Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ho un rapporto conflittuale con la mamma del mio ragazzo

Inviata da Paola · 27 feb 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Sto con il mio ragazzo da un anno e mezzo. Dopo un mese che ci frequentavamo, abbiamo deciso di vivere insieme dai suoi e dai miei genitori per comodità, vista la distanza e la mia scelta di frequentare la stessa università, e desiderio di stare insieme.
Sono piaciuta subito alla madre del mio ragazzo, perché molto educata e disponibile. Abbiamo avuto per diverso tempo un bel rapporto che poi si è incrinato per diverse situazioni che ho vissuto molto male:
1. Seguo una dieta molto sana (vegana con l'aggiunta di pesce) e questo si è rivelato un grosso problema, perché lei si ritiene non in grado di cucinare per me. Spesso quindi cucino io per me, ma questo la fa sentire a disagio.
2. E' una persona invasiva nella nostra vita di coppia. Chiama sempre il figlio per qualsiasi cosa e lui se siamo fuori casa, la chiama spesso, anche solo per tranquillizzarla in quanto lei è molto ansiosa.
3. Ha parlato delle ex del mio ragazzo in maniera molto negativa per cercare di elogiare me. Così facendo, io però ho scoperto dettagli che avrei preferito non sapere e che spesso mi hanno portato a piangere (sono una persona dal grande potenziale, ma molto insicura).
4. Non ama la vita che fa perché ha una madre anziana e due cani (che vivono in appartamento) e questo non le permette di uscire e godersi la vita come vorrebbe, così è sempre molto ansiosa, preoccupata e spesso scazzata ed io, a contatto di persone così, tendo ad isolarmi e stare sulle mie.
5. I due cani non hanno un minimo di educazione, saltano sulla tavola da pranzo, sbavano per casa e spesso vivo in situazioni dove l'igiene scarseggia.
6. Poco prima di Natale, dovevano venire dei
parenti a casa del mio ragazzo e lui non avendo un bel rapporto con loro, le aveva detto che saremmo usciti. Io ho rispettato la volontà del mio ragazzo e non mi sono espressa sui parenti perché non li conosco e non avrebbe avuto senso. Il giorno seguente, il mio ragazzo però si è ammalato ed io sono stata con lui, senza salutare i parenti. Sua madre non mi ha parlato per tutto il giorno e quando io le ho detto che volevo tornare a stare a casa mia, lei si è scusata e si è messa a piangere.

Cosa dovrei fare, secondo voi? Aprire un dialogo con lei oppure scegliere di stare dalla mia famiglia e vederla di meno?
Spero in una vostra risposta e di poter instaurare un percorso insieme ad uno/a psicologo/a competente al mio caso.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 FEB 2017

Gentile Paola,
sembra sia più frequente che sia tu a vivere a casa dei tuoi futuri suoceri piuttosto che il tuo ragazzo a casa dei tuoi genitori.
Questo non ti esime dal giudicare tua suocera invadente senza considerare quanto puoi essere invadente tu con le tue restrizioni alimentari a casa sua.
Quanto alle cattive abitudini dei cani potresti anche far intervenire il tuo ragazzo per correggerle.
Infine, sulla questione dei loro parenti hai fatto male a non salutarli anche se il tuo ragazzo non ha un buon rapporto con loro.
In conclusione, se davvero tieni a questo ragazzo, non è una buona idea quella di prendere le distanze dalla sua famiglia dopo un anno e mezzo di stretto contatto mentre è invece una buona idea quella di intraprendere un percorso di psicoterapia per imparare ad acquisire migliori capacità relazionali in generale e con questa famiglia in particolare.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico,psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6875 Risposte

19176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83450

Risposte