Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ho un disturbo alimentare, potete aiutarmi?

Inviata da Giada · 19 gen 2016 Bulimia

Salve a tutti, mi chiamo Giada, ho 18 anni e volevo esporvi il mio problema perché non ce la faccio più. È da ormai quasi due anni che sono bulimica, mi abbuffo e poi corro a vomitare in bagno..Il problema sta diventando difficile da gestire..ormai è diventata una cosa quotidiana..non so più come uscirne..non ne ho parlato con nessuno perché me ne vergogno e ho paura di deludere le persone che mi stanno intorno. Sono molto insicura di me stessa e non mi sento mai abbastanza..questo sta causando problemi anche con il mio ragazzo e con i miei famigliari..con lui sono sempre sospettosa e ho il terrore che mi tradisca trovando qualcuna migliore di me..Sono sempre molto aggressiva..o lo sono troppo o per niente..Non ho una via di mezzo..non so se il mio stato d animo in qualche modo possa centrare con il mio disturbo..ma davvero crescendo il mio carattere sta diventando sempre più difficile..spero potrete aiutarmi in qualche modo. Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 GEN 2016

Buongiorno Giada,
la risposta alla sua richiesta è quella di contattare uno psicoterapeuta che possa aiutarla. La bulimia potrebbe nascondere tratti di personalità che utilizza nella gestione dei rapporti interpersonali e che, come lei stessa ha scritto, compromettono le sue relazioni. Per evitare che la situazione possa peggiorare consulti uno psicoterapeuta.
Un caro saluto e se ha altre domande mi contatti privatamente.

dott.ssa Miolì Chiung
Studio di Psicologia Salem
Milano - Agrate B.za - San Donato M.se

Anonimo-125892 Psicologo a Milano

220 Risposte

912 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 GEN 2016

Gentilissima Giada, sento tutto il suo dolore, la sua fatica e la sua voglia di farcela da sola. Le suggerisco però di considerare che un aiuto professionale le serve per uscire dalla difficoltà in cui si trova. Provi a consultare un professionista, sarebbe un grande passo per Lei per scegliere di prendersi cura di sé accettando che qualcuno si prenda cura professionalmente di Lei!
Carissimi Auguri!
Dott.ssa Piera Campagnoli

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 GEN 2016

Cara Giada,
ti consiglio di contattare uno psicoterapeuta o, meglio, un centro ABA della tua zona. È importante riconoscere e intervenire subito quando è presente un disturbo alimentare per evitare sia danni psicologici di tipo affettivo e relazionale sia danni fisici e nel caso di un disturbo bulimico entrambi potrebbero presentarsi.
Cari saluti
Dott.ssa Carla Francesca Carcione

Dott.ssa Carla Francesca Carcione Psicologo a Capo d'Orlando

263 Risposte

410 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2016

Buongiorno Giada, il problema che presenta (abbuffata-vomito) è ben conosciuto ed è il vomiting; trattabile con ottimi risultati mediante terapia breve strategica (può informarsi sul mio sito o su quello di Arezzo: Centro di Terapia Strategica).
Cordialmente,
Dr. Massimo Botti (può contattarmi privatamente se ritiene)

Dott. Massimo Botti Psicologo a Genova

51 Risposte

24 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 GEN 2016

Cara Giada, la descrizione che dai del Tuo disturbo, identifica, direi esattamente, un problema che affligge molte persone e che è senz'altro affrontabile e risolvibile.
Certo richiede determinazione ed impegno e l'aiuto di un bravo terapeuta.
Ti dico questo per rassicurarTi e per incoraggiarTi ad intrapprendere il percorso psicologico che Ti restituirà la serenità e la gioia di vivere. Con simpatia. Dr. Marco Tartari, Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

722 Risposte

427 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 GEN 2016

Cara Giada, buon giorno!

Credo proprio che sia arrivato il momento per lei di iniziare un percorso di psicoterapia. Percepisco il suo disagio, i suoi timori,le sue preoccupazioni. Questi sono tutti messaggi importanti che valutare bene. Brava ad aver scritto, è un buon passo verso la consapevolezza e sono sicura che affidandosi ad un professionista, può fare un buon lavoro su se stessa. Sono disponibile per ogni sua domanda...

Un caro abbraccio
Dr.ssa Agnese Lanatà
Psicologo clinico/Psicoterapeuta Bologna

Dr.ssa Agnese Lanatà Psicologo a Bologna

20 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2016

Cara Giada, sono contenta che con questa email ti sei aperta rispetto al tuo problema. Immagino quanto tu possa provare vergogna e timore a parlare con qualcuno di quanto vivi eppure i problemi si possono risolvere quando permettiamo anche agli altri di farci aiutare. Fidarsi non è facile per te eppure è il primo passo da fare per prenderti cura di te. Ti invito pertanto a contattare uno psicologo nella tua zona per iniziare un percorso di psicoterapia. Un caro saluto, dott.ssa Maria Giulia Mercuri, Ascoli Piceno e Grottammare

Dott.ssa Mercuri Maria Giulia Psicologo a Ascoli Piceno

20 Risposte

38 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2016

Cara Giada,

ha 18 anni, è maggiorenne; si rivolga a un centro specializzato che tratta queste tematiche.
Un vecchio adagio a me molto caro dice così: "se continui a fare le stesse cose ottieni sempre gli stessi risultati."
Provi a fare qualcosa di diverso, per Lei oggi.

