Ho bisogno di aiuto, consigli

Inviata da Stella · 4 giu 2021

Sono una donna di 31 anni, ho due bambini una di otto e il piccolo di quasi tre. Purtroppo il mio passato è stato molto brutto mio padre mi abbandono all'età di tre anni, io ho sofferto molto. Mia madre per Mantenerci ci ha lasciato con dei famigliari che ci hanno fatto del male. Io adesso mi trovo in un punto brutto che mi marito dice che urlo sempre e che sono matta e che nn dovevo avere i figli. Lui lavora tutto il giorno io sto a casa. Pure mia sorella mi dice sempre cose non carine, lei dice che è per il mio bene. Ma io accumulo tutto fino a che nn scoppio a piangere. Nn ho nessuno vicino a me. Mi sento un donna fallita. Non so che fare...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 GIU 2021

Salve, mi dispiace per il disagio espresso. Potrebbe essere utile crearsi uno spazio d’ascolto in cui riflettere su ciò che sente, avviando un percorso psicologico che possa esserle di supporto e che la guidi nell’elaborazione dei suoi vissuti emotivi, oltre che individuare le risorse a sua disposizione.
Un saluto.
Dott.ssa F.M.

Dott.ssa Francesca Moscetta Psicologo a Roma

141 Risposte

47 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 GIU 2021

Ciao Stella,

Da quello che scrivi sento che la tua storia è stata molto complessa e piena di dolori, e che questo momento di vita il senso di solitudine e la fatica di stare da sola a casa con i bambini rappresenta una nuova difficile situazione.
Il tuo passato, con le ferite che ti ha procurato, non si può cancellare e purtroppo pare che stia bussando per chiederti di farci i conti. Ma il tuo futuro è ancora tutto da scrivere, non deve necessariamente seguire le orme di quello che è stato. Vorrei che coltivassi la speranza di poter cambiare rotta, o visione, di entrare in contatto con ciò che desideri per te e per la tua vita. Sicuramente è un percorso che richiede impegno, ma spero tu possa trovare uno psicologo o psicoterapeuta che possa darti man forte e sostenerti in questa fase, per "digerire" tutta questa sofferenza e guardare avanti. Un grande abbraccio

Dott.ssa Linda Grazia Pola Psicologo a Milano

8 Risposte

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 GIU 2021

Cara Stella,

la sofferenza che oggi manifesta ha sicuramente radici profonde che affondano in un passato lontano, caratterizzato da assenza di punti di riferimento stabili, ma soprattutto assenza di sicurezza e protezione. Non è difficile immaginare come il disagio che porta dentro di sé la metta in difficoltà nella gestione di due figli piccoli, non trovando neanche supporto, né concreto né emotivo, nelle persone vicine.

Le consiglio di rivolgersi ad un professionista ed iniziare un percorso nel quale elaborare il suo doloroso passato, acquisendo così maggiori risorse interiori per affrontare il presente.

Dott.ssa Annalisa Tommasi Psicologo a Altopascio

1 Risposta

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 GIU 2021

Buongiorno,
penso che potrebbe esserle utile confrontarsi con un professionista per rileggere la sua storia e valorizzare le sue competenze e risorse.
Sono a disposizione
Dott.ssa Alberio Lucia

Dott.ssa Lucia Alberio Psicologo a Como

18 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GIU 2021

Buongiorno Stella,

il dolore del passato non si può eliminare, ciò che una persona ha vissuto rimane nella sua mente e nei suoi pensieri, ma si può imparare a conviverci e a fare in modo che non influenzi il presente, anzi, che stia ben lontano dal presente.
Credo che la sua richiesta di aiuto risponda all'esigenza ed al bisogno di avere finalmente uno spazio tutto per sé, proprio quello che magari da bambina le è stato difficile avere e sentire ed in cui poter portare se stessa al 100%; per questo penso davvero che l'inizio di un percorso di sostegno psicologico possa essere essenziale per lei.
C. Jung, un famoso psicoanalista diceva: "Io non sono ciò che mi è capitato d'essere. Io sono ciò che ho scelto di diventare."

Le mando un pensiero forte.
Dr.ssa Danila Cerrato

Dott.ssa Danila Cerrato Psicologo a Torino

17 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2021

Gentile Stella,
un passato doloroso e traumatico può ferire e anche abbrutire una persona ma se correttamente elaborato può renderla più resiliente e competente per vivere al meglio il presente trasformando in punto di forza quella che era una fragilità.
Che lei possa sclerare e urlare nei momenti di stress è pienamente comprensibile ma dovrebbe fare lo sforzo, magari dopo essersi calmata, di parlare con sincerità a suo marito esponendogli le sue difficoltà e i suoi stati d'animo pur nella divisione dei compiti che sicuramente vi siete dati per poter gestire la casa e i figli.
Il suggerimento è pertanto quello di proporgli un sostegno psicologico per entrambi come psicoterapia di coppia.
Se per qualsiasi motivo ciò non è realizzabile, è importante che almeno lei si prenda cura di se stessa avvalendosi di un percorso di psicoterapia individuale e affidando in quello spazio di tempo i suoi bambini a sua sorella che vuole il suo bene oppure ad altra persona di fiducia o, al limite, ad una baby-sitter.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7515 Risposte

