I legami e la paura di essere se stessi

Inviata da Rita. 11 apr 2018 2 Risposte  · Relazioni sociali

Salve mi chiamo Giorgia ed ho 24 anni. Circa otto mesi fa ho chiuso una relazione che durava da 3 anni perché non ero più felice e mi sentivo soffocare. Il mio ex, 30 anni, voleva che ci sposassimo mentre io non contemplavo minimamente l'idea perché mi ritengo troppo giovane ed insicura per un passo del genere. Qualche mese dopo ho cominciato a frequentare un mio coetaneo, per cui ho sempre nutrito una forte attrazione. Ci incontriamo, stiamo bene insieme, l'attrazione fisica è alle stelle e la complicità idem. Dopo una serie di incontri lui mi chiede quali siano le mie aspettative. Siccome avevo sentito dire che in passato si atteggiava da donnaio, per tutelarmi dico di non avere nessuna aspettativa e di non aver voglia di intraprendere una relazione a causa del mio trascorso. Non nego però che sono aperta a vedere quel che succede perché non si sa mai. Stupito da quanto dico, lui si appoggia alla mia risposta e mi dice che neanche lui cerca nulla e che di solito è un tipo da one night stand. Mi rivela di non accompagnare mai le sue ragazze a casa, di non dormire con nessuna di queste. Nonostante le premesse, continuiamo a vederci. Io lo stuzzico e capisco che in realtà non è affatto la persona che vuole sembrare. Riesco a farlo dormire con me, a tirargli delle cose più dolci ma puntualmente ogni volta che fa un gesto carino ne fa altri 100 per smentire tutto e ricominciare a tirarsela. Di conseguenza io rispondo facendo la parte di quella dura a cui tutto scivola addosso.
L'ultima volta gli ho negato di vederci ed allora ha cominciato a telefonarmi dicendo che dovevamo parlare. Abbiamo discusso e gli ho detto che non mi sento abbastanza per lui, che non mi da attenzioni, che forse in realtà non gli piaccio e che forse è meglio smettere. Lui mi dice che non è vero, che in realtà sono io quella che pensa queste cose, che io voglio piacere a tutti gli uomini e che lui è solo fatto così, non dimostra niente. Mi presenta anche ai suoi amici e loro cercano in tutti i modi di farmi capire che lui è interessato, che ci tiene e che in realtà ha solo bisogno di essere spronato e di avere più certezze da me. Da questo capisco che entrambi abbiamo paura l'uno dell'altra e ci nascondiamo dietro scuse e così la sera successiva decido di uscire allo scoperto, rivelando che a me non dispiacerebbe affatto conoscerlo nonostante sia stata la prima a dire di non volere relazioni. Lui mi dice che non è possibile, che non possiamo avere nessuna relazione, che lui è interessato solo sessualmente a me e che io posso fare quel che voglio, anche andare a letto con altri perché a lui non tange. Così come non dovrebbe infastidire a me la cosa nel caso accadesse il contrario. Io resto di pietra davanti a questi messaggi e la delusione si fa più forte tanto da farmi rispondere male e decidere di troncare la conversazione. Dopo questo episodio è ormai una settimana che non sento più questa persona eppure vivo male perché non so per quale ragione io non possa vivere tranquillamente la possibilità di innamorarmi ed essere felice senza avere paura. E inoltre non riesco a smettere di pensare che in fondo le cose che ha detto non le pensa del tutto, che lo fa per mettermi alla prova e che forse avrei dovuto essere più sincera dall'inizio. In più essendo entrambi un po' troppo egocentrici ho paura che la situazione non si sbloccherà...

amici , capire

Miglior risposta

Salve Giorgia, esiste una forma di fobia nei confronti dell’amore,Il termine tecnico di ciò è “Philofobia", dove dinanzi alla situazione ritenuta minacciosa una delle strategie che il soggetto mette in atto è l’evitamento. Ciò che si teme non è l'innamoramento in se per sè, piuttosto la propria reazione di fronte all'evento, poichè l'innamoramento e la condivisione dei propri sentimenti con l'altro è visto come un "mettersi a nudo" , mostrando all'altro la parte reale di se stessi, quella prima di formalisti e pertanto più intima.
Ed in questi casi il soggetto evita di farsi troppo coinvolgere emotivamente con un’altra persona, in quanto si sentirebbe “invaso” da qualcun altro e perderebbe di conseguenza un po’ i propri spazi, sentendosi in qualche modo sopraffatto.
Ne consegue che il soggetto, non appena esperisce un certo coinvolgimento emotivo che lo sta legando sentimentalmente ad un’altra persona, si allontana.
Andrebbe indagata la motivazione che sottende a questa paura.



Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Giorgia,
credo che per prima cosa potresti farti alcune domande: Cosa provo per lui? Come sto vivendo a livello emotivo quello che sta accadendo fra di noi? Cosa voglio io realmente da questo ragazzo? Che tipo di relazione voglio costruire con lui e cosa voglio fare per portare avanti il mio progetto?
Ti chiedo di farti queste domande in quanto dal tuo racconto le tue intenzioni e il tuo modo di relazionarsi e comunicare con lui non sembrano molto chiari e mi immagino non esprimano a pieno il tuo reale sentire. Permettersi di sentire i nostri vissuti emotivi , fare chiarezza sulle nostre reali intenzioni e su ciò che vogliamo e non vogliamo da noi stessi e dalle relazioni che ci coinvolgono è un passo fondamentale per poter scegliere in piena consapevolezza la strada da percorrere.
Rimango a disposizione per qualsiasi domanda o richiesta.

Un caro saluto.

P. Salvi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 APR 2018

Logo Dott. Pierluigi Salvi - Associazione di Promozione Sociale LOGOS Dott. Pierluigi Salvi - Associazione di Promozione Sociale LOGOS

142 Risposte

46 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Mi sento sola, allontanata dalle persone e non riesco a creare legami

3 Risposte, Ultima risposta il 24 Febbraio 2018

Legame malato

1 Risposta, Ultima risposta il 13 Gennaio 2017

legami affettivi dopo un abuso

3 Risposte, Ultima risposta il 05 Luglio 2017

Paura di essere gay

5 Risposte, Ultima risposta il 07 Dicembre 2016

Paura di essere traditi

1 Risposta, Ultima risposta il 19 Marzo 2019

Paura di essere lesbica

3 Risposte, Ultima risposta il 20 Agosto 2018

Paura di essere omosessuale

2 Risposte, Ultima risposta il 29 Dicembre 2017

Paura di essere abbandonata da tutti

2 Risposte, Ultima risposta il 06 Giugno 2017

Confusione, gelosia, paura di essere abbandonato e insicurezza

4 Risposte, Ultima risposta il 29 Novembre 2016