In bocca al lupo e coraggio!

Dott.ssa Cristina Fumi
psicologa psicoterapeuta
Milano

Dott.ssa Cristina Fumi Psicologo a Milano

233 Risposte

229 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 GEN 2016

Cara Giada,
immagino non sia facile convivere con queste emozioni e con questi stati d'animo. Le abbuffate e il vomito sono il suo modo di gestire le emozioni che, attualmente la schiacciano; è per questo che sarebbe fondamentale capire cosa ci sia alla base del suo malessere, quando nascono queste emozioni. Le consiglierei di rivolgersi ad un collega che possa aiutarla ad approfondire la situazione per poi accompagnarla nel suo superamento.
Dott.ssa Milena Barone

Dott.ssa Milena Barone Psicologo a Albignasego

29 Risposte

64 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 GEN 2016

Cara Giada,
di sicuro i tuoi stati d'animo sono correlati ai tuoi disturbi di cui quello bulimico è solo il più preoccupante.
Già i miei colleghi ti hanno spiegato che l'abbuffata è solo una modalità per mettere a tacere l 'urlo di certe emozioni che non trovano altro modo di esprimersi, seguita poi spesso da condotte eliminatorie.
Per questo disturbo e per gli altri aspetti disfunzionali della tua personalità urge una presa in carico da parte di un bravo psicoterapeuta.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
Medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna ( Salerno ).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6838 Risposte

19095 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 GEN 2016

Gentile Giada, da quello che scrive si capisce come la sofferenza provata stia ormai arrivando a livelli insopportabili, soprattutto perchè si rende conto che stanno andando di mezzo tante altre aree della sua vita.
Dal disturbo alimentare è possibile uscire con l'aiuto di un gruppo di professionisti (medico, psicoterapeuta e dietista) che si prendano cura di tutti gli aspetti implicati nel disturbo.
Provi a cercare una struttura nella sua zona di residenza che sia in grado di prenderla in carico. Se ha bisogno di aiuto nell'identificarne alcune mi rendo disponibile ad essere contattata in privato.
Un saluto
Dott.ssa Annalisa Caretti

Studio Dott.ssa Annalisa Caretti Psicologo a Verbania

127 Risposte

107 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 GEN 2016

Cara Giada
sono tante le questioni che metti in campo nelle tue poche righe.
Una cosa è certa non è possibile vivere così tormentati, servono nuove consapevolezze, nuovi modi di fare, nuovi approcci alle cose della vita.
E' arrivato per te il momento di chiamare a raccolta tutte le tue migliori energie e di metterle in campo puntando ad un deciso miglioramento di vita.
Credo che il darti degli obiettivi sia della massima priorità.
Avere una persona vicina che possa aiutarti a vedere i tuoi punti di forza e a darti un poco di carica in più è il regalo migliore che puoi farti.
Questa persona dovrà essere uno psicoterapeuta che, alleandosi con te, ti aiuterà a superare la bulimia e tutte le paure e le insicurezza ad essa correlate.
Non esitare!
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6896 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 GEN 2016

Cara Giada,
posso immaginare i suoi stati d'animo e le sue difficoltà e capisco che con l'andare avanti del tempo lei si possa sentire sempre peggio.
La bulimia è un disagio psicologico rilevante: le abbuffate sono un modo che lei utilizza per compensare momentaneamente i suoi bisogni emozionali ed emotivi, per poi "pentirsene" ed adottare i comportamenti compensatori (quali il vomito). Anche l' aggressività che emerge è collegata al disturbo. I disturbi alimentari, come anche gli altri disturbi psicologici, non vanno assolutamente sottovalutati, a maggior ragione perché le condotte alimentari possono avere ripercussioni gravi sulla salute fisica.
Pertanto le consiglio di parlarne con un professionista, rivolgendosi a un centro per i disturbi alimentari o ad uno psicoterapeuta specializzato in questo tipo di disturbi.
Le faccio i miei migliori auguri
Cordiali saluti
Dott.ssa Angela Beatrice Marino

Dott.ssa Angela Beatrice Marino Psicologo a Arese

49 Risposte

40 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 GEN 2016

Cara Giada,
certo che è possibile aiutarla. Sono molte le strategie efficaci nel suo caso, come ad esempio la terapia ipnotica e strategica.

Mi dica se dico cose che le risuonano: il comportamento bulimico risponde ad un'esigenza di soddisfazione, come se, nonostante i problemi che comporta, avesse una sorta di intenzione positiva.

Leggendo la sua storia, ad esempio, lei parla di insicurezza, rabbia, paura, mi domando quanto il comportamento bulimico possa in un certo qual modo diminuire tutte queste sofferenze, come se andasse a riempire una sorta di "vuoto emotivo" con il cibo.

Comunque, Giada, sicuramente lei può smettere di avere questi tipi di comportamenti, l'importante è trovare il giusto collega, di cui fidarsi, con le competenze adatte alle sue esigenze.

Le faccio i migliori auguri, Lei è giovane, merita di essere felice.

Dott. Amatulli

Dott. Antonio Amatulli hipnoterapeuta Psicologo a Lucca

67 Risposte

102 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Bulimia

Vedere più psicologi specializzati in Bulimia

Altre domande su Bulimia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82150

Risposte