GuidaPsicologi.it
GRATIS - Su Google Play GRATIS - Nell'App Store
Installa Installa

Ho un problema compulsivo e vorrei smettere di fumare e prendere farmaci

Inviata da MICHELA BONCOMPAGNI. 17 mag 2012 11 Risposte

Vorrei sapere se l'ipnosi, visto che le ho provate tutte, mi può aiutare ad eliminare atti compulsivi che non riesco a controllare. Ad esempio, ho lasciato il mio convivente da gennaio 2012 e non riesco a lasciarlo in pace perchè lui si è già rifidanzato ed è molto felice. Gli scrivo sms offensivi o passo spesso da casa sua per vedere se è solo. Premetto, non ne sono più innamorata ma sicuramente dipendente.
Ho la necessità, per me e per lui di smettere questo comportamento che è estremamente fastidioso. Io poi ci sto male (dopo).
Per smettere di fumare e prendere antidepressivi stessa domanda.
Voglio potermi fidare di me e delle mie azioni. Poter riflettere che la cosa è sbagliata e non farla.
Grazie

Argomenti simili

11 Risposte

  • Miglior risposta

    I pensieri ossessivi, e i comportamenti compulsivi che eventualmente ne derivano, sono lo sforzo compiuto dalla mente per gestire stati d'ansia che non trovano una risposta immediata e funzionale. Continuare a concedere ai pensieri e ai comportamenti disfunzionali, apparentemente senza un motivo plausibile, uno spazio sempre più ampio, e compiere azioni che in un secondo momento riconosciamo come chiaramente inutili e/o dannosi per noi e per gli altri, è una condizione che ci illude di sentirci "al lavoro" per gestire lo stato di allarme che genera la frustrazione che avvertiamo. Quindi continuiamo a compiere azioni irrazionali (continuare a fumare anche se sappiamo che ci fa male, continuare a cercare un contatto con l'ex per sentirci ancora ingaggiati in un rapporto che sappiamo già finito, continuare a lavare il nostro corpo e la nostra casa temendo di essere contaminati, etc.) che non ci danno piacere, ma ci offrono un momento di tregua dallo stress che proviamo in virtù delle nostre aspettative frustrate.
    L'ipnosi (attraverso tecniche induttive), piuttosto che la terapia farmacologica (modificando chimicamente le funzioni cerebrali impegnate nel generare certe emozioni) non coinvolgono direttamente il paziente affinché possa maturare la consapevolezza del proprio disagio.
    Nei disturbi ossessivo-compulsivi, studi scientifici hanno dimostrato l'efficacia della psicoterapia cognitivo-comportamentale nello stimolare il paziente a mettere in dubbio la percezione che ha de

    Leggi tutto

    Pubblicato il 19 Maggio 2012

    Logo Centro Unico Psicologia del Dott. Mauro De Luca

    1 Risposta

    1 Valutazione positiva

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 11700 Psicologi a tua disposizione
    • 12050 Domande inviate
    • 57100 Risposte date
    • Buon giorno Michela, le consiglio di chiedere aiuto ad un esperto, si può imparare a gestire le ossessioni e le compulsioni, a non essere più dipendente da una relazione che non funziona, a controllare la voglia di fumare ecc. se è motivata a cambiare, chieda aiuto. Cordiali saluti dott.ssa Silvia Parisi di Torino

      Pubblicato il 24 Maggio 2012

      Logo Dr.ssa Silvia Parisi Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa Torino

      44 Risposte

      26 Valutazioni positive

    • Brava Michela!
      E' un'ottima premessa. Certamente le tecniche ipnotiche hanno una valida efficacia. Lo smettere di fumare dipende da come abbiamo programmato il nostro cervello a farlo e a come abbiamo deciso di non farlo più. Apprendere delle tecniche che la disabituano al fumare è la strategia piu' efficace: raggiunge il suo obiettivo e il feedback importatissimo e primario che si comunica è che può avere il pieno e totale controllo di sè stessa e delle sue azioni.

      Saluti

      Pubblicato il 23 Maggio 2012

      Logo Dott.ssa Roberta De Bellis

      218 Risposte

      114 Valutazioni positive

    • Salve Michela,
      credo che la domanda da porsi in primis sia non tanto se una terapia specifica possa essere utile o meno a lei, ma soprattutto lei vuole modificare tali comportamenti e iniziare finalmente a stare bene.
      Credo che la domanda efficace, sia proprio questa, voglio cambiare e a quale prezzo?
      Premesso questo, vorrei dirle che qualsiasi trattamento possa andare bene per lei, l'importante è che si possa creare un buon rapporto di fiducia e affidabilità nei confronti della terapeuta dalla quale dovrà dipendere all'inizio visto che da sola mi sembra di capire faccia fatica a gestire gli eventi.
      Si ponga queste domande e poi decida in modo consapevole.
      In bocca al lupo
      Angelo Lofino

