Ho l ansia perché non so cosa fare ?

Inviata da Daiana. 11 dic 2017 7 Risposte  · Ansia

Buongiorno sono una ragazza di 40 anni ,sto insieme da un uomo da quando ne ho 17 ci siamo sposatI seI anni fa I nostri problemi sono sempre cararterial Iitighiamo spesso perché io volevo dei figli che lui con ogni scusa ha sempre evitato il discorso ,volevo fare l amore con lui dopo anni che non facevano nulla e anche qui è vita va il discorso per poi dirmi che non mi vede come una donna da desiderarci quindi i litigi si sono fatti sempre piu forti per le mie crisi tanto da avere modi violento e verbalise. Intanto al lavoro conosco un uomo stupendo dove senza accorgesci ci innamoramo pazzamente provo un desiderio mai sentito ci coinvolgiamo a talk punto da avere rapporti intimi che non possiamo fare a meno dalle sensazioni forti che proviamo,comincio a pensare al mio rapporto di continui litigi delle sberle degli insulti da una vita solo perché lui non riesce a dialog are ma si innervosisce subito per poi chiedermi scusa ,piu volte avevo deciso di rompere ma ritornavo sempre questo non è amore è probabilmente non ci amiamo piu neanche ormai un bacio ,ho pensato di separarmi e lui ha acconsentito per il mio bene ,sono andata in depressione sono andata da mia mamma pensavo che la cosa migliore era stare con l altro uomo che amato tantissimo e ancora adesso
,sono passati otto mesi da un paio non vedo mio marito mi manca non vedo l altro perché ha detto che mi vuole solo se decido di staccarmi da mio marito senno è solo sofferenza vederci ,quindi io sono sola pochissime amicizia ,sto sola a pensare a svegliarmi la mattina ed avere un peso allo stomaco da non riuscire a reagire mi sento come non riuscire ad andare avanti nella mia vita ,mio ex marito mi aspetta sempre ,nonon ho il coraggio di chiamare l altro perché cosī facendo significherebbe staccarmi anche emotivamente da mio marito come dire : è finito tutto
.Sono indecisa da mesi ,anche quando non avevo conosciuto l altro ci sono stati periodi di decisione di separarci e allora perché con un amore cosi grande non riesco ? Pensando di tornare con mio marito so che avro giornate che soffrirò e che piangerò e penserò di aver per sempre perso l uomo che mi ha fatto provare Amore puro e non solo a letto ma anche nelle passeggiate e nel dialogo ,come faccio a capire la mia strada ? Ho già fatto sedute con due psicologhe ma oltre a sfogarmi non sono riuscita a prendere una decisione . Grazie

figli , insieme , donna , amore , crisi , capire

Miglior risposta

Gentile Daiana,
il lunghissimo periodo di tempo trascorso con quest'uomo, da 17 anni suo compagno e da 6 anni marito, le rende ovviamente complicato tagliare il cordone ombelicale ed è comprensibile la sua difficoltà.
Tuttavia stiamo parlando di un uomo con il quale il bilancio di vita insieme è nettamente negativo e nei confronti del quale lei ha sviluppato una dipendenza psicologica e affettiva distorta che somiglia un pò alla cosiddetta sindrome di Stoccolma.
E' anche comprensibile che le poche sedute di psicoterapia che ha fatto non potevano essere sufficienti per farle acquisire la struttura e l'autostima necessarie a voltare pagina.
Pertanto, avendo già investito troppi anni senza adeguate gratificazioni e trattandosi di una situazione cronicizzata, penso che ora non dovrebbe perdere l'occasione che le si è presentata essendo, a mio avviso, molto improbabile un recupero della relazione coniugale.
Ovviamente lei ha bisogno di un percorso di psicoterapia di durata congrua e, per la mia esperienza, non inferiore ad un anno con regolari sedute settimanali.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Buona sera Daiana,
afferma di aver effettuato un percorso con due psicologhe con le quali si è solo sfogata e non è riuscita a prendere una decisioni..
Il compito dello psicologo è quello di accompagnarla in un percorso/lavoro di consapevolezza su se stessa, cioè capire cosa la fa stare bene e valutare se la relazione con suo marito, iniziata quando aveva 17 anni, è recuperabile lavorando su una comunicazione di coppia più efficace oppure se ció che prova per lui è un affetto profondo dato che vi conoscete da molto tempo e non più amore che l'ha portata ad innamorarsi di un'altra persona.
Quindi si prenda tutto il tempo necessario per capire cosa prova, cosa sente e cosa la fa stare bene.
Per qualsiasi cosa resto a disposizione, buona serata
Dott.ssa Luciani Ilaria, psicologa

