Ho lasciato il mio ragazzo, immaturo

Inviata da Rosaria · 16 nov 2016 Terapia di coppia

Ho 22 anni, lui stessa età. L ho conosciuto un anno e 2 mesi fa, in un corso di 3 giorni. E da li mi sono innamorata di lui, ma siamo stati solo amici perché lui era fidanzato. Continuammo a frequentarci come amici finché un giorno mi ha baciato. Ha raccontato tutto alla ragazza e mi hanno fatto uno scherzo in cui lui mi ha scritto che aveva lasciato la ragazza per me, ma non era vero. Non ci siamo più parlati da li. Dopo due mesi mi ha riscritto per uscire e che si era lasciato con la ragazza, io l ho rifiutato. Dopo un mese mi ha riscritto con delle scuse e da li cominciammo ad uscire. Ero felice. Ci eravamo messi insieme fino a ieri, quando l ho lasciato. 7 mesi insieme. Ce ne sono tanti di perché e li scrivo qui: litigavamo sempre per piccole cose, mi urlava in faccia e io stavo male e piangevo, finché un giorno gli tira un piccolo schiaffo (ho sbagliato), e lui me ne tiro uno più forte. Lo perdonai. Cominciammo a litigare per il sesso. Si arrabbiava quando non potevamo farlo, si arrabbiava se non volevo fargli foto di me nuda, o il video mentre lo facevamo, si arrabbiava perché non volevo fare sesso orale. Ogni volta che litigavamo mi faceva ripicche per farmi del male. non cercava un lavoro e quando uscivamo stavamo in giro per il mio paese o a casa mia. Questo ultimo mese continuo con io nervosa e mi dava fastidio tutto ciò che faceva. La scorsa settimana trovai una sua amica tra le amicizie di Facebook con un capezzolo fuori, gli chiesi di cancellarla ma lui mi disse che io dovevo cancellare tutti i ragazzi se no riaggiungeva la sua ex e io non l avevo fatto vincere, così cominciammo a litigare lui se ne andò sbattendo la porta di casa mia ( premettendo che c erano i miei a casa). Da li mi presi una pausa. Dopo due giorni venne a trovarmi portandomi delle rose. Mi disse che cambiava solo per me, quindi gli diedi un ultima possibilità. Sabato era il suo compleanno, il pomeriggio mi chiamo con un nomignolo che mi chiama sempre mio padre, gli dissi di non farlo ( in modo scherzoso e dolce) lui si ingelosi di mio padre. Andando avanti gli feci la sorpresa la sera. Gli dissi che la domenica non ci potevamo vedere perché io non potevo e avevo da fare per la festa in paese. Lui comincio a dire che io non ci tenevo ecc così ieri ho deciso di lasciarlo. Dopo un minuto mi cancella su Facebook e tutte le foto . La sera scrisse ad una ragazza sulla bacheca dicendo che solo lei con una parola lo faceva star bene. Quando l ho letto sono stata male ho pianto anche quando non avevo più respiro e mi mancava l aria. Oggi sia lui che la sorella scrivono su Facebook che prima o poi ognuno ognuno avrà quel che si merita. Sto un po male forse paura

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 NOV 2016

Gentile Rosaria,
forse hai voluto rischiare fin dall'inizio quando, cambiando idea, hai accettato di frequentare questo ragazzo due mesi dopo lo scherzo di aver lasciato la sua ragazza.
In seguito hai potuto prendere atto di diversi comportamenti negativi di lui che a volte riuscivano a rinforzare e far venir fuori anche qualche tuo lato disfunzionale.
Tu hai bisogno, invece, di una persona che ti aiuti a migliorare per cui hai fatto bene a decidere di lasciarlo e non dovresti pentirtene nè cedere a forme di superstizione per le cattiverie sue e della sorella.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7297 Risposte

20612 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 NOV 2016

Gentile Rosaria,
hai fatto la scelta giusta lasciandolo. Vedo diverse, forse troppe cose che non andavano tra voi e prima tra tutti questo suo arrabbiarsi e litigare per questioni che in fondo erano di poco conto. Come hai detto tu il suo atteggiamento denota immaturitá e infine la paura che racconti non è il sentimento che si dovrebbe sperimentare per una relazione. Se prevale la paura, significa probabilmente che quello non è il ragazzo adatto a te.
La frase sua e di sua sorella su fb lasciano il tempo che trovano, concordo con il dott. Gennaro Fiore quando scrive di non cedere a questa superstizione.
Ti auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Sustinente (MN) e Padova

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

725 Risposte

2221 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 NOV 2016

Cara Rosaria
se questa relazione la faceva star male, io credo che abbia fatto bene a chiuderla. Non si può svendere la propria dignità di persona, vivere continuamente sotto "ricatto", sottostare a richieste che ci mortificano e non trovare mai comprensione per i propri sentimenti.
A 22 anni bisogna sperimentare la vita, ma in modo sano.
Probabilmente non era il ragazzo giusto per lei e frequentandolo lo ha capito; non bisogna colpevolizzarsi ma far tesoro dei propri errori, anche se al momento fanno star male. Viva la sua sofferenza: essa non va repressa ma accettata e attraversata; solo così si può uscirne più forti di prima.
Invece di concentrarsi su quello che fa adesso il suo ex ragazzo, si concentri solo su di lei; il rischio, altrimenti, sarebbe quello di permanere in una situazione instabile e che genera malessere (cancellarla da fb, mandare messaggi ad altre ragazze,...potrebbe essere solo un suo tentativo di tenerla imbrigliata in questa situazione e non credo sia questo un modo sano e maturo di affrontare le cose).
Cordialmente

D.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara

Dr.ssa Cristina Giacomelli Psicologo a Lanciano

294 Risposte

562 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 NOV 2016

Ciao Rosaria, l'ultima parola del tuo racconto è "paura": credo che possa essere l'indicatore di una relazione basata sul possesso, non sul rispetto reciproco. Da quello che hai scritto, sembra che entrambi abbiate un profondo sentimento di insicurezza: ognuno teme che l'altro se ne andrà. Una relazione matura permette alle persone di prendere iniziative, dire di no, lasciare che il parner frequenti altre persone, con la serenità che il rapporto vada avanti. Non sembra che nel tuo caso ci fosse questa condizione. Se ti ritroverà i in futuro il una storia con caratteristiche simili, ti consiglio di chiedere aiuto per approfondire cosa ti attira dei tuoi compagni. Un caro saluto

Dott.ssa Elena Nicolini Psicologo a Azzate

1 Risposta

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27350

domande

Risposte 94450

Risposte