Ho paura di morire?

Inviata da Luisa il 26 mar 2016 Fobie

Buonasera a tutti, ho paura di morire. È da circa 6 mesi che soffro d'ansia, peggiora giorno dopo giorno.
Ho sempre sofferto d'ansia, magari per un compito, interrogazioni, esami scolastici... ho sempre avuto paura di affrontare queste cose, ma si trattava di sintomi che duravano quel giorno e che finivano li. È da 6 mesi invece che vivo il mio inferno... sintomi che non mi lasciano un giorno in pace. Tutto inizia dopo una rottura con un ragazzo a cui ero legata ormai da 2 anni, inizio a star male anche se a me non sembrava e, mentre stavo per entrare tranquillamente a scuola con la mia amica, mi sento totalmente la testa vuota e la sensazione di poter svenire... quando mi succede, manca solo che io possa sbattere a terra, ma poi ho tutti i sintomi! Da quel momento, inizio a spaventarmi e non vivere la mia vita come prima: ogni giorno ho dei giramenti, sensazioni di svenimento, vertigini, alcune volte nausea, mal di testa, nodo alla gola, sensazione di non riuscire a respirare.
Presa dal panico, un giorno decido di farmi portare al pronto soccorso (il giorno di Halloween), mi fanno un prelievo (tutto ok), misurano la pressione ma era alta perché ero totalmente agitata, mi fanno una flebo di acqua e zucchero per calmarmi e torno a casa. Per un paio di settimane io finalmente riesco a star bene e a non avere sintomi. Dopo un po' torna tutto. Vado dal mio medico curante che mi prescrive delle gocce per l'ansia che non mi fanno nessun effetto.. per calmarmi, decide di prescrivermi una risonanza magnetica alla testa, ma niente... non avevo un bel niente. A quel punto mi prescrive delle pillole alle erbe per vedere se potevano darmi un sollievo, le prendevo quando arrivavo a scuola e sinceramente andava molto meglio rispetto a prima.. durante la giornata almeno un sintomo dovevo averlo, ma passava in fretta. Quando mi finisce il pacchettino, decido di non ricomprarle perché avevo paura di diventare dipendente. Dopo un certo periodo però si aggiunge un sintomo che mi spaventa: dolore al petto, lieve ma continuo.
Nel periodo natalizio allora torno al pronto soccorso, mi fanno l'elettrocardiogramma ma era tutto assolutamente nella norma e mi dicono che la mia era tutta ansia, avevo bisogno solo delle sedute dallo psicologo per riuscire a star bene. I miei purtroppo non navigano nell'oro e non potevo permettermelo, quindi cercai di tranquillizzarmi e non pensarci. Nei mesi di Gennaio e inizio Febbraio sono stata tranquilla, stavo male solo quando frequentavo luoghi affollati perché mi girava la testa solo all'inizio e poi passava tutto. Il problema è che verso metà febbraio, periodo di stress scolastico, torna l'ansia con tutti i sintomi, il dottore mi prescrive l'ansiorem e, anche in questo caso, le prendo fin quando il pacchetto finisce perché ne ero quasi dipendente. Da quel momento i miei sintomi fortunatamente spariscono (ho sensazioni di svenimento solo nei luoghi affollati come i centri commerciali), ma ne resta uno che non si toglie ed è il motivo per cui ho paura di morire... il dolore al petto. Non so descrivervi cosa e quanto faccia male, è da circa un mese che mi fa male, tutti i giorni! È un dolore che però va e viene, non è continuo, ce l'ho solo in alcuni momenti della giornata.. di solito colpisce il centro.. più che dolore è un fastidio perché è lieve, qualcosa di sopportabile, il problema è che alcune volte succede una cosa che mi spaventa (mi succede 1 volta ogni 2 settimane circa), ovvero dal centro si sposta nel seno sinistro, proprio nel seno, quasi nel capezzolo!! E quando prende li fa male, davvero male, dura 5 minuti circa ma fa male! Non so più cosa pensare.. anche adesso ho un dolore al centro del petto, ho paura di poter morire d'infarto... ho qualcosa di grave che non riesco a capire? O è ansia?
Prima ero al centro commerciale con mio fratello e mi sentivo svenire con un dolore al petto..perché devo stare così male? Lunedì è Pasquetta, ho il terrore di andare in pineta con i miei amici per paura di sentirmi male, siamo 30 persone... cosa posso fare? Sono disperata e nessuno mi capisce :(
P.s.= scusate se ho scritto troppo e Buona Pasqua... vi ringrazio anticipatamente per le risposte.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Luisa
voglio dirti che mi sento vicina a te e alla tua sofferenza e credo che sia forte perché per una ragazza giovane affrontare scuola, esami, studio, con questa sofferenza interiore è una cosa pesante.
Come vedi ho parlato di sofferenza interiore e non di sintomi; i sintomi che descrivi, a mio parere, rappresentano la parte esterna del problema, il problema vero è la tua "ferita d'amore" che ti ha resa fragile ed insicura e che ora si esprime con questa malinconia, dolore al cuore e paura della morte.
Qui possiamo intendere la paura della morte come espressione massima di ogni perdita e della perdita di ogni forza vitale; (dimmi un po'...quanto amavi questo ragazzo?).
Hai molto bisogno di elaborare il trauma per la perdita del tuo ragazzo e recuperare grande fiducia in te stessa e nei rapporti sentimentali e umani.
Cerca di farti aiutare da uno psicoterapeuta e, in generale, cerca di aprirti anche aiutando qualcuno in difficoltà, servirà a tornare fiduciosa.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6695 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Luisa,
i sintomi che lei descrive ed escluse, come sembra, cause organiche, sembrano proprio corrispondere all'attacco di panico. Tra le altre cose, anche la paura di morire e la paura di provare nuovamente quelle strane ed incontrollabili sensazioni, caratterizzano la maggior parte delle persone che provano o hanno provato gli attacchi di panico.
Provi a parlare con il suo medico di famiglia, in primis per questo forte dolore al petto che spesso prova, per verificare se sia necessario effettuare ulteriori esami diagnostici allo scopo di escludere qualsiasi tipo di causa organica; in seconda battuta, provi a farsi consigliare qualche struttura pubblica dove potrà trovare supporto psicologico per i suoi problemi di ansia e panico.
Rimango a disposizione per eventuali chiarimenti.
Cordiali saluti
Dott.ssa Angela Beatrice Marino

Dott.ssa Angela Beatrice Marino Psicologo a Arese

49 Risposte

37 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77250

Risposte