I disturbi ossessivi compulsivi rimangono a vita?

Inviata da Francesca · 23 apr 2021

Ciao, sono Francesca soffro di questi disturbi da circa tre anni, sono stata anche in terapia e per carità sono stata molto aiutata ma non sono mai spariti del tutto questi disturbi, si presentano continuamente sotto forme uguali.
Inizialmente dovevo compiere rituali giornalieri per poter placare l'ansia, ad oggi invece è piu di un anno che associo le persone ai miei pensieri, cercando sempre di associare qualcuno che non mi faccia succedere qualcosa di brutto.
Sono esausta perchè è diventato impossibile vivere cosi non è vita questa io non riesco a fare piu niente su ogni determinata cosa che faccio ci sono sempre questi disturbi sempre.
Quando scrivo quandpo studio quando mi vesto quando mangio nel prendere le cose nel vestirmi nel salire e scendere le scale nel camminare in tutto sono presenti questi disturbi.
Sto assumendo anche la sertralina ma non sembra fare effetto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 APR 2021

Cara Francesca, le problematiche da te riferite sono complesse e necessitano di un quadro piú approfondito. I vissuti d'ansia sono spesso un campanello d'allarme che segnalano la presenza di una quantità eccessiva di paura nascosta che ha invaso tutte le aree del sè. Riprendi in mano la tua vita compiendo scelte libere e coraggiose. La paura deve tornare ad avere un posto marginale e non essere al centro di ogni cosa. Rispetto alla tua domanda, ogni disturbo puo cronicizzarsi nella maniera in cui restiamo fermi nelle nostre apparenti sicurezze e non ricerchiamo stimoli che favoriscano un cambiamento.
Per qualsiasi informazione resto a tua disposizione.

Dott.ssa Iesenia Gammino Psicologo a Palermo

9 Risposte

7 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 APR 2021

Cara Francesca, per risolvere il problema, perchè è possibile guarire dal disturbo ossessivo compulsivo e liberarsi definitivamente dai rituali, devi trovare una brava psicoterapeuta che sappia lavorare insieme a te non tanto sulla gestione del sintomo quanto sui problemi di colpa sottostanti al disturbo. Poichè tutta l'attività ossessiva è finalizzata all' evitamento di una colpa. Un grandissimo in bocca al lupo, d.ssa Antonella Ricci

Dott.ssa Antonella Ricci Psicologo a Tivoli

156 Risposte

56 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 APR 2021

Cara Francesca, il buon esito di una terapia dipende da diversi fattori. Qui vorrei considerarne con Lei solamente due: 1) il tipo di terapia che Lei ha scelto ( comportamentale, sistemico-relazionale, psicoanalitica?...); 2) la durata temporale e la modalità di chiusura. Per il punto 1), è chiaro che non tutte le terapie hanno identica efficacia per tutti i disturbi: ad esempio la terapia sistemico-relazionale è particolarmente efficace per quei disturbi che investono il lavoro, la famiglia, l’amicizia. E allo stesso modo tutte le terapie hanno ambiti in cui funzionano di più e ambiti in cui funzionano di meno. Certo, mai nessuna terapia dà esito zero. 2) La durata temporale e soprattutto la chiusura: è compito del terapeuta fissare la durata, la cadenza e stabilire - insieme col paziente- la chiusura. Il momento della chiusura è un bilancio che si fa insieme e dà la garanzia di un lavoro ultimato o da proseguire con altre figure. Se invece è il paziente a chiudere da solo, quella non è chiusura della terapia, ma abbandono della stessa. Sarebbe importante sapere quale terapia Lei ha fatto, quanto è durata e come si è chiusa. In tal modo capire se indirizzarLa ad altro approccio e con quale schema terapeutico. Un caro saluto e i miei migliori auguri per una felice soluzione.

Dott. Vincenzo Crupi Psicologo a Palermo

114 Risposte

195 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 APR 2021

Cara Francesca, dipende molto dalla tipologia di disturbo, dal suo livello di intensità, dalle caratteristiche personali, ecc. Si può guarire, molto più spesso si cronicizza e ci si convive anche con una discreta gestione del problema. Non scoraggiarti, insegui i tuoi sogni e un progetto di vita che ti dia significato.

Dott. Domenico Ferraro Psicologo a Conegliano

2 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 APR 2021

Carissima, non so se sta seguendo ancora una psicoterapia o meno, ma le consiglierei di ricominciare, se l'avesse interrotta. Questo è l'unico metodo infatti, per riuscire a trovare delle strategie per non rimanere invischiata nei suoi pensieri ossessivi e a mettere in atto rituali come compulsioni. I farmaci possono farla stare più tranquilla e quindi ridurre i rituali perché riducono l'ansia, ma non eliminano il suo modo di "pensare"di comportarsi in merito al suo disagio, che comunque continua ad esserci. Perché invece di curarlo, lo bypassa con il farmaco.
Resto a sua disposizione anche on-line.
Cari saluti.
Dottoressa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

665 Risposte

314 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 APR 2021

Buongiorno Francesca,
Nel disturbo ossessivo compulsivo mettere in atto le compulsioni , come compiere i rituali giornalieri o associare le persone ai pensieri, fa abbassare l’ansia sul breve periodo, ma aumenta le ossessioni , facendola precipitare in un circolo vizioso senza fine. Dovrebbe iniziare a rimandare o eliminare le compulsioni, esponendosi invece gradualmente ai pensieri ossessivi (esposizione con prevenzione della risposta) affinché si spezzi questo circolo vizioso e riesca a permettere all’ansia di abbassarsi senza compiere i rituali e quindi abbassare le ossessioni sul lungo periodo. Buon lavoro.
Dottoressa Gaia Carabelli

Dott.ssa Gaia Carabelli Psicologo a Sesto Calende

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2021

Cara Francesca, Le consiglierei di prendere in considerazione un'altra terapia che possa consentirLe di lavorare in maniera piú profonda sul Suo funzionamento, per trovare il Suo benessere e la Sua serenità. Il perdurare della Sua condizione, nonostante la terapia precedente, fa pensare che qualcosa di inconsapevole dentro Lei é ancora da rivedere.
Modificare gli aspetti di sé é possibile attraverso un lavoro profondo su se stessi, che vada ad elaborare e a riparare le cause di quei meccanismi
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1615 Risposte

869 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18600

psicologi

domande 29700

domande

Risposte 100950

Risposte