Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ho tradito il mio fidanzato

Inviata da Alessia · 30 set 2016 Terapia di coppia

Salve, è molto che cerco di confrontarmi con più persone sullo sbaglio che ho commesso nei confronti del mio fidanzato. Navigando su internet ho trovato questo sito e spero vivamente che possa essermi d'aiuto. Sono in una relazione da ormai più di cinque anni, ho 19 anni... ma purtroppo ho commesso degli errori nei confronti del mio lui, i primi due anni sono stati meravigliosi, eravamo complici, e davvero ci capivamo con un semplice sguardo. Quando lui iniziò ad essere preso dalla preparazione universitaria e successiva iscrizione, sono capitate delle situazioni spiacevoli, ci siamo allontanati. È come se io fossi divenuta l'ultima ruota del carro, non ero mai abbastanza, paragonava il mio comportamento quotidiano con quello delle sue colleghe universitarie, e ci ho sofferto molto anche perché per il più delle volte non avevo la possibilità di avere un confronto. Dopo un po' cominciai a sentirmi con un mio vecchio amico, abbiamo trascorso gli anni di scuola insieme, ci sentivamo spesso, parlavamo del più e del meno (anche della mia relazione), ed una sera che mi ritrovo il mio amico a casa dopo una discussione successa tra di noi, nel salutarci ci siamo baciati. Dopo quell'episodio abbiamo troncato i rapporti, ma la mia vera relazione era sempre ai ferri corti. Non ero mai abbastanza per lui, non ero magra, né intelligente, non ero spigliata né una persona seria... insomma lui diceva che stava con me per abitudine. Conobbi un altro ragazzo, e purtroppo ho tradito il mio ragazzo di nuovo, a distanza di due anni. Dopo un lungo periodo precisamente un annetto fa la nostra storia è iniziata ad andare bene perché a sua detta, io ero cresciuta, ero più matura e più comprensiva...me ne pento tutt'oggi di ciò che ho fatto perché l'ho amato dal primo giorno fino ad oggi e mi chiedo per quale motivo io abbia commesso una cosa del genere, soprattutto più di una volta. Non voglio giustificarmi dicendo che non mi sentivo abbastanza, pensavo di essere quella giusta per lui, la persona che fosse in grado di capirlo senza neanche una parola. Vorrei solo essere alla sua altezza, vorrei che lui mi desiderasse di più e che cercasse di essere più sensibile. Ne ho parlato di questo e lui mi ha detto che dimostra "l'amore" che prova per me in altri gesti, dandomi consigli e portandomi sulla giusta strada per il mio futuro ed io ne sono veramente grata, anche se però ora come ora penso di non meritarlo. Vorrei ricambiare ciò che lui mi ha dato, ma non penso che si accontenti... spero solo che mi ami come io amo lui, anche perché lo ritengo una persona fondamentale nella mia vita e nel mio futuro, vorrei che mi considerasse tale anche lui. Vorrei tornare indietro e non sbagliare, sarà che non ho mai capito lui, che ho fatto questo errore?
Mi scuso per l'essere prolissa ma ho davvero bisogno di qualcuno che sia in grado di capire perché se provo tutto ciò per lui io abbia fatto una cosa così brutta.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 SET 2016

Gentile Alessia,
penso che il tradimento nasca spesso da bisogni di gratificazione non riconosciuti e non soddisfatti.
Questi bisogni poi possono avere origini lontane nel tempo per carenze affettive anche involontarie e inconsapevoli vissute nel proprio contesto familiare.
D'altra parte tutti possono sbagliare ma la cosa importante è capire lo sbaglio fatto e servirsi di questa comprensione per migliorare la propria vita.
Ora però il problema per te più rilevante penso che sia il senso di colpa che provi per l'errore o gli errori commessi.
Ognuno di noi deve anche imparare ad avere un buon rapporto con se stesso relativamente agli eventuali errori commessi dal momento che non si è infallibili e onnipotenti, motivo per cui occorre anche sapersi perdonare cercando però di imparare delle cose e non commettere più, in seguito, almeno lo stesso sbaglio.
Pertanto, se non hai una struttura eccessivamente rigida, ti invito a perdonarti mettendo a frutto l'insegnamento derivato dall'errore.
Diversamente, per liberarti dal senso di colpa, dovresti rivelare l'accaduto al tuo ragazzo spiegando l'errore con l'esserti sentita trascurata e rischiando però di non essere da lui perdonata.
Necessariamente devi essere tu a valutare (anche conoscendo il tuo ragazzo) quale opzione scegliere e cosa ti fa stare meglio.
Forse può esserti utile anche approfondire la questione con uno psicoterapeuta in un confronto dal vivo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6875 Risposte

19176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 OTT 2016

Cara Alessia,
con tanta consapevolezza e maturità ci racconti la tua storia. Hai 19 anni e il tuo fidanzamento dura da più di 5, ciò significa che è iniziato in un'età in cui eri nel pieno dell'adolescenza. Sai, da 14 a 19 anni si cambia e si matura tantissimo, la personalità prende forma e anche gli aspetti della vita, tra cui le relazioni sociali, si affrontano diversamente.
Purtroppo sai bene che tornare indietro è impossibile; ciò che invece è possibile e, direi, nel tuo caso quasi obbligatorio, è mettere il passato o nel passato. Rimuginare sul perchè tu abbia tradito il tuo fidanzato non ti aiuterà a trovare una risposta e soprattutto avrà come unico effetto quello di turbare la tua relazione nel presente.
Quindi prova a vedere la tua relazione in prospettiva da oggi in poi, mettendo "il passato nel passato". Se questo dovesse esserti eccessivamente difficile al punto da inficiare la tua quotidianità, rivolgiti ad un collega che saprà sicuramente aiutarti in tempi brevi.
Spero di aver risposto alla tua domanda,
un saluto,
dott.ssa M. De Simone

Dott.ssa Michela De Simone Psicologo a Nardò

27 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22400

domande

Risposte 83450

Risposte