Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ho paura di passare alla terapia in studio!

Inviata da miriam27 il 5 nov 2018 Fobie

Buongiorno,
da diversi mesi, a causa di una fobia sociale, sono in cura presso una psicologa che viene a casa mia per la terapia. La terapia a domicilio è molto comoda e mi sta aiutando molto a superare la mia fobia. Adesso, secondo la psicologa è arrivato il momento di passare alla terapia in studio…so che sono pronta ma, allo stesso tempo, ho paura…cosa dovrei fare? chiedo alla mia psicologa di continuare con la terapia a domicilio?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Miriam,
il modo migliore per provare a fronteggiare la situazione sarebbe quello di fidarsi della sua Psicologa e del percorso che insieme avete intrapreso. È comprensibile che la paura le crei delle difficoltà, ma deve cercare di avere dei pensieri positivi per mettere in pratica il lavoro che sta svolgendo. In ogni caso le consiglio di parlare alla sua Psicologa di questo suo timore, in modo che insieme possiate individuare il modo migliore per affrontare il problema.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Dott. Damiano Colamonico Psicologo a Torino

643 Risposte

1115 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Miram, i suoi timori di passare alla terapia in studio sono leciti e prevedibili. Tuttavia, il concetto generale da considerare è questo: più immagina di avere difficoltà e di non potercela fare (in qualunque contesto e situazione, in questo caso nell'esposizione allo studio della collega) e più il suo sistema emotivo torna alle solite difese (che, comunque, fino ad un certo punto hanno funzionato), irrigidendosi e non permettendo un cambiamento. Proprio in questi momenti, e con l'aiuto della terapeuta, potrebbe essere utile "andare verso" la potenziale sofferenza piuttosto che evitarla. Questo proprio affinché il suo sistema emotivo (prima) e lei (subito dopo) abbiate una consapevolezza del fare (comportamenti diversi) e dello stare (nel dolore) che le restituisca nuove informazioni su di Sé, con una immagine di lei più completa e complessa, con l'attivazione o ri-attivazione di risorse che non pensava di avere, con una maggiore sicurezza personale ed un senso di evoluzione generativa che può diventare la base per gli ulteriori e futuri progressi. La terapia, tra gli svariati obiettivi, ha anche quello di far provare ciò che si teme ma in una situazione relazionale protetta, dove si può decidere di avanzare o fermarsi a seconda dei suoi vissuti ed al cui interno lei deve poter sentiri in grado di affrontare qualcosa di diverso.
Buona fortuna,
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

676 Risposte

976 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Miriam, credo che sia giusto considerare questa nuova esperienza sia in termini di benessere personale sia di evoluzione terapeutica. Se la sua terapeuta gliel'ha proposto, evidentemente, ritiene sia il momento giusto. Almeno ci provi, altrimenti può sempre riconsiderare di tornare alla terapia domiciliare.
Saluti
Virginia Valentino

Dott.ssa Virginia Valentino Psicologo a Avellino

71 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Miriam,
La sua domanda è complessa e, probabilmente, non è così facile e immediato trovare una risposta.
Lo scopo di una psicoterapia è quello di andare avanti, di superare le proprie paure e difficoltà, ma sempre seguendo i propri tempi e senza forzarsi eccessivamente.
Io le consiglierei dunque di parlare con la sua terapeuta di questa paura che lei ha di passare alla terapia in studio. Sicuramente insieme troverete il modo di superare questo ostacolo.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Federica Casale - Psicologa e Psicoterapeuta

Dott.ssa Federica Casale - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Torino

51 Risposte

85 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Miriam, capisco che può spaventarti l’idea di uscire, ma ti consiglierei di provare ad avere fiducia nella psicologa e comunque di comunicarle ogni tuo malessere se vedrai che hai bisogno di più tempo. Un abbraccio

Dott.ssa Silvia Manai Psicologo a Roma

14 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno. Secondo me si deve fidare della sua terapeuta. I colloqui domiciliari per la sua patologia stanno probabilmente diventando complici della patologia stessa. La scelta è la sua. O rimanere così per tutta la vita o fare il salto di qualità.
Cordialmente
Dott.ssa Anna Maria Rita Masin

Dott.ssa Masin Anna Maria Rita Psicologo a Cerveteri

74 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Miriam,

La sua paura è più che comprensibile, tuttavia lei stessa sa, infondo, di essere pronta.
Provi a discutere con la collega ed esprima le sue preoccupazione.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, mi scriva
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1545 Risposte

1138 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte