Ho paura di perdere la mia indipendenza?

Inviata da Valeria · 7 mar 2016 Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiego brevemente:
Ho 19 anni, sono fidanzata da più di un anno. All'inizio (i primi mesi) andava tutto alla grande, dedicavo tutto il mio tempo al mio fidanzato e ne ero ben felice...l'amore aveva quasi i connotati dell'ossessione, non potevo non vedere il mio lui, non sentirlo etc. La passione era alle stelle! Nella mia vita c'era solo lui, ero folgorata. Dopo un anno tutto questo si è molto affievolito e attenuato. Lo amo sempre, però è diverso. Come se non ci fosse più la magia iniziale e subentrasse la routine. A volte addirittura mi sorprendo a pensare ad un ragazzo con cui sono uscita, ma così, senza secondi fini. La passione è un po' scemata. Il problema è che ciò che all'inizio era per me ovvio e assolutamente normale (dedicare tutto il mio tempo a lui, fare rinunce) adesso non lo è più. Essendo una persona gelosa, i primi tempi ho sempre fatto capire al mio ragazzo come potessi rimanere male se ad esempio lui andasse in vacanza con gli amici o facesse un erasmus...adesso però mi rendo conto che questo rapporto per me diventa a tratti limitante e che ho sbagliato ad impostarlo così. Ad esempio, se avessi voglia di fare un erasmus e partire per 3 mesi, non partirei a cuor leggero...ma sarei quasi angosciata...quando ero single ero liberissima di fare ciò che volevo. Anche se adesso mi andasse di uscire con le amiche di sera, mi autolimito! Tutt'al più prendo un caffè di pomeriggio...insomma, il mio lui non mi impedisce di fare ciò che voglio,ma sono io stessa che mi limito, forse anche lui inconsciamente mi da modo di farlo, non so.
Io lo amo, però mi mette ansia l'idea che possa perdere la mia libertà, la mia libertà di scegliere e decidere, la mia indipendenza... a volte lui fa progetti di convivenza, matrimonio (è più adulto di me, ha 25 anni)...io ne sono felice ma a volte sento una morsa al cuore! Ho paura di perderlo...ma ho paura anche che alla lunga questo rapporto mi fagociti. Cosa devo fare?
Preciso che tutto sommato non ho delle limitazioni chissà come ampie...ma mi capita a volte di rimpiangere la vita da single, perché qualunque rapporto secondo me è sempre un po' limitante, di per se.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 MAR 2016

Gentile Zaira,
dici che ami il tuo fidanzato ma ti mette ansia l'idea di perdere libertà e indipendenza e questo è il tuo tormentone.
Penso che in un rapporto di coppia felice e appagante è automatico e inevitabile perdere in parte libertà e indipendenza e sono d'accordo con te quando dici che "qualunque rapporto è sempre un pò limitante" ma questo non dovrebbe essere un problema perchè se da una parte si perde un pò di indipendenza contemporaneamente si perde anche un pò di solitudine e si guadagna la risorsa della compagnia e di un'altra fonte di energia e benessere.
Quanto all'evoluzione di una relazione è anche abbastanza normale che l'entusiasmo emotivo iniziale lasci poi man mano il posto ad un amore meno idealizzato e più maturo ma non per questo meno forte.
Ritengo che un sostegno psicologico ti possa aiutare a non perdere le coordinate e a non smarrirti in quei dubbi che la tua giovane età ti propone e che puoi avere difficoltà a sciogliere da sola.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6918 Risposte

19228 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAR 2016

Cara Zaira
questa che lei descrive è la classica situazione in cui ci si trova quando si imposta una relazione sui limiti.
Certo che i limiti imposti a lui ricadono ora su di lei e tanto più questi sono stati posti in modo rigido, quanto più la rigidità si impone anche a lei nelle sue scelte.
E' ovvio che tutto questo è alquanto assurdo, soprattutto trattandosi di due persone giovani che hanno bisogno di crescere e non solo per fare esperienze personali, ma anche per costruire le loro competenze, raffinare gli studi e tutto il resto...e non sono cose da poco.
Certo all'inizio di un rapporto la "folgorazione" (come lei la chiama) da un lato, e l'insicurezza dall'altro, portano a questi errori, ma, ora che lei dell'errore si è accorta, meglio non perseverare e far in modo che la relazione torni a respirare.
Lei deve molto lavorare sulla sua insicurezza.
Un caro saluto
Dott Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6941 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 MAR 2016

Gentile Zaira, hai centrato perfettamente la questione. Ogni rapporto è limitante. Da una parte è vero. Ma quanto è bello avere accanto una persona che ci ama e da amare? Naturale pure che nel tempo un rapporto cambi. Spesso si cambia idea nel giro di qualche ora, figurarsi nel giro di mesi. Se comunque senti di amarlo e la cosa è ricambiata vivi la tua storia. Quando sentirete che non c'è nulla da perdere ad allontanarvi verrà naturale e tutto accadrà, probabilmente senza soffrire più di tanto.
Penso che sia fantastica la possibilità di vivere questi momenti. Scoprire l'amore, il rapporto con la persona amata. Scoprire aspetti di sé che non sospettavamo esistessero, eppure sono lì. Scrivi pure se vuoi continuare a condividere ciò che senti.
Cordialmente, dottor Antonino Savasta.

Dottor Antonino Savasta Psicologo Clinico Psicologo a Pistoia

144 Risposte

130 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 MAR 2016

Cara Zaira,
Innanzitutto vorrei farti una domanda: questa è la prima storia che hai?
Sei molto giovane e le tue paure sono più che giustificate, lo sono a maggior ragione se questa è la tua prima storia e ti trovi a confrontarti con una realtà a cui non eri abituata.
Le sensazioni iniziali di cui parli sono caratteristiche del momento in cui ci innamoriamo di una persona, sentiamo come se non potessimo fare a meno di vederlo, sentirlo e stargli vicino. Con il passare del tempo queste folgoranti sensazioni tendono ad attenuarsi, per fare spazio ad un amore più consapevole, meno idealizzato e più reale. Iniziamo a vedere la persona per quella che è, con i suoi pregi e difetti e quei difetti, a volte, ci mettono di fronte alla domanda "ma sono ancora innamorata di lui?".
Nei momenti in cui si avverte una crisi si tende a distrarsi un pò dalla storia e rifugiarsi in pensieri che riguardano un'altra persona, che magari al momento ti attira perchè ha verso di te quelle attenzioni che ricevi in misura minore dal tuo ragazzo.
Il mio consiglio è di parlarne con il tuo ragazzo, raccontagli come ti senti, forse per te il parlare di matrimonio e figli è prematuro, può farti sentire soffocata da progetti e responsabilità che al momento non competono con la tua giovane età.

Quello che stai vivendo fa parte della tua crescita e ammettere all'interno della coppia di avvertire un problema e di volerlo risolvere insieme ti rende di certo più matura e motivata a voler continuare il percorso che avete scelto.

Rimango a disposizione per dubbi e incertezze.
Ti auguro il meglio.
Un caro saluto,
Dott.ssa Annalisa Foti - Psicologa (Roma)

Dott.ssa Annalisa Foti Psicologo a Roma

22 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte