Ho paura di dormire da sola e delle porte chiuse, come faccio?

Inviata da Larissa · 14 giu 2016 Autostima

Salve, vi vorrei chiedere parere su un problema che alla mia età, a mio parere,comincia a prendere delle sfumature un po' stranucce. Premetto di avere questo problema da quando sono piccola, più o meno dal periodo di cui ho i primi ricordi d'infanzia. Ho una paura assurda nel dormire da sola, ma solo la notte, c'è così tanto silenzio che posso sentire il mio battito, il respiro, mentre di pomeriggio dormo tranquillamente, a patto che ci sia sempre la porta della camera aperta, se mia madre la chiude, spesso mi sveglio. Ora l'unico "miglioramento " che si è visto in questi "disturbi" è il fatto che ora riesca a dormire anche senza avere necessariamente bisogno di un contatto, per modo di dire, con qualcuno, seppure nella stanza ci debba essere sempre presente un'altra persona.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 GIU 2016

Gentilissima Larissa,
trovo positivo il fatto che sia passata dalla necessità di un contatto alla sola necessità della presenza di una persona per dormire tranquilla. Spesso infatti le paure si gestiscono gradualmente. Magari il prossimo passaggio potrebbe essere lasciare la porta aperta trovando tranquillità nel fatto che un'altra persona sia in un'altra stanza della casa, o altri tentativi che la possano rassicurare.
Per trovare la soluzione adeguata le consiglio comunque di contattare uno psicologo, per imparare tecniche per gestire l'ansia nelle situazioni in cui magari non può assicurarsi la presenza di un'altra persona con cui dormire o comunque per superare questo disturbo e aumentare la sua sicurezza personale che le potrà sempre essere utile in altre situazioni di vita!

Le auguro di risolvere il problema con serenità!
Psicologa Simona Lovaglio - Torino

Dott.ssa Simona Lovaglio Psicologo a Milano

20 Risposte

12 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2016

Gentile Larissa,
il suo problema è indice di una insicurezza di base che, come lei ricorda, si trascina da quando era ancora una bambina e la viveva probabilmente come ansia da separazione.
Ora che è, come immagino, parecchio più grande ( non ci ha detto la sua età ), dovrebbe imparare a prendersi cura di se stessa e chiedere perciò un aiuto psicologico per acquisire più sicurezza e autostima.
E' indicato un percorso di psicoterapia cognitivo-comportamentale magari con annesse tecniche di Training Autogeno.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7126 Risposte

20287 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte