Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ho paura di tutto e ho la fobia del vomito

Inviata da Giovanni · 29 gen 2018 Fobie

Mi piacerebbe avere un po' di chiarezza e conforto da Voi Dottori...
Sono più di sei mesi che frequento una psichiatra/psicoterapeuta, stesso tempo che assumo Remeron 30mg prima di andare a letto e Xanax 0,5 mg al mattino/pranzo.
Sono certo di essere emetofobico, tutti i giorni ho paura di mangiare (mangiare troppo, qualcosa di sbagliato, qualcosa di difficoltoso da digerire, ecc). I farmaci antiemetici non mi aiutano più di tanto, Remeron sembrava una panacea a detta dalla mia dottoressa, avrei avuto tanto appetito, mi avrebbe aiutato nell'umore, mi avrebbe fatto aumentare tanto di peso... Purtroppo, tutto ciò non è ancora accaduto.
L'unica paura che non ho, è quella della morte, perché se succede ciò, finirò di soffrire. Invece, alle volte, per esempio, ho paura di fare colazione in un bar, di bere un caffè un po' troppo stimolante, e dover scappare in bagno coi crampi e defecare con urgenza, di godermi una cena assieme a degli amici, perché non so che mangiare, tanto tutto mi resterà sullo stomaco delle ore e avrò difficoltà a digerire, sono disoccupato da poco, ed ora ho paura di trovare un lavoro, e non aver il fisico e le facoltà di reggere i ritmi... Potrei aggiungere tanto altro.
Io non capisco il percorso psicoterapico che sta attuando la mia dottoressa, mi ha consigliato di fare una colonscopia, perché non vedendo miglioramenti con la cura che faccio, vuole escludere che ci sia qualcosa di organico, e questo mi fa paura.
Sono sempre stato molto magro, ora sono alto 170 e peso 50 kg, recentemente, stavo peggio, ero arrivato a 47... Il mio peso massimo è stato 62 kg, a quei tempi ricordo che mangiavo di più e di gusto, mangiavo per il solo puro piacere di mangiare, purtroppo dopo un episodio con forti bruciori di stomaco e dopo di vomito acido (trasparente) una mattina d'estate di 6 anni fa (in quell'occasione mi defecai addosso anche), tutto accantonato come gastroenterite, cosa che io ancora ora, non ci credo, ho perso 10 kg in un mese, ho passato tantissimi mesi con forte diarrea e reflusso gastroesofageo, sempre il terrore del vomito, ma piano piano, con tentativi di scarso risultato con due diversi antidepressivi, smessi praticamente subito, ci sono saltato fuori, ed è andato tutto ok per un paio d'anni, finché l'inverno scorso, il mio compagno vomitò spaventosamente la cena, e dovetti sistemare "le perdite" nel bagno, ricordo ancora ora l'odore e i terrificanti suoni...
Aggiungo che sono 4 anni che mio padre ha avuto un ictus, da all'ora ha PEG e mangia pochissimo, ogni volta che è ora di mangiare, bisogna insistere e spingerlo per poter buttare giù qualche cucchiaio di roba, ma comunque è sostenuto dalla nutrizione sostitutiva... Da due anni vivo col mio compagno, perché la vita familiare è troppo pesante, ma anche vivere a distanza, mi fa pesare tutto, il viaggio per arrivare dai miei, fare compagnia a mio padre, il non essere subito disponibile, è estenuante... Ormai mi pesa anche la vita di coppia, perché quello che fa più lavori di casa sono sempre io, sovente preparo da mangiare, perché lui non è tanto capace, e poi fa sempre casino in cucina, non sopporto nemmeno quando lava i piatti, perché non li sgrassa bene, non li mette nemmeno bene da farli scolare bene... i panni li lavo sempre io e stendo sempre io, perché lui stende in maniera disordinata e non è capace di far andare la lavatrice. Ho anche il suo cane in casa, e sono esausto da tutti i peli che lascia in giro, me li ritrovo addosso, in cucina mentre preparo da mangiare, una volta me ne sono ritrovato uno su per il naso attaccato ad una caccola... Sono esausto dalla mia vita...
Aggiungo che non ho mai avuto granché stima del mio operato e di me stesso, e ultimamente odio ancora di più il mio corpo, eccessivamente magro, con poca forza, i problemi intestinali mi portano ad avere sempre un bagno a disposizione, spesso faccio flatulenza maleodoranti, che il mio compagno mi prende in giro per questo, ma ormai la vivo come una cosa offensiva, darei degli schiaffi a chi continua a dirmi che sono troppo magro, mi domandano se mangio, mi dicono che vorrebbero essere come me, che mi darebbero il loro grasso, bah...
Penso di essermi dilungato fin troppo, buona lettura, a chi si dedicherà.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 DIC 2018

Caro Giovanni,
la sua fobia è solo un sintomo. Bisogna andare alla causa tramite una psicoterapia. Non si capisce bene se la sua psichiatra le stia facendo anche una psicoterapia.

Angelo Feggi

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

722 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2018

Gentile Giovanni,
per essere sicuri che un approccio psicoterapeutico abbia senso vanno assolutamente escluse tutte le cause fiche dei gravi sintomi che descrive. La sua terapeuta sta agendo a questo scopo nel consigliarle gli esami medici. Se le cause fisiche venissero escluse, resterà da fare il lavoro per capire e smantellare i meccanismi che, nel tempo, che immagino tanto, l'hanno portata a reagire, con tutti questi gravi sintomi, alle condizioni che ha vissuto, e che li tengono in azione anche adesso, generalizzandoli a così tanti aspetti della sua vita. Se lo desidera, nessuno le impedisce di contattarmi in privato per una consulenza, ma sono certa che il lavoro con la sua terapeuta sia prezioso e non vada disperso affidandolo a sconosciuti in rete. Quello che fa mettendolo alla prova del pubblico qui, è esso stesso un attacco al percorso che sta facendo: stia attento a non boicottarsi così perché, date le condizioni che ha descritto, ne va della sua vita.
Buona giornata

Daniela Magrì Psicologo a Roma

93 Risposte

38 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21900

domande

Risposte 82550

Risposte