Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ho tradito il mio ragazzo.. come fare?

Inviata da Luigia il 29 giu 2016 Terapia di coppia

Salve,sono una ragazza di 21 anni,frequento la facoltà di medicina e chirurgia,e sono fidanzata da 3 anni e mezzo quasi..
Mi reputo una ragazza molto impulsiva,solare,socievole,determinata,è molto molto sensibile..
Quello che mi è successo in questi giorni mi ha turbata,e non poco.. Il rapporto con il mio ragazzo,nonostante gli alti e i bassi,va ed è andato sempre alla grande.. Ci siamo sempre amati e rispettati tantissimo.. Non ho mai pensato ci fosse la necessità o il bisogno di tradirlo con un'altra persona,ma semplicemente perché non mi faceva e non mi fa mancare nulla..
Non so forse è la monotonia dello studio,delle compagnie,della mia attuale vita in generale che mi ha portato a fare questo (trascorro la maggior parte della giornata in casa a studiare,esco solo nel fine settimana è giusto qualche sera in settimana mi concedo un giro,frequento sempre la stessa cerchia di persone).. Ci ho pensato molto e penso di essermi data una spiegazione a tutto ciò..
Mi è capitato più volte di piacere a qualche ragazzo,nonostante questo ragazzo sapesse che fossi fidanzata.. E non nego che l'idea mi ha sempre fatto molto piacere.. Ma d'altra parte,a chi non piace essere corteggiata? Ma la cosa finiva lì,non è mai andata oltre..
Questa volta è stato diverso.. Ho conosciuto un ragazzo (amici di amici,abbiamo molte,forse troppe amicizie in comune),che esteticamente mi ha colpito dal primo istante.. Tra noi è scoppiata subito una bella sintonia,ci trovavamo a parlare,e avevamo molte cose in comune.. Siamo usciti una sera in gruppo ed è stato tutto normale..
Dopo un paio di settimane con una scusa banale mi contatta,e iniziamo a parlare in maniera blanda,ma con qualche leggera provocazione a sfondo sessuale,mi aveva invitato ad uscire per prendere un caffè ma ho rifiutato.. E non nascondo che la mente diceva tutt altro,ovvero ero molto propensa ad andare,ma ho scelto la cosa più giusta da fare..
Dopo un mesetto siamo riusciti sempre in gruppo,e le provocazioni sono aumentate sempre di più,da parte di entrambi ovviamente,ma la serata scorreva in maniera tranquilla..
Il giorno dopo mi contatta,parliamo.. È lui mi fa capire che è interessato a me, ad uscire DA SOLI.. Ovviamente interessato sessualmente.. Io lo assecondavo,perché in fondo in fondo,andava anche a me vederci.. Sapevo dove voleva arrivare,e cosa sarebbe successo.. Ma il brivido di provare una cosa nuova,di fare sesso con una persona diversa che non fosse il mio ragazzo mi incuriosiva troppo e volevo provare..
Nel frattempo io mi comportavo in maniera insolita con il mio ragazzo.. Lui che mi conosce benissimo aveva avvertito questa mia stranezza e mi chiedeva sempre "ma perché sei strana? Cosa c'è?" Io non me ne rendevo conto di apparire così.. Ma infondo a me qualcosa era cambiato.. Sentivo sensazioni molto molto strane..
Un giorno decidiamo di incontrarci,ci baciamo,preliminari,lo facciamo,ma non va alla grande il rapporto.. Lui ha avuto problemi di erezione,e non è andato a buon fine.. Ma durante tutto il rapporto e ì preliminare lui mi abbracciava e mi baciava sempre.. Cosa che a mio parere non ci sarebbe dovuta essere,dovendo essere un incontro "materiale" diciamo così,senza coinvolgimento emotivo..
Il giorno dopo mi vedo con il mio ragazzo,lui mi guarda e capisce subito che c'è qualcosa che non va,ha un sesto senso assurdo.. E capisce che ho fatto qualcosa.. Io cercavo di tranquillizarmi,di apparire quanto più naturale possibile,ho trovato tutte le giustificazioni possibili di questo mondo per farlo insospettire il meno possibile.. Alla fine mi ha creduto,ma conoscendolo so che nella sua mente c'è il pensiero che l'abbia tradito,ma mi ama così tanto,e si fida così ciecamente di me,che ha messo da parte l'idea del tradimento..
Non riesco a mentire con gli occhio,con la faccia,con le emozioni.. È più forte di me,sono un libro aperto.
Mi sento malissimo per questo che ho fatto,perché io amo troppo il mio ragazzo,non mi serviva fare questo per capirlo.. È stata solo una piccola curiosità..
Ho parlato con il ragazzo promettendoci di non dire nulla a nessuno,perché abbiamo molte amicizie in comune,e se si venisse a sapere sarebbe la fine..
Dato che il rapporto non è andato proprio benissimo,il ragazzo ha chiesto di rivedermi,ma io ho già maturato l'idea di interrompere questa relazione,il gioco non vale la candela...
Riassumendo,è stata una curiosità,una curiosità però che ora mi fa stare malissimo,non so come rimediare a questo per stare in pace con me stessa... Cosa posso fare per tranquillizarmi,per ritrovare la tranquillità interiore?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Luigia...esiste una categoria di persone che si indicano con "emotion seekers", ricercatori di emozioni, ed un po' di questa caratteristica tu evidentemente ce l'hai.
La monotonia degli studi ha probabilmente innescato questa tua piccola caratteristica celata.
In genere, queste persone sono secondogeniti/e. Ma il fatto che il tuo rapporto col tuo ragazzo fisso dura da molto mi pfa pensare che tu non sia una "seeker" di quelle gravi .
Insomma....ora sai di avere anche questo lato della tua personalità. Tutto qui

Emozioni Umane - Dott.ssa Papadia Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

379 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentilissima Luigia,
Non ho ben capito quale è il problema: il fatto di aver tradito il ragazzo? Da quanto ci dice non siete sposati e non c'è un vincolo legale ma solo morale. D'altra parte non c'è nulla di strano che lei venga corteggiata e non c'è nemmeno nulla di sbagliato se lei prova attrazione verso un'altra persona. La domanda piuttosto è: e se con questo ragazzo, al primo appuntamento, le cose fossero andate alla grande? Cosa avrebbe fatto? Come avrebbe proseguito? Credo che il suo timore più grande non riguarda quello che è accaduto, ma il fatto che può accadere ancora, e ciò mette in discussione il rapporto attuale, obbligandola a riflettere sulla solidità della sua relazione di coppia. Ma ciò è anche un'opportunità, perché farlo ora le da la possibilità di vederci più chiaro, indipendentemente da quale sarà la sua decisione futura, buona fortuna,

Dott.ssa Codruta Ileana Terbea Psicologo a Lecce

105 Risposte

186 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Luigia,
mi permetto di essere molto breve... da quanto scrive questo tradimento è stato spinto da una forma di curiosità, ebbene dietro ad una curiosità c'è sempre qualche domanda... quali erano le sue? Forse uesto può aiutarLa a ricostruire il senso del suo gesto.
Un caro saluto

Annalisa Anni
Psicologa Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

914 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19250

domande

Risposte 78200

Risposte