Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ho tradito dopo 5 anni di fidanzamento e amo un altro

Inviata da MAR23 il 27 gen 2016 Terapia di coppia

Buongiorno,
Sono una ragazza di 23 anni fidanzata da 5 anni ed intrattengo una relazione con un altro ragazzo da 1 anno. Nonostante i 5 anni di fidanzamento sono ancora vergine e non ho mai intrattenuto rapporti frequenti con il mio fidanzato fino a quando non è entrato quest'altro ragazzo nella mia vita. Siamo compagni universitari e abbiamo iniziato una relazione parlando frequentemente sui social e poi incontrandoci all'università. Ci siamo presto innamorati e abbiamo condiviso momenti molto intimi portandomi dunque a tradire il mio fidanzato. Ad oggi non riesco più a capire cosa voglio. A parte il tradimento voglio comunque molto bene al mio ragazzo e abbiamo costruito tanto insieme ma continuare la relazione nascondendogli il tradimento e magari continuando ad intrattenere un altra relazione non mi sembra giusto. Questa situazione mi fa soffrire di insonnia, ansia e sbalzi d'umore ed in più ha inciso fortemente sulla mia carriera universitaria rallentandomi di molto. Altra verità è che i miei genitori amano il mio ragazzo e non accettano che io lo lasci avendo loro una mentalità molto chiusa. Ho già provato precisamente un anno fa a lasciare il mio ragazzo ma quando ho visto come stava soffrendo e il muro alzato dai miei genitori mi sono bloccata e di nascosto ho continuato ad avere questa relazione. Ho paura di far soffrire queste persone e anche molta paura di lasciare il certo per l'incerto ma questa situazione mi crea grossi malesseri e non riesco a scegliere ed agire.
Ormai mi sembra di vivere solo in una grossa bugia perché mento al mio ragazzo, a questo mio compagno e ai miei genitori (anche sui miei esiti universitari). Forse la paura di deludere è troppa, da un lato voglio lasciarlo e vivermi in serenità questa nuova relazione, dall'altro continuare a stare con il mio fidanzato in serenità, ma senza attrazione fisica, consapevole di pensare sempre ad un altro ma non facendo soffrire nessuno. Aspetto consigli.
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile ragazza,
ti stai ormai rendendo conto che non è possibile andare avanti con questo carico di menzogne addosso perchè diventa sempre più pesante e prima o poi finirà per schiacciarti.
Intanto, per non far soffrire gli altri, sei tu la prima a soffrirne e l'insonnia, l'ansia e gli sbalzi di umore te lo stanno segnalando.
Mi sembra di capire che nemmeno il secondo ragazzo conosce la verità e forse dovresti cominciare a dirla a lui saggiandone le reazioni e regolandoti di conseguenza.
La lotta tra cuore e mente, tra passione e ragione è dura ed è difficile consigliarti cosa fare.
Dalle parole che dici in chiusura del tuo post, mi sembra di capire che all'origine della tua crisi vi è una maggiore attrazione fisica per il secondo ragazzo ed allora ti devi chiedere quanto conta per te l'aspetto fisico in una relazione.
Sulla base della mia esperienza posso dirti che l'aspetto fisico può essere importante ma non è di sicuro la cosa più importante perchè contano molto di più le altre qualità morali e caratteriali.
Una sola cosa è sicura e cioè che non puoi continuare con le menzogne a tempo indeterminato e devi uscire da questa crisi.
Siccome per darti buoni consigli occorrerebbe un contatto diretto e la conoscenza di tanti altri dati e particolari che questo spazio non consente, il suggerimento è di chiedere una consulenza dal vivo e farti guidare da un bravo psicoterapeuta che puoi scegliere da questo portale e che sia vicino al tuo luogo di residenza.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6681 Risposte

18719 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Mar23,

Ognuno è responsabile delle scelte che fa e quando si fa una scelta c'è da considerare che non si ha controllo sui sentimenti e sulle emozioni ma solo sui comportamenti che si attuano. Non si può scegliere di provare un'emozione, le emozioni sono legate agli istinti e ci avvisano sui nostri bisogni.
Questo lo scrivo perché mi colpisce molto quando dici di voler continuare a stare con il tuo fidanzato in serenità, ma senza attrazione fisica, pensando ad un altro. Sono tutte cose che logicamente mi sembra difficile che riescano a stare insieme. Restare con il tuo ragazzo, da quello che scrivi in queste poche righe, dubito che possa portarti serenità, massimo allontana la paura di ferirlo e di contraddire i tuoi genitori, confermando la tua immagine di brava figlia e brava ragazza che non fa soffrire l'altro.
Tu hai diritto di esistere per quello che sei e non hai bisogno di accontentare altre persone.
In tutta questa faccenda è come se tu stessi dicendo a te stessa che accontentare gli altri è più importante che ascoltare te stessa, o almeno questo è quello che mi sono immaginato dalle tue parole.
La scelta quindi è tra vivere per gli altri e per la tua immagine di brava ragazza o soddisfare i tuoi bisogni.

