Ho lasciato una donna con un figlio ma non è tutto...

Inviata da Daniele. 15 apr 2019 3 Risposte  · Terapia di coppia

Buonasera, mi chiamo Daniele e a 34 anni ho chiuso una relazione di poco più di un anno molto Bella. Lei mia coetanea con un figlio di 8 anni... La relazione era a distanza io Brescia e lei Bologna...2 ore! Per un anno quasi ci alternavano, una volta scendevo io e una volta saliva lei, il tutto senza mai conoscere il figlio di persona! Dopo
2 mesi di relazione mi disse “Ti amo” e stavo benissimo... Negli ultimi 5 mesi ho cominciato a vivere anche suo figlio è li le cose hanno cominciato a cambiare.. non tanto per il figlio ma x tutto quello che ci girava intorno. Seppur un pò scontroso io figlio si divertiva con me, e rideva un sacco! Qui entra in gioco il
Padre.. che se un tempo lo poteva tenere tutto un weekend ora decide di lavorare la
Sera proprio dei weekend e quindi fine della poca privacy... negli ultimi tre mesi scendevo sempre io.. ogni 2 settimane avevo un giorno libero con lei... e in casa mi sentivo un optional... se il
Figlio mi trattava male lei non stava a dargli peso.. e tra chiedermi quando sarei andato a convivere con lei (significa stravolgere il mio lavoro che avevo appena dopo anni ribaltato). Partite del figlio tutti i sabati pomeriggio almeno 2 ore... lei aveva la bella idea di andare a comprare vestiti per il figlio con me... con tanto di schiaffo al bambino da lei se rompeva.. e io mortificato dentro nel vederlo così! Io ho resistito qualche settimana e poi ho mollato... con lei stavo bene.. sotto tutti i punti ma dicendomi “io e te per mio figlio avremo sempre a che dire” o un padre assente.. io da ex animatore di bambini mi mortificava! Non ho mai preteso di esser super accolto ma nemmeno di catapultarmi in una situazione così complicata... io non só se l’amavo Al punto di cambiare e mollare tutto per lei che mi chiedeva qnd andare a vivere da lei... persino le vacanze estive mi rifiutai di farle con lei se c’era suoi figlio.. era troppo X me... forse un altro anno come il primo mi avrebbe aiutato! È difficile spegnere i sentimenti, ma l’amore non è abbastanza e avrei sofferto e faticato tanto per stare con lei e il bambino, ho momenti in cui tornerei indietro ma solo se mi garantisse di avere un weekend ogni 2 settimane da soli.. cosa che nn può fare (le costerebbe di avvocati e il padre non è affidabile nemmeno davanti a questo dato che lo mollerebbe a casa a suo piacimento) che fare? Accettare è dura tanto, le voglio un mondo di bene... anche a suo figlio! Ma non posso sentirmi un di più sempre e avere poco tempo con lei dopo un anno con tutta sta distanza

donna

Miglior risposta

Gentile Daniele,
le relazioni a distanza in genere sono difficili da mantenere e a maggior ragione lo sono quelle in cui uno dei partner ha anche un figlio di cui occuparsi.
In questi casi, per far funzionare le cose, occorre veramente grande motivazione e capacità nonchè una buona struttura di personalità.
Dal momento che lei non cel'ha fatta ad accettare i disagi e le difficoltà della situazione, farebbe bene, a mio avviso, a metabolizzare il dolore per la perdita di questa relazione con un sostegno psicologico e voltare pagina evitando di ripetere in futuro esperienze similari.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Mi scuse Daniele, ma il portale ha unito due risposte.

Resto a disposizione per eventuali chiarimenti
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

15 APR 2019

Logo Dott.ssa Alice Noseda Dott.ssa Alice Noseda

1086 Risposte

926 voti positivi

Buongiorno Daniele,

Comprendo la situazione e ha proprio ragione, a volte l'amore e la motivazione non basta. Non sempre costruire una nuova vita, una nuova famiglia quando uno dei due ne ha già una avviata funziona. Non è semplice far combaciare gli i bisogni e le priorità in una coppia, figuriamoci in una relazione a distanza con un figlio di otto anni. Le consiglio, visto il periodo delicato, di intraprendere un percorso psicologico, online o da un professionista della sua zona.
Buongiorno Anna,

anche io, solo leggendo il suo messaggio, mi sono sentita soffocare. I suoi genitori come spiegano queste restrizioni?perché lo fanno secondo lei? Va bene studiare, ma una persona ha anche il diritto, nel limite del rispetto, di vivere serenamente. Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico, provi a contattare un servizio pubblico della sua città.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, se vuole mi può scrivere
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

15 APR 2019

Logo Dott.ssa Alice Noseda Dott.ssa Alice Noseda

1086 Risposte

926 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Perché la mia donna mi ha lasciato?

3 Risposte, Ultima risposta il 04 Agosto 2014

Relazione con una donna con un figlio

3 Risposte, Ultima risposta il 12 Ottobre 2014

Sono una donna e ho un figlio, con un compagno gay

3 Risposte, Ultima risposta il 23 Giugno 2016

Mio figlio si è lasciato con la fidanzata e non studia più

11 Risposte, Ultima risposta il 17 Febbraio 2014

Frase di mia figlia che mi ha lasciata perplessa?

5 Risposte, Ultima risposta il 26 Luglio 2016

Rapporto tormentato con una donna, come gestirlo?

5 Risposte, Ultima risposta il 09 Dicembre 2015

Donna single a 38 anni...c'è da fidarsi ?

1 Risposta, Ultima risposta il 16 Febbraio 2017

Mi ha lasciato ma non riesco a lasciarla andare

5 Risposte, Ultima risposta il 24 Agosto 2018