Ho perso una persona a me carissima e mi trovo nella confusione più totale

Inviata da littlepaul20 · 21 feb 2020 Elaborazione del lutto

Salve, ho quasi 21 anni e, sfortunamente, mesi fa ho perso mia madre. Lei per me era tutto, era il mio punto di riferimento, era la persona con la quale trascorrevo la maggior parte del tempo, era quella persona che mi aiutava in qualsiasi ambito, quella che mi sosteneva nonostante tutto e tutti. Insomma, si sa benissimo cosa rappresenta una madre per un figlio.
Da quando se n'è andata ci sono stati vari momenti dove il mio stato d'animo oscillava tra la preoccupazione e la tristezza e la consapevolezza di non essere completamente solo a questo mondo. I primi 3 mesi sostanzialmente sono andato avanti con questa consapevolezza.... ma successivamente il dolore e la tristezza per aver perso questa persona sono venuti a galla. Ogni cosa per me sembra non avere più un senso, la mia quotidianità è cambiata e senza di lei niente è più lo stesso......quel tipico e naturale senso di protezione e sicurezza ormai sembra un lontano miraggio.
Mi è capitato di sviluppare un forte senso d'ansia , cosa che prima non mi capitava quasi mai. A volte mi alzo la mattina con l'ansia che possa succedere qualcosa di brutto, anche se apparentemente così non sembra. E in tutto questo mi è capitata anche una cosa molto strana, ho avvertito qualcosa di insolito, quasi come che il mio corpo si stesse distaccando da se stesso... quest'ultima tuttavia è una sensazione passeggera, un qualcosa che va e viene, oltre a farmi paure e paronoie inutili.
essendo un ragazzo di quasi 21 anni, vivo nella confusione più totale.... obiettivi, amici, progetti.... ormai sono confuso e quello che prima mi sembrava chiaro e limpido ora è soltanto tanta confusione.
Tuttavia, c'è una cosa che ho avuto modo di notare: tutte queste sensazioni, la tristezza, il dolore, l'ansia, sono sensazioni che provo soltanto in determinati contesti, più esattamente i contesti che mi ricordano lei. Se mi trovo con qualcuno fuori da questo contesto, queste sensazioni improvvisamente le avverto molto di meno.
La situazione in famiglia è discreta, mio padre non è molto presente nella mia quotidianità, tranne in alcune occasioni... ho due fratelli più grandi, ma con loro non c'è tantissimo dialogo..... mi sento come in un labirinto senza una via d'uscita, e per di più non riesco a capire questo squilibrio di sensazioni ed emozioni. Grazie per la risposta.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Vedere più psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Altre domande su Elaborazione del lutto

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26450

domande

Risposte 92100

Risposte