21030 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2021

Gentile Stella, mi dispiace molto per il suo malessere. In questo caso di confusione potrebbe esserle utile intraprendere un percorso di supporto psicologico per individuare le fragilità date dagli eventi che ha raccontato. è importante, in questo caso, elaborare nel migliore dei modi gli eventi passati perchè si riflettono sempre su ciò che siamo e su come ci comportiamo.
Le auguro buona fortuna e resto a sua disposizione
Dr. Massimiliano Compagnone
Possibilità di colloquio online

Dott. Massimiliano Compagnone Psicologo a Aulla

167 Risposte

43 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 GIU 2021

Cara Stella,

la sua sofferenza e dolore arrivano molto in queste poche righe; traspare un forte senso di abbandono da entrambi i suoi genitori, che lei ha tutto il diritto e dovere di elaborare in un percorso psicologico, per poter essere una madre appagata e serena per se stessa e i suoi figli. Inoltre sarebbe importante approfondire la sua storia coniugale fin dagli inizi, i ruoli che ciascuno di voi occupa in casa e con i figli, le regole e la qualità della comunicazione. Rispetto a quest'ultima pare che suo marito e sua sorella la squalifichino deliberatamente con parole molto aggressive e colpevolizzanti che la fanno sentire una "fallita."
In realtà lei non è come la definiscono; mi lasci dire che è stata molto coraggiosa ad esprimere parte della sua storia; se avrà il desiderio di approfondire le sue ferite e risperimentare un senso di realizzazione personale, grazie alla riattivazione delle sue risorse, io sono a sua completa disposizione anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

428 Risposte

149 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 GIU 2021

Cara Stella, penso che un percorso psicologico potrebbe aiutarla ad elaborare tutto quello qui brevemente descritto. Il suo passato si sta probabilmente ripercuotendo sui suoi vissuti presenti, rendendole difficile andare avanti con serentià. L'incontro con uno specialista le permetterà di analizzare la situazione da un punto di vista diverso, che la aiuterà a modificare le dinamiche che la fanno sentire una "donna fallita". Saluti

Rebecca Silvia Rossi Psicologo a Andria

164 Risposte

189 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Gentile Stella,
in poche righe ci ha tratteggiato una sofferenza legata alla sua infanzia, all'età del suo sviluppo e attuale, di madre e casalinga al 100%, con un marito che la lascia tutto il giorno sola e forse il senso di abbandono vissuto in passato dai suoi genitori si rifà vivo in modo importante, questa è l'ipotesi che mi viene da farle.
Mi sembra di capire che la sofferenza è sua ma immagino che sia anche della sua famiglia, i vissuti di giudizio duro che riceve da suo marito e da sua sorella così come il giudizio severissimo che lei attribuisce a se stessa dicendosi "fallita" e impotente vanno affrontati a testa alta ed elaborati.
Penso che un percorso di psicoterapia individuale le gioverebbe molto, ma anche un percorso con la sua famiglia sarebbe davvero significativo, qualora esprima questo suo malessere a suo marito chiedendogli di aiutarvi insieme a superare questo momento.
Le consiglio di pensarci e di parlargli a cuore aperto, senza recriminazioni o accuse, perché il suo passato duro sembra condizionarla anche oggi, che non trova la chiave per una vita appagata.
Se volesse io sono a sua disposizione, anche online.
Cordiali saluti,
dott.ssa Raffaella Ramazzotti
psicologa psicoterapeuta sistemico-relazionale
istruttrice di interventi basati sulla Mindfulness

Dott.ssa Raffaella Ramazzotti Psicologo a Ancona

73 Risposte

25 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Buongiorno Stella,
il compito del genitore non è facile, spesso si ha la sensazione di non essere adeguati e sufficientemente in grado di rispondere ai bisogni dei nostri figli. Leggendo la sua richiesta è evidente che Lei, oltre ad avere subito un abbandono importante alla stessa età di suo figlio minore, si senta sola nella gestione di tutti gli aspetti familiari e che non si senta sostenuta da suo marito. L'invito che Le faccio è quello di rendere più partecipe suo marito di quelle che sono le sue difficoltà nella gestione familiare e magari fare una consulenza di coppia al fine di aiutarvi a comprendere ognuno il punto di vista dell'altro. Questo La aiuterebbe a non sentirsi più sola e vi darebbe uno spazio dove poter esprimere le vostre emozioni.
Resto a disposizione per info e chiarimenti, anche on line.

Dr.ssa Claudia Felici

Dott.ssa Claudia Felici Psicologo a Tivoli

1 Risposta

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GIU 2021

Gentile Stella,
Mi dispiace per i vissuti che ha descritto e per come si sente.
Sono sicura che un buon percorso psicologico la potrebbