Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ho paura di essere nel bel mezzo di un disturbo ossessivo compulsivo

Inviata da Sofi il 6 nov 2014 Disturbo ossessivo compulsivo

Sapere se è o meno DOC sarebbe già una conquista.
Sto attraversando un periodo di confusione. Può una relazione essere talmente tanto perfetta da far venire l'ansia?
Mi spiego meglio. Sono una ragazza 18enne, sto con il mio ragazzo da un po' di anni. Condividiamo moltissime cose, e siamo legatissimi tra di noi. Io non ho mai avuto dubbi su di lui, perché oggettivamente è perfetto, sempre disponibile, simpaticissimo, serio, studioso, sportivo. Mi ama da impazzire esattamente come io amo lui.
Due mesi fa dentro di me è nato un malessere dato da fortissimi dubbi infondati;
quello ad esempio di potermi stancare di lui, di poter smettere di amarlo,addirittura di diventare lesbica..
Lo so che può sembrarvi una cosa assurda, e lo so benissimo, perché sembra una cosa assurda anche a me, ma non riesco a levarmelo dalla testa comunque.
Ogni tanto questo pensiero sembra sparire, ma ecco che poi per una piccolezza rientro facilmente in questa tempesta di angoscia e dubbi.
Quando sto con lui è tutta una "prova" un "test" per trovare risposte, sono arrivata a testare anche i rapporti che abbiamo.
Sono andata da una psicologa, ma non si è focalizzata su questo problema, ha cominciato a trovare spiegazioni assurde sulla mia famiglia e sulla mia infanzia ( tra l'altro che è stata perfetta e felicissima), non affrontando ciò che più mi turba in questo momento. Ho fame di avere risposte, di sapere se realmente mi sto stancando di quello che ho sempre creduto e sperato fosse la mia felicità per sempre.
Qualcuno mi aiuti...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno

Da quello che ha descritto si potrebbe trattare di un doc nella fattispecie di un dubbio patologico fatto di un circolo ricorsivo di dubbi domande e risposte. Un po' come un paziente ossessionato dal dubbio di essere sano di mente e per avere una risposta esaustiva al suo dubbio si mette alla prova e trova le prove del suo contrario e diventa insano.

A disposizione
Dott. Ioimo

Dott. Giorgio Ioimo Psicologo a Torino

33 Risposte

52 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Come hai risolto? Sono nella tua situazione

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sofia
I suoi dubbi sulla relazione potrebbero essere sintomo di vari tipi di disturbi, che fanno sempre parte dei problemi d'ansia. Potrebbe trattarsi anche di un disturbo ossessivo ma per fare una diagnosi accurata sono necessari dei colloqui e dei test con una figura professionale, le consiglio di rivolgersi ad un terapeuta cognitivo comportamentale della sua zona.

Dott.ssa Rossella Boretti Psicologo a Prato

111 Risposte

99 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Sofi.
La letteratura contempla l'esistenza di un Doc Relazionale che ha molte caratteristiche in comune con le descrizioni fatte. Da qui però a fare una diagnosi di DOC il passo è lungo in quanto bisognerebbe avere molte altre informazioni.
Io consiglio un incontro con uno psicoterapeuta ad orientamento cognitivo-comportamentale che è la terapia d'elezione per questi tipi di disturbi ed in genere produce ottimi risultati e potrà essere d'aiuto nella ricerca di un senso di un senso per tutti questi pensieri diciamo "poco funzionali" per lei.
Buona fortuna!

Dott.ssa Maura Di Lillo Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Campobasso

16 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Sofi,
Io credo che lei sia in una fase di vita di forte crescita personale e di espansione evolutiva e quindi si trova nella condizione in cui occorre uno "sbilanciamento" di forze per poter fare un balzo evolutivo in avanti.
Sempre prima di un movimento evolutivo occorre una certa "perdita di equilibrio" che serve da rincorsa e spinta in avanti.
Credo che questi suoi pensieri vogliano spingerla in questo senso cioè nel farle considerare diverse possibilità di stati di vita, compreso quello di essere lesbica.
I suoi pensieri la stanno spingendo ad una visione del mondo più ampia di quella che lei conosce e quindi credo che siano come "finestre sul mondo", un mondo più ampio di quello che lei conosce e riconosce.
Sarebbe davvero bello, in una psicoterapia, poterla aiutare non tanto a rifuggire da questi pensieri quanto a comprenderli in modo semplice per il valore che hanno di evoluzione nella consapevolezza.
Così la penso io!
Trovi un nuovo terapeuta e inizi un percorso di conoscenza di Sè, con calma ... con curiosità..esplori se stessa e il mondo.
Un caro saluto
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6816 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Sofi,
Il primo pensiero che mi viene in mente dopo avere letto la sua mail è legato alla presenza di troppa "perfezione". Un'infanzia perfetta, un fidanzato perfetto. Credo che il suo stato ansioso potrebbe essere legato alla messa in discussione di quello che ha vissuto e che sta vivendo. Ma ben venga! Lei dimostra di affrontare la vita in modo profondo, attento e da quello che leggo sano. L'unico consiglio che mi sento di darle è quello di cogliere questa occasione cercando un bravo collega che la supporti in modo costruttivo in questa sua fase di passaggio. Cerchi una specialista fino a che non troverà la persona giusta. Sono certa che riuscirà ad avere sollievo.
Spero di esserle stata di supporto.
Francesca Santini Psicologa

Lostudioblu Psicologo a Monza

7 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Sofi,
La prima riflessione che mi viene in mente dopo aver letto la sua email è legata forse alla presenza di "troppa" perfezione. La sua infanzia perfetta, il suo fidanzato perfetto, forse in questo momento sta realizzando che tutto così perfetto non è, e ben venga! Uno dei motivi per i quali sta crescendo la sua ansia credo possa essere legato a questo fatto, la messa in discussione. Per fare un buon lavoro dovrebbe andare da una collega, magari con quella precedente non c'è stata intesa, ne cerchi un altro che le piaccia da subito. Le consiglio di non avere fretta nel trovare le risposte, per l'elaborazione ci vuole il tempo necessario. È molto giovane, sta scoprendo il mondo e lei all'interno di questo, è positivo e sano che si faccia delle domande, vuol dire che vuole vivere capendo cosa le sta intorno. Continui così!
Spero di essere le stato di supporto.
Un saluto
Francesca Santini Psicologa

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima,
non hai bisogno di una definizione a livello nosografico bensì dinamico, per poter sistemare i tuoi equilibri interni.
La psicoterapia è indispensabile ma,dato che dici di non trovarti bene con l'attuale, dovresti approfondire con chi ti sta seguendo per chiarivi relativamente alla tua necessità di non indugiare troppo sulla storia familiare.
Se credi, nel frattempo posso rimanere in contatto con te da quì per un supporto.
Mi viene da pensare che la storia impegnativa col tuo ragazzo in fase adolescenziale, possa aver contribuito all'emergere della tua angoscia, ma non allarmarti, hai solo bisogno di uscire dalla confusione che sta prendendo il sopravvento (la paura infondata di smettere di amarlo o di cambiare orientamento sessuale). Ciao
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

628 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sofi,
credo che la psicologa (informati se anche psicoterapeuta, perché è questa specializzazione ulteriore che consente di trattare efficacemente i quadri psicologici più intensi) a cui ti sei rivolta stesse cercando di avere più informazioni possibili su di te e la tua vita, anche passata, per comprendere meglio quale potesse essere il quadro sintomatologico che più ti corrisponde e per poter di conseguenza pianificare il trattamento. Vi sono infatti molti casi in cui le vicissitudini passate (anche quelle positive!) influiscono sulla vita presente, anche se fin’ora sembrano rimaste “silenti” o non siamo consapevoli delle tracce che possono aver lasciato. Potrebbero anche non esserci particolari episodi di vita, e quindi il percorso diventa mirato soltanto al momento presente. Tuttavia sono sempre necessari almeno 2-3 incontri prima di poter avere una certa chiarezza sulla condizione riportata dalla persona. Se a livello emotivo ti sei sentita bene con lei, prova a continuare il percorso, oppure contatta un'altra terapeuta. Posso dirti che l’orientamento cognitivo comportamentale risulta particolarmente efficace nella risoluzione delle problematiche ansiose, tra cui anche il DOC.
A disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
Dott.ssa Chiara Francesconi

Anonimo-127163 Psicologo a Fano

319 Risposte

243 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Sofi,
possibile quanto qui scrive. Per esserne certi un referto scritto dopo accurata valutazione clinica diventa necessario per sua tranquillità e se è il caso per iniziare a curarsi e magari guarire con successo.
dr paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1560 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte