Ho paura di sbagliare...di notte mio figlio cerca la mamma e accorre il papà

Inviata da Elsa · 3 gen 2017 Psicologia sociale e legale

Buongiorno, sono la mamma di un bimbo di 21 mesi. Da quando ha sei mesi sono rientrata per forza al lavoro, esco al mattino alle 6 e rientro spesso non primo delle 17.30, quando mio figlio è già a casa, accudito dai nonni o dalla zia. Il problema è che di notte succede si sveglia e chiami mamma insistentemente. Se non devo lavorare accorro io, diversamente si alza il papà, così da lasciati riposare un po' ( sono una pendolare ad un ora di viaggio dal lavoro). problema è che il bimbo vede arrivare il papà e spesso si dispera, cerca la mamma e urla per poi acquietarsi. Io sono distrutta dal dolore. Ho paura di sbagliare tutto, di non capire e accogliere i suoi bisogni... Di sera quando arrivo vuole solo me, io ci sono , sto con lui e ogni volta che mi cerca sono lì. Sono molto paziente, ai capricci o richieste rispondo con calma chiedendogli a almeno facendogli sentire che ho a cuore i suoi bisogni, anche se a volte devo dire no. Per questi no non provo sensi di colpa... Ma il suo pianto di notte... Mi fa soffrire tremendamente. Vi ringrazio se potrete aiutati e consihliarmi sul da farsi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 GEN 2017

Gentile Elsa,
è evidente che la sua mancata presenza per molte ore al giorno, dovuta al lavoro, non rappresenta per il bambino una situazione ottimale ma a volte non si possono conciliare esigenze contrastanti.
Lei può provare a consultare un sindacato o un esperto in problemi di tutela delle lavoratrici madri per verificare se è possibile chiedere una riduzione del suo orario lavorativo o un temporaneo passaggio al lavoro part-time.
Qualora non fosse possibile ottenere agevolazioni sull'orario lavorativo, non le resta che fare il sacrificio di alzarsi per calmare il bambino quando di notte si sveglia e reclama lei per potersi riaddormentare.
Purtroppo, quando non si può fare il meglio, si cerca di fare il possibile.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6974 Risposte

19369 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2017

Gentile Elsa,
lei ha già capito il problema e ne conosce la soluzione. Il suo bimbo ha solo tanto bisogno della mamma. Per natura i bimbi non dovrebbero essere "divisi" dalla loro mamma per così tante ore prima dei tre anni. Ma il nostro sistema di lavoro non lo permette. E lei e il suo bambino (come moltissime altre coppie madre-figlio) ne vanno a rimettere.
La delusione e il dolore di suo figlio all'arrivo del papà di notte viene manifestato con della sana rabbia. Si organizzi con suo marito per alzarsi lei, anche se il giorno dopo lavora, e soddisfi il bisogno reale e lecito del suo bimbo anche di notte. Quando il suo bambino avrà acquisito veramente la sicurezza che la mamma c'è (anche di notte, in ogni momento in cui lui ne ha bisogno) la smetterà di cercarla (perché "la mamma ce l'ha dentro di sé"). Siate pazienti e accondiscendenti. Son sicura che, anche dal suo letto, comunque, lei si è svegliata nel momento in cui suo figlio urla al vedere il papà, tanto vale che si alzi lei da subito.
Cordiali saluti
Dott.ssa Sabrina Fontolan

Dott.ssa Sabrina Fontolan Psicologo a Piove di Sacco

203 Risposte

233 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GEN 2017

Gentile Elsa, è ammirevole l'aiuto di suo marito nel volerla lasciare riposare la notte e incaricarsi del conforto a suo figlio ma... quando suo figlio piange lei si sveglia comunque quindi potrebbe essere meritevole di prova il capire come lei si sente stando lei con il bambino durante il risveglio notturno. Magari al mattino non sarà stanca come si immagina e magari l'alleggerimento dei sensi di colpa le consentirà di vivere più serenamente questo periodo della vostra vita così importante!
Un grande saluto
Dott.ssa Annalisa Caretti

Studio Dott.ssa Annalisa Caretti Psicologo a Verbania

127 Risposte

107 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Altre domande su Psicologia sociale e legale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84400

Risposte