      Pubblicato il 22 Maggio 2012

      Logo Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta

      13 Risposte

      3 Valutazioni positive

    • Buongiorno Michela, rispetto alla domanda che pone e cioè se l'ipnosi potrebbe aiutarla, le direi che è sicuramente una tecnica che può risultare efficace, ma non è certo l'unica.
      Il problema che descrive potrebbe essere analizzato sotto molti punti di vista e potrebbe avere varie funzioni e significati, per cui penso che un lavoro serio e costante su sè stessa potrebbe aiutarla a capire meglio come mai molte cose sfuggono al suo controllo e alla sua razionalità, migliorare la sua autostima e quindi la fiducia in sè e gestire meglio le relazioni che vive. Tutto questo al di là dell'indirizzo terapeutico o dalle tecniche utilizzate dallo psicoterapeuta; gli strumenti sono vari e diversi, ma l'obiettivo di ogni psicoterapia è quello di aiutare la persona a stare meglio con sè stessa e con gli altri.
      Tanti auguri, cordiali saluti. Dott.ssa Barbara Palladini

      Pubblicato il 21 Maggio 2012

      Logo Palladini Barbara
      Palladini Barbara Peschiera Borromeo

      8 Risposte

      3 Valutazioni positive

    • Carissima Michela,
      per capire i propri comportamenti e poterli poi cambiare, a maggior ragione se appaiono a sè stessi disfunzionali , (ed i suoi comportamenti certamente non la rendono serena ma piuttosto"dipendente") ognuno di noi deve prima di tutto "volerlo". A tale proposito non attribuisca alla tenica terapeutica dell'ipnosi un potre magico, ovvero che potrebbe "riuscire" laddove le sembra di aver
      fallito avendole "tentate tutte". Provi ancora ...nel farsi aiutare dal punto di vista psicoterapeutico ...ma
      questa volta non per tentare ...ma per riuscire. Mille auguri

      Pubblicato il 21 Maggio 2012

      Anonimo
    • Gentile signora Boncopagni
      L'ipnosi si è dimostrata un ottima tecnica per liberarsi dalla dipendenza del tabacco e, se ben applicato, sono sufficienti poche sedute di terapia breve strategica. Certo una volta smesso di fumare lei dovrà sostituire questo dannoso piacere con un piacere più grande; credo che ciò sia in relazione alla propria dipendenza affettiva dal suo ex compagno, per cui dovrà affrontare il tema del suo mondo affettivo relazionale cercando di costruire le proprie sicurezze con una impostazione diversa dei legami affettivi e sentimentali. Per ogni altro chiarimento potrà consultare il mio sito.
      Cordiali saluti
      Dott. Giuseppe Pecere

      Pubblicato il 21 Maggio 2012

      Anonimo
    • Cara Michela, nella sua espressione le ho provate tutte viene fuori grande angoscia ma anche un atteggiamento quasi di fuga da una ricerca di soluzione! forse lei non è ancora pronta, deve essere accompagnata proprio in un percorso per provarle tutte, per concedersi di stare meglio!
      Le consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta proprio per essere aiutata a capire i tentativi che non hanno funzionato sino ad oggi, ma concentrandosi su una svolta nel futuro per la sua vita!
      Un caro saluto!
      dott. Giovanna Ferro - psicologa psicoterapeuta - Savona

      Pubblicato il 20 Maggio 2012

      Logo Dott.ssa Giovanna Ferro

      78 Risposte

      29 Valutazioni positive

    • Cara Michela, cosa vuol dire che "le ha provate tutte"? Sarebbe interessante approfondire anche questo aspetto.
      I comportamenti compulsivi sottendono generalmente il bisogno di dover tenere tutto sotto controlllo e molto altro. Mi sembra comunque che Lei veda il problema con estrema lucidità, dunque Le consiglio una psicoterapia prsso un collega nella sua zona. Cordiali saluti. Dott.ssa Sabina Orlandini.

      Pubblicato il 19 Maggio 2012

      Logo Dott.ssa Sabina Orlandini

      337 Risposte

      134 Valutazioni positive

    • Cara Michela,
      L'ipnosi fa parte delle tecniche che utilizzo tuttavia un mio maestro mi ha sempre insegnato di non utilizzarla mai se c'e un aspettativa magica rispetto a questa. E' una tecnica in cui credo molto, ma appunto e' una tecnica e come tale va inserita all interno della relazione terapeutica e solo dopo che si e' creata una buona alleanza allora si puo' utilizzare. In bocca al lupo e se lo desidera mi contatti per ogni informazione.

      Pubblicato il 18 Maggio 2012

      Cecilia Cimetti
    • Compulsioni e ossessioni sono comportamenti sintomatici, ovvero segnali che una parte "ribelle" di noi invia alla coscienza, una richiesta di attenzione e di intervento. Attenzione ed intervento verso che cosa? Verso esigenze che non sappiamo neanche di avere. Il lavoro psicologico consiste nell'imparare ad ascoltare le nostre parti problematiche, a prendere coscienza dei veri problemi irrisolti, della differenza tra ciò che crediamo e vogliamo essere e ciò che siamo nel profondo. Ossessioni e compulsioni si possono superare, anche senza farmaci, così come si può smettere di fumare e di essere dipendenti dagli altri, entro certi limiti. Nel rapporto con il professionista psicoterapeuta si svelano quelle parti inascoltate del Sé che causano i sintomi e si sviluppano le capacità di riparare ai danni, agli sfregi, che la vita ha impresso nella nostra anima. Con o senza l'ipnosi. Cordiali saluti e auguri.

      Pubblicato il 18 Maggio 2012

      Logo Dr.ssa Emanuela Carosso - Psicologa - Psicoterapeuta

      60 Risposte

      59 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande