ho paura di non essere etero

Inviata da Annabelle · 11 mar 2021

Buongiorno, ho 17 anni e da due mesi circa la mia vita è un completo inferno, non riesco più a fare nulla neanche dormire infatti vi sto scrivendo alle 4 del mattino;
nella mia vita sono da sempre stata una persona estremamente ansiosa e cercavo una sorta di rassicurazione in dei rituali che mi imponevo da sola, fin da bambina, ho avuto diverse paranoie in passato ad esempio l'anno scorso ero convinta di avere un tumore e cercavo su internet ogni minimo sintomo finche non sono andata a fare delle visite, e anche se i risultati erano negativi non mi fidavo e avevo sempre una vocina che mi diceva "magari ti è venuto in questi giorni" e quindi gli esami medici non erano più validi per me, dopo qualche mese sono riuscita a smettere di pensarci.
Intorno al mese di gennaio però mi è sorto un altro quesito ovvero "e se fossi lesbica" questa domanda mi ha logorata dentro e non ne so assolutamente il motivo, io sono sempre stata molto aperta mentalmente ma comunque questo pensiero mi tormenta, nello stesso modo in cui mi tormentava l'idea di avere un tumore.
Ho sempre avuto una scarsa autostima e quindi da una parte ho sempre evitato i ragazzi per paura di non essere ricambiata ma ho comunque avuto una serie infinita di cotte (ero e sono tuttora convinta che fossero vero amore e non semplici cotte), non mi sono mai innamorata di una donna o di una mia amica che io ricordi;
Da bambina non socializzavo con i maschietti ma solo con le femmine e non ne ho mai capito il motivo.
sempre all'asilo mi ricordo di aver baciato una mia amichetta perché volevamo "scoprire" cosa si provava e ora questa cosa mi logora. Per quanto riguarda il genere maschile non ho mai avuto nessun tipo di "esperienza" se così si può dire. Mi ricordo anche che ero follemente innamorata di mio cugino più grande e non mi sono mai spiegata il motivo; In passato mi è anche capitato di sognare di baciare/fare l'amore con una donna e mi ricordo di essermi svegliata abbastanza eccitata e questa cosa mi spaventa da morire, potrebbe essere il mio subconscio che vuole dirmi qualcosa? premetto che non ho mai giudicato un ragazzo dall'apparenza infatti mi sono spesso innamorata di ragazzi considerati anche "bruttini" mentre quelli che piacevano a tutte non mi hanno mai presa particolarmente, devo per forza aver prima conosciuto un ragazzo per innamorarmene, raramente ha funzionato l'amore a prima vista su di me. Mi ricordo anche di aver visto un filmino un po' a luci rosse dove c'erano due donne che avevano un rapporto e ricordo di essermi eccitata abbastanza ma non ci ho mai dato troppo peso perché ho sempre pensato che l'amore fosse una cosa e il sesso un'altra, ma ora ho il terrore di sbagliarmi.
Da quando ho queste ansie mi continuo a testare chiedendomi se starei con quell'uomo o quella donna che ho visto in tv o per strada, ma da un mesetto a questa parte è come se i ragazzi non mi interessassero più anzi mi fa quasi ribrezzo l'idea di baciare un uomo anche se non ne ho mai baciato uno e non so cosa si provi nell'effettivo. Non mi riconosco più, io ho sempre voluto aver un marito e dei figli e la paura che questa situazione non se ne vada mai più mi uccide. Da quando ho questi pensieri ho fatto spesso sogni omosessuali e la cosa mi spaventa da morire, una persona etero non farebbe mai sogni del genere.
Con una donna non riuscirei ad avere una relazione se non di amicizia ma quando me lo ripeto è come se ci fosse una vocina che mi ripete "non è vero" "stai mentendo a te stessa" ma io so che è così, non mi sembra possibile innamorarmi di una donna, ma da qualche mese mi sembra anche impossibile trovare attraente un uomo, mi sento come l'unica lesbica a cui non piacciono le donne che rimarrà intrappolata per tutta la vita.
scusate per il testo lungo eterno e eventuali errori ripeto che sono le 4 del mattino e non dormo da qualche giorno, grazie in anticipo!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 MAR 2021

Cara Annabelle,
vedo che hai 17 anni e stai vivendo un periodo estremamente complesso. E' proprio alla tua età infatti che si cerca di affermare la propria identità, di darsi dei chiari ed evidenti confini, di definirsi per sé e per gli altri.
A volte questa ricerca di chi siamo è complessa e ci porta a cercare di inserirci a tutti i costi in un'etichetta che ci aiuti a sentirci parte di una categoria.
L'orientamento sessuale è una caratteristica della persona che pensiamo sia rigida e fissa, è così e non cambia. In realtà il percorso che porta ad innamorarci o a essere attratti da qualcuno è suscettibile di mille variabili e il genere dell'altra persona è solo uno dei tanti aspetti.
Allo stesso tempo capita che ci immaginiamo la vita, ci costruiamo dei progetti futuri che rispettano degli standard e delle aspettative socialmente condivise: essere una brava moglie, una madre, avere un marito e dei figli. Sono, ovviamente, dei sogni e dei desideri, ma crescendo ci rendiamo conto che la vita non viaggia su un binario predeterminato ma si costruisce passo dopo passo, come un viaggio senza una meta certa.
Non forzarti a cercare necessariamente un'etichetta che ti descriva: senti ciò che senti, lascia che le tue emozioni ti appartengano senza temere che queste significhino per forza una cosa o un'altra.
Vivendo e crescendo imparerai a conoscerti, e non sarai gay o etero o bionda o mora, sarai te stessa e questo è ciò che conta.

Se avessi bisogno sono a tua disposizione
Dott.ssa Morena Galassi

Dott.ssa Morena A. Galassi Psicologo a Torino

40 Risposte

48 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 28950

domande

Risposte 99050

Risposte