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2017

Logo Anonimo-169344 Anonimo-169344

13 Risposte

2 voti positivi

Gentile Daiana,
a volte può essere difficile dire “è finito tutto”, come lei stessa sostiene, in riferimento a relazioni che sono state per noi significative e durature, nonostante ci sembri che il desiderio e la volontà di porvi fine siano forti. Nonostante le sue esperienze precedenti non siano state soddisfacenti, per essere sostenuta in questo periodo complicato le consiglio di rivolgersi ad uno Psicoterapeuta della sua zona, con cui poter iniziare un serio lavoro di scoperta di sé, delle sue parti più fragili e dei suoi punti di forza, così da poter affrontare più consapevolmente questa scelta, riuscendo ad individuare ciò che potrebbe essere davvero il meglio per la sua vita.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2017

Logo Dott. Damiano Colamonico Dott. Damiano Colamonico

643 Risposte

1108 voti positivi

Buongiorno Daiana, in questi casi deve scegliere la natura e non la cultura. Le scelte nella vita ci fanno vivere dei veri momenti di crisi. tuttavia la crisi è scelta e non immobilismo. Non faccia come l'asino di Buridano che mori di fame perchè non riusci a scegliere di mangiare o la biada o il fieno. Cordiali Saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2017

Logo Dott. Davide Perrone Dott. Davide Perrone

87 Risposte

18 voti positivi

Cara Daiana,
da quello che apprendo dal suo racconto mi sembra che ci sia una grande confusione, sia sul piano degli affetti che su quello interiore di consapevolezza.
Forse i percorsi che ha precedentemente intrapreso non hanno funzionato perchè ha attribuito agli stessi una "funzione marginale"? Infatti parla di "sfogarsi", ma un vero percorso di psicoterapia non serve solo a sfogarsi, ma a contattare le parti più profonde di sè, per conoscersi e conoscere dunque ciò che si desidera davvero da sè e dagli altri significativi.
Credo che finchè non muoverà dentro di lei una seria motivazione ad intraprendere questo percorso, forse, rimarrà nell'indecisione.

Un saluto.

Dott.ssa Elisabetta Giuli
Firenze

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2017

Logo Dottoressa Elisabetta Giuli Dottoressa Elisabetta Giuli

9 Risposte

5 voti positivi

Gentile Daiana,
mi sembra che sia ora di farsi aiutare seriamente nel trovare la strada e per conoscere realmente quello che vuole e con chi.
Andare da uno psicologo non significa solo sfogarsi ma lavorare e questo richiede tempo e costanza per trovare significati e risorse interiori che si scoprono nella relazione terapeutica.
Si chieda se vuole davvero conoscerle?
Buona giornata
Elisabetta Ciaccia

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2017

Logo Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia

205 Risposte

46 voti positivi

Cara Daiana,
La situazione che descrivi è davvero paradossale: non riesci a scegliere ciò che ti farebbe star bene, e rimani intrappolata in una situazione insoddisfacente e frustrante. In realtà queste contraddizioni sono abbastanza frequenti, ma difficilmente se ne esce senza l'aiuto di qualcuno. Tu dici che non è servito andare dagli psicologi perché non sei riuscita a decidere, ma lo psicologo deve prima di tutto smascherare la trappola in cui sei caduta. Infatti tu non potrai decidere se non chiarisci a te stessa quali pensieri, valutazioni, paure... ti bloccano nell'indirizzare in modo più sano la tua vita. Questo percorso però difficilmente potrai farlo da sola, perché il tuo modo di procedere ti sta portando fuori strada. Non demordere quindi, fatti aiutare ad uscire dalla trappola!
Cordialmente
Dr.ssa M. Sara Sanavio
Perugia

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 DIC 2017

Logo Dr.ssa M.Sara Sanavìo Dr.ssa M.Sara Sanavìo

223 Risposte

92 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Non so cosa fare nella vita. Ansia e paura

6 Risposte, Ultima risposta il 30 Luglio 2019

Ansia e pensieri ossessivi, non so cosa voglio fare nella vita

3 Risposte, Ultima risposta il 26 Giugno 2019

Perché sono sempre confusa e non so cosa fare della mia vita?

7 Risposte, Ultima risposta il 10 Agosto 2016

Non so piu cosa provo e non so cosa fare col mio 'ragazzo'

2 Risposte, Ultima risposta il 29 Luglio 2019

Non so cosa ho e cosa voglio fare nella vita

3 Risposte, Ultima risposta il 25 Gennaio 2017

Non capisco cosa sento e non so cosa fare

1 Risposta, Ultima risposta il 29 Marzo 2019

Sono sola e non so cosa fare fare nella mia vita.

2 Risposte, Ultima risposta il 06 Febbraio 2018

non so piu cosa fare e come salvare la mia storia e non soffrire

4 Risposte, Ultima risposta il 26 Giugno 2017

Paura, ansia da prestazione.....non so cosa

2 Risposte, Ultima risposta il 09 Maggio 2017