Ho paura di non riconoscermi più

Inviata da Matteo Sgarbi · 7 feb 2020 Ipocondria

Salve vengo da una fase di forte ipocondria complice lo stress, il cambio città (mi sono trasferito in un grande centro) e l'ansia. In questo periodo mi ero convinto di avere delle malattie neurodegenerative come la sla o la sclerosi, e questo mi ha portato a fare diverse visite, complici alcuni sintomucci smentiti appunto da diverse visite. Mi hanno detto di avere disturbo d'ansia con somatizzazione. Appena trasferito ho accusato attacchi di panico e di conseguenza ho iniziato un percorso con uno psicologo. Nel periodo scorso ho avuto diversi sintomi di somatizzazione come vertigini scarsa capacità di concentrazione, cose che piano piano ho superato. Ora però mi trovo in una fase ancora peggiore, ovvero non mi sento più io, è come se mi sentissi a disagio nel vedere in prima persona e nello stare nel mio corpo. Ho paura di non riconoscermi più e di sfociare magari a causa di tutto questo rimuginare in una malattia mentale come la schizofrenia o il bipolarismo. Ho 22 anni

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 FEB 2020

Gentile Matteo, mi sento di rassicurarla: è molto difficile che i suoi sintomi possano sfociare nella schizofrenia, il cui esordio è quasi sempre prima dei 22 anni, ed anche rispetto al bipolarismo le considerazioni sono analoghe. Confermo il parere dei Colleghi: trovi un/ a terapeuta rinomata e stimata e si affidi per un periodo, interamente. Un aspetto spesso trascurato è la dieta: un regime troppo ricco di carboidrati può peggiorare enormemente i sintomi, così come la carenza di vitamine. Molte persone sono state meglio con complesso vitaminico B e magnesio ad alte dosi. Lo spazio non mi permette di approfondire. Sono uno psicologo naturopata. Resto a disposizione.
Cordiali saluti
LT

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1011 Risposte

423 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 FEB 2020

Gentile Matteo,
a mio avviso il fattore scatenante è il trasferimento con conseguente cambio casa che si connette fortemente al senso di disorientamento e di non riconoscersi più che descrive.
È chiaro che deve approfondire e lavorare su sé stesso per dare un senso a questi segnali di malessere espressi nel corpo. Sta rimettendo in gioco la sua identità in questa fase di vita ed evidentemente ha bisogno di un aiuto per affrontare ciò in modo consapevole.
Dal mio punto di vista le consiglio una Psicoterapia psicoanalitica nella quale può fare un lavoro più profondo e raccoglierne i frutti nel tempo. Resto a disposizione,
Cordiali saluti
Dott.ssa Valeria Mavilia

Dott.ssa Valeria Mavilia Psicologo a Spadafora

115 Risposte

73 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 FEB 2020

Caro Matteo, i sintomi che descrive richiedono una presa in carico e un trattamento adeguato: lei è ancora in cura con il precedente psicologo? Ne ha parlato con lui?
Dott.ssa Michela Roselli

Dott.ssa Michela Roselli Psicologo a Aprilia

134 Risposte

50 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 FEB 2020

Salve Matteo, il ciclo vizioso della ipocondria è veramente difficile da gestire nella vita quotidiana. Immagino che lei soffra tanto. Pertanto la invito a considerare l'idea di farsi aiutare perché ne esistono tanti di approcci validi, in primis quello cognitivo comportamentale, che potrebbero aiutarla a dare un significato ad alcuni dei suoi pensieri o paure e gestire al meglio i sintomi.
Se avesse bisogno di ulteriori info, può scrivermi.
Saluti

Dott.ssa Virginia Valentino Psicologo a Avellino

76 Risposte

25 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 FEB 2020

L'ipocondria può essere trattata in modo efficace come un particolare tipo di fobia che necessitano di un percorso in cui il paziente collabori nel trovare le modalità che mette in atto inconsapevolmente per gestire il problema. Da queste partire per un percorso breve di sblocco delle soluzioni disfunzionali.
A disposizione

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

326 Risposte

129 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 FEB 2020

Gentile Matteo, l’ansia è un segnale di un disagio interiore che va conosciuto nella sua origine, le manifestazioni fisiche di cui scrive evidenziano il coinvolgimento del corpo e del pensiero. Apra una finestra sulla sua parte psichica con un aiuto psicoterapeutico, l’aiuterà a conoscere e affrontare il suo disagio.
Disponibile per approfondimenti
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

504 Risposte

175 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 FEB 2020

Buongiorno Matteo,

mi preme domandarle: lei ha parlato con il suo psicologo di queste preoccupazioni? Come mai sente il bisogno di ascoltare altri punti di vista?
Le faccio queste domande perché la sintomatologia da lei esposta richiede di essere presa in considerazione da uno specialista e lei ha la possibilità di servirsi di questo aiuto.
Piuttosto, se fatica a nutrire fiducia nel rapporto terapeutico che sta intessendo e sente la necessità di avere altre opinioni, non esiti a prendersi carico della sua situazione personalmente ed a contattare altri esperti con cui potersi confrontare e stabilire un rapporto di alleanza e fiducia.
Rimango disponibile per chiarimenti.

Cordiali saluti,
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

695 Risposte

330 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ipocondria

Vedere più psicologi specializzati in Ipocondria

Altre domande su Ipocondria

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18600

psicologi

domande 29600

domande

Risposte 100800

Risposte