Ho qualcosa ma non so cos'è ...non sottostimate il problema!

Inviata da Erik97 · 19 gen 2021

Buongiorno,
vorrei raccontarvi la mia storia per cercare di capire se c'è qualcosa che non va come io penso. Sono una ragazza di 23 anni, e negli ultimi anni sono entrata in un circolo vizioso di stress e ansie e non so cos'altro. Al momento la mia situazione è di un forte stress e ansia generale un po' per il lavoro e anche perchè ho comprato casa con il mio ragazzo (stiamo insieme dalla 2 superiore) e penso sia anche normale, ma anche di attacchi di ansia e svenimenti alla vista minima di sangue (tipo nei film) o se succede qualcosa attorno a me o a me direttamente.. tipo ferite o tagli.
Ma partiamo dal principio: sono sempre stata una bambina molto felice con la mia famiglia ho fatto tantissime cose nella mia vita senza però avere mai avuto una passione (so fare un po' di tutto, ma non ho mai coltivato nulla, forse perchè perdo l'interesse dopo qualche periodo..non saprei), l'unica cosa è stata il nuoto agonistico..ma dopo qualche gara mi sono stancata anche di quello. Mi piaceva molto giocare e disegnare, ho fatto sub, lavoravo molto con le mani ..facevo il meccanico da piccola e papà mi faceva giocare con gli attrezzi, facevo le costruzioni, giocavo con le barbie, mi piaceva cucinare (tutt'ora), avevo molta creatività, e adoravo i cartoni animati (come ora).. un punto che potrebbe essere importante, ma come anche molti bambini possono avere, era la scena di biancaneve con il cacciatore, ecco li avevo tantissima paura e mi nascondevo dietro il divano. Il primo svenimento preoccupante comunque l'ho avuto a 2 anni per avere fatto un pianto molto forte per essere caduta da un gioco, i miei non riuscivano a svegliarmi e si sono preoccupati molto quella volta.
Dopo l'episodio non ce ne sono stati altri di svenimenti ma poi ho iniziato le elementari e non ho più voluto mangiare carne al sangue.. prima la mangiavo con gusto ma dalle elementari mai più, io ho in mente una scena di quel periodo che entrai in una macelleria e vidi questi pezzi di carne e mi fecero senso ..poi alle elementari non cucinavano bene e sicuramente questa cosa ha influito a non volerla piu mangiare. Con i miei genitori ci sono stati molti battibecchi su questa cosa.. ogni tanto ci sono tutt'ora quando non voglio nemmeno assaggiare.... Tutta via le elementari si sono concluse bene (anche se non a eccellenti voti), il calvario scolatico è iniziato alla medie ma solo perchè facevo fatica non perchè non avessi la voglia, quella c'è sempre stata tantè che ci stavo male a non essere come le mie compagne molto piu brave di me..Verso la fine delle medie uno dei primi episodi che mi diedero fastidio fu quando venirono i carbinieri a scuola per la sicurezza stradale e fecero vedere i video degli incidenti...io mi ricordo che stetti molto male e dovetti uscire dall'aula. Sempre quell'anno vidi in un film una scena fastidiosa di un uomo che gli veniva rotta una bottigli di vetro in faccia e da quel giorno mi diventò ancora piu dura guardare film violenti. Iniziarono le Superiori e scelsi di diventare disegnatore tecnico, ero l'unica ragazza in classe..non ho mai subito nulla di grave a parte qualche scemenza ogni tanto e devo dire che ho rafforzato molto il mio carattere. A scuola sono sempre migliorata diplomandomi anche con buonissimi voti però nei cinque anni a scuola sono svenuta sempre perchè riproposero la sicurezza stradale e io non ressi le scene dei video dove facevano vedere gli incidenti, un giorno mi rifiutai di vedere il film "il gladiatore!" a scuola perchè avevo paura di svenire e purtroppo che ci crediate o no non l'ho mai visto ancora oggi... (mi iscrissi anche al corso per usare il defibrillatore per cercare di capire se potevo gestire una situazione di stress..il corso andò bene ma non penso mi servì particolarmente a qualcosa)..Anche se a scuola miglioravo ho sempre avuto momenti di forte stress perchè visto il passato delle medie volevo dare sempre di più e non essere mai quella in fondo nella classe. Intanto nei 5 anni, fuori dalla scuola, mi sono successi episodi di svenimento a casa senza motivi ...quante domeniche con le gambe in aria. Oltre tutto iniziando anche i primi esami del sangue la situazione non migliorò perchè svenni molto in quelle situazione (non tanto per paura dell'ago, perchè ho fatto molti piercing e non penso sia quello il motivo, forse mi da fastidio tutt'ora il fatto che mi entrano nella vena) nonostante io dicevo sempre che potevo svenire non mi si dava particolarmente peso alle mie parole e mi lasciavano abbastanza "perdere" alcuni infermirei incompetenti....Le cose sono peggiorate dopo il diploma della matrurità, io inizo a lavorare in uno studio tecnico dove lavoro tutt'ora e mi sono sempre trovata benissimo, un giorno però il capo mi fece fare una "trasferta" in un'altra azienda e li iniziò il calvario, perchè mi trattavano male ed erano super maschilisti, insomma io avevo 18 anni ed ero fragile comunque sia..ogni giorno a casa piangevo e iniziai ad avere problemi di dissenteria probabilmente per l'ansia lavorativiva.. era sempre in bagno per mesi. Arrivai ad un punto di parlare con il capo e farmi spostare da li e tornare in sede e cosi fece... ma da questa situazione di ansia lavorativa non ne sono piu uscita purtroppo e non so come fare, anche se a volte non c'è nulla di cui preoccuparsi io comunque sto male e corro in bagno piu volte anche nella prima ora lavorativa. Intanto al di fuori del lavoro mi sono successi tanti svenimenti per taglietti, ferite innocue e qualche svenimento senza motivo. Gli ultimi sono stati in vacanza in metropolitana (ma forse era lo sbalzo termico? anche se mi sembra facile come risposta perchè è stato dopo gli attentati in spagna magari provavo un senso di pericolo), mi successo dentro un ristorante cinese nei bagni e anche li non so il motivo ..mi è sucesso anche qualche giorno fa il primo attacco di ansia fortissimo, tremavo molto, sudorazione eccessiva e giri alla testa, per una scena di una serie tv dove si è visto molto sangue .. forse mi sono immedesimata nella scena ma non mi so rispondere. Mi successe anche una scena brutta in famiglia.. il giorno del funerale di mio nonno prima di recarci la, la mia cagnolina che era stata operata alla pancia gli si scucirono i punti e gli uscì voi immaginat cosa.. io urlai e meno male mia mamma era in casa che con sangue freddo prese in mano la situazione ... io cercai di reagire chiamando anche i vicini di casa ma barcollavo nel scendere le scale e non mi ricordo nulla... mi ricordo di essermi svegliata sul letto. Per fortuna la cagnolina sta bene ora ma quella scena mi ha traumatizzata abbastanza. Insomma riepilogando faccio una lista di quello che secondo me ha scaturito il mio carattere com'è oggi:
-primi svenimenti da piccola
-non mangio più carne al sangue
-svenimenti alla vista di incidenti stradali (nonostante questo ho preso la patente perchè mi serve la macchina, poi essendo perito meccanico adoro le auto, ma ad una visita dal neurologo anni fa mi dissero che non sapevano se avrei potuto prendere la patente)
-svenimenti a casa senza motivo.. io ho sempre pensato a cali di pressione, ma ora mi viene il dubbio possano essere stati solo quelli
-sveniementi alle analisi del sangue
-attacco d'ansia per un film, forse immedesimandomi nel soggetto.
-svenimento in metropolitana e al ristorante
-disturbo d'ansia per il lavoro , con conseguenti fastidi fisici.
- "depressione" generale .. non so se sono un po' depressa (non so quali sono i sintomi da depressione) ma la senzazione è quella di infelicità generale. Nonostante con il mio ragazzo va benissimo e abbiamo appena acquistato casa ..anzi lui è l'unica cosa che mi fa stare bene. Gli ho parlato di tutti questi problemi e è molto comprensivo .. ha solo paura che se dovesse succedere qualsiasi cosa io sia incapace di reagire alla situazione, o che questa cosa possi in me peggiorare.
- sono andata dal medico di base perchè in questi periodi dormo male, ho problemi intestinali (solo dal lunedi al venerdi..guarda caso) ..ma gli esami delle feci vanno bene e per dormire mi ha dato pastiglie da banco che però non mi fanno nulla, infatti non le prendo più. Con la mia dottoressa di base non ho un rapporto di fiducia, è un po' scorbutica, quindi non le ho raccontato tutti questi problemi ..l'unica cosa che mi disse è che se non mi passava questo stato d'umore di andare dallo psicologo. Io non l'ho presa bene, perchè penso che comunque la famiglia e gli amici ti possano aiutare, e poi ho sempre fatto da sola diciamo ... a volte magari sottostimando il mio problema... ma se ora sono qui a scrivere non lo so più...

Mi dispiace degli errori ortografici, ma ho scritto veloce. Questa è la mia storia aspetto qualche commento se vi va :) Grazie in anticipo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 GEN 2021

Cara Erik97
ho l'impressione che l'evento della macelleria abbia avuto conseguenze traumatizzanti che continuano a manifestarsi tuttora.
Le consiglio di cercare un terapeuta particolarmente esperto in psicotraumatologia.
A tutt'oggi uno degli approcci più validati ed efficaci la Terapia EMDR.
Se entra nel sito ufficiale emdr.it potrà trovare della documentazione con cui farsi una idea.
Inoltre nel sito c'è un motore di ricerca per trovare terapeuti nella Sua zona. Le consiglio di cercare un Practitioner, è la qualifica di colore che hanno un percorso formativo completo.
La saluto cordialmente.

Dott. Ivano Ancora Psicologo a Torino

57 Risposte

32 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 FEB 2021

Salve Erik97,
il suo è chiaramente un disturbo d'ansia. Quelle legate al sangue agli incidenti appartengono all'ambito delle fobie, mentre la dissenteria è un altra forma di ansia che va a prendere il sistema nervoso liscio, in questo casi dell'intestino. Sono difficoltà che si risolvono in terapia. Si fidi , contatti un terapeuta e inizi un percorso ne avrà dei buoni risultati non solo in merito alle fobie ma alla qualità della sua vita.

Dott. Andrea Caso Psicologo a Piano di Sorrento

34 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2021

Gentilissima,
descrive molto bene la sua situazione di sofferenza e soprattutto le correlazioni tra i suoi stati emotivi e le sue reazioni somatiche (intestino, svenimenti, etc...).
Concordo con il collega dott. Ivano Ancora nel consigliarLe un percorso con un professionista che si occupi in particolar modo di trauma e implicazioni pisco somatiche: l' EMDR potrebbe essere un'ottima psicoterapia volta alla desensibilizzazione, associata a pratiche mindfulness per abbassare lo stato di attivazione che prova per arrivare infine ad una nuova narrazione della sua storia personale che con generosità ci ha già donato nelle righe che scrive.
Sicuramente le risorse in lei ci sono per affrontare al meglio tutti quei sintomi che oggi per lei sono diventati disfunzionali.
Si conceda un percorso di psicoterapia: lo merita!
Un caro saluto
Dott.ssa Simona Sola

Dott.ssa Simona Sola Psicologo a Torino

9 Risposte

1 voto positivo

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2021

Carissima, credo che lei abbia qualche fobia dovuta ad un eccesso di ansia. Posso immaginare la continua paura degli svenimenti e della forza di questi timori, tale da causarle queste reazioni. In realtà sono sicura che lei potrebbe con la giusta guida, superare le tutte le sue paure e la sua ansia e quindi vivere più tranquilla e stare bene. Le consiglio qualche incontro con uno psicoterapeuta, che le darà le giuste indicazioni. Io sono a sua disposizione on line quando vuole.
Cari saluti .
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

528 Risposte

255 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2021

Buongiorno carissima, da questa esauriente descrizione mi sembra di capire che ci sia la tendenza a svenire alla vista del sangue, o in ogni caso, sembra che tu sia una ragazza facilmente impressionabile, laddove ti capita di reagire con i classici sintomi dell'ansia ( barcollare, giramenti di testa, ecc.)a tutte quelle situazioni come film violenti, incidenti stradali, ed altro di cui fai l'elenco. Intanto, dal momento che questi svenimenti sono davvero molto frequenti mi chiedo se tu abbia mai fatto degli accertamenti medici. Poiché prima di pensare che siano di natura emotiva bisogna escludere una condizione medica sottostante. Per quanto riguarda invece i problemi intestinali, quelli che hai dal lunedì al venerdì per intenderci, mi sembra palese che siano di natura ansiosa. L'ansia legata al lavoro che fai e, rispetto a questi, potrebbe esserti molto utile qualche seduta di psicoterapia. Un caro saluto, d.ssa Antonella Ricci

Dott.ssa Antonella Ricci Psicologo a Tivoli

120 Risposte

49 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2021

Gentile Erik97,
capisco la sua situazione e non dev’essere facile ogni giorno svegliarsi con queste paure, ma lei fino ad ora è stata molto forte nell’affrontare tutto questo. Aver chiesto aiuto , denota il voler migliorarsi e cambiare per poter iniziare a vivere. Affrontare queste tematiche richiede una buona dose di motivazione e a Lei non manca. Le consiglio, di iniziare un percorso di sostegno psicologico e di affrontare tutti i punti che ha citato nella lista. Sono sicuro che con un po’ di tempo e pazienza riuscirà a superare queste difficoltà e a realizzare i suoi sogni.
Spero di esserle stato di aiuto, per qualsiasi chiarimento resto a disposizione.
Cordialmente
Dr. Mario De Rose

Dr. Mario De Rose Psicologo a Cosenza

25 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2021

Carissima credo che il punto sia apprendere ad affrontare adeguatamente le situazioni di stress che si presentano lungo il cammino davanti ai Suoi occhi. É anche molto importante elaborare tutte quelle esperienze negative che si porta dentro affinché queste non possano piú condizionare la Sua vita in modo negativo. Tutto questo si può fare solo attraverso un lavoro psicologico su se stessi con la guida di un professionista che possa accogliere il Suo malessere e darle modo di sviluppare le giuste risorse e consapevolezza per ripararlo.
Le auguro buona fortuna
Dr. Ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1037 Risposte

680 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2021

Cara Erik sei stata molto dettagliata nel descrivere la situazione. Sicuramente sei una persona molto sensibile ma ti inviterei a parlarne con il medico di base. Conosco diverse persone che svengono alla vista del sangue o a causa di un forte dolore e questo " disturbo" ha un nome specifico. Non è una cosa grave ma saperlo ti farebbe stare un po' più tranquilla. Anche perché la paura che possa ricapitarti attiva il circolo vizioso dell'ansia e quindi la paura della paura. Per quanto riguarda invece, la tua sensibilità può essere una risorsa se impari a gestirla meglio, se riesci "a perdonarti" alcune imperfezioni e ad " affidarti" un po' di più agli altri, nei momenti di bisogno.
Un grosso in bocca al lupo

Attrice Maria Grazia Psicologo a Ravenna

14 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2021

Carissima Erika,
leggere le tue parole mi ha fatto cogliere proprio la tua preoccupazione di base di cui parli. Mi spiace molto che tu ti senta così...
Sei stata in gamba ad aver affrontato tutto da sola fino ad ora, ma forse è arrivato il momento di prendere in considerazione il consiglio della tua dottoressa. Iniziare un percorso psicologico può essere un valido aiuto per sciogliere questi nodi che porti con te da tanto tempo e che ormai reputi parte integrante di te. Sarebbe utile approfondire cosa provi prima e dopo i tuoi svenimenti alla vista del sangue e cosa può aver causato questa reazione. Sono questioni che devono essere affrontate con cautela e delicatezza.
Non abbandonare il desiderio di star bene che adesso senti così forte... cogli l'occasione per chiedere il supporto di un professionista.
Per qualsiasi necessità, resto a tua disposizione
Un caro saluto,
Dott.ssa Federica Beglini

Dott.ssa Federica Beglini Psicologo a Milano

50 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 92000

Risposte