In questo momento difficile credo che un percorso terapeutico potrebbe aiutarti molto.

Rimango a tua disposizione
Dott. Daniele Benedetti

Dott. Daniele Benedetti Psicologo a Firenze

3 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima Mar23,
Innanzitutto grazie per averci scritto e avrei chiesto il nostro aiuto. Questo stesso fatto è un indice importante di quanto la situazione che stai vivendo si stia facendo sempre più insostenibile. Capisco profondamente che vivere a 23 anni chiusa in una morsa di bugie e menzogne che hanno l'unico scopo di compiacere gli altri, di non farli soffrire, ti stia dando l'impressione di soffocare.
Credo che la prima domanda a cui dare una risposta sia "cosa vuole Mar23 per se stessa?" e poi " come fare per poterlo avere?". Un percorso di sostegno psicologico che possa aiutarti a trovare risposte a queste domande e che ti possa aiutare a trovare il modo giusto per affermare te stessa, i tuoi desideri, le tue scelte senza per questo farti sentire in colpa o farti temere di ferire altri, ti aiuterebbe moltissimo a prendere in mano la tua vita. Oggi e in futuro.
Un cordiale saluto,
Dr.ssa Giovanna Pasquarelli

STUDIO P e P delle dottoresse C. Paoloni e G. Pasquarelli Psicologo a Roma

14 Risposte

19 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Mar23,
la sua descrizione della situazione è molto chiara ed esaustiva e rivela notevoli capacità di auto-osservazione. La domanda centrale - "non riesco più a capire cosa voglio" sembra rivelare il nocciolo della questione: cos'è importante nella mia vita? Quali sono i miei valori, progetti, obiettivi? Che peso è giusto che abbiano le aspettative degli altri? Fino a che punto è giusto che segua i miei desideri?
Mi domando se c'è qualcuno attorno a lei che la accompagna in questa difficile fase di definizione di sé, qualcuno a cui non è necessario dire menzogne. Qualche incontro di consulenza potrebbe esserLe utile per fare chiarezza ed arrivare a una decisione rispettosa del suo sentire e degli altri, e a gestirne con equilibrio le eventuali conseguenze.
Cordialmente
Paola Bizzozero

Dott.ssa Paola Bizzozero Psicologo a Bergamo

7 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima,
allora adesso tu devi decidere se, da questo momento in poi e, avendo tu 23 anni, vuoi continuare a vivere la tua vita in coppia con questo ragazzo perché piace ai tuoi genitori e perché se lo lasci lui soffrirebbe (e questo per tutta la vita perché, se vorrai lasciarlo più avanti, le cose saranno ancora peggiori e più traumatiche di ora per loro), oppure vuoi iniziare a pensarti come una ragazza libera di vivere la sua vita, fare delle scelte e delle esperienze.
Quindi, a mio modo di vedere, la tua scelta non è tra l'uno o l'altro ragazzo in questione, ma sul come sentirti e se considerarti persona capace di intendere e di volere o se lasciare ad altri le decisioni della tua vita e della tua felicità.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6784 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile ragazza,
sembra che lei si senta piuttosto incastrata in una situazione da cui non riesce ad uscire. Avrebbe probabilmente bisogno di maggiore sicurezza di sé e di aver più chiaro l'intero quadro, per poter prendere una decisione ponderata e che sia per lei la migliore.

Uno psicologo psicoterapeuta può aiutarla a perseguire ambedue questi obiettivi, andando ad ottimizzare tutte le relazioni in gioco, sia sentimentali che genitoriali, oltre ché aiutarla a riflettere su se stessa, i suoi bisogni e desideri ecc.
La psicoterapia della Gestalt è particolarmente efficace nel trattare i problemi di relazione.

Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

710 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19850

domande

Risposte 79300

Risposte