le proprie esperienze, come allo stesso tempo è giusto che i figli debbano conquistarsi questi spazi.
Conoscendo così poco della situazione non saprei dirle se sia il caso far parlare direttamente questo ragazzo o provare lei stessa ad avere un dialogo differente con loro, un dialogo che adesso mi parrebbe capire non ci sia.
Cercare magari dei modi di comunicare differenti in modo da riuscire a far valere anche delle posizioni facendole accogliere senza che vengano rifiutate a priori.
Pensi se ci sono delle situazioni in cui riuscite a parlare e in che termini e da lì provi a comprendere come estendere questo dialogo in altri ambiti
Spero che riesca a viversi questa relazione e a far comprendere a loro quanto sia importante
Cordiali saluti
Dott.ssa Anna Mura

Dott.ssa Anna Mura Psicologo a Torino

45 Risposte

106 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Frix, condivido la risposta della Collega: probabilmente l'unica cosa che può fare è lavorare su se stessa per trovare la sua indipendenza, ed evitare di star male a causa del comportamento dei suoi. Non serve usare la logica verso un comportamento illogico. Se cerca di persuadere i suoi ottenendo l'esatto contrario, forse è più utile cambiare atteggiamento, e cercare di evitare le discussioni. Non conosco bene la situazione, ma provi a cambiare atteggiamento e a vedere cosa succede.
Un saluto
Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

837 Risposte

336 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno frix,
Lei racconta un problema famigliare di svincolo: isembra che i suoi genitori non vogliano che lei si evolva se non con lo studio. Non credo che acconsentirebbero ad una terapia famgliare. Credo che la cosa migliore sia che intraprenda lei una terapia individuale al fine di rinforzarsi ed avere la capacità di evolversi.
Mi faccia sapere.
Dott.ssa Anna Maria Rita Masin psicoterapeuta Roma e Cerveteri

Dott.ssa Masin Anna Maria Rita Psicologo a Cerveteri

74 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 79200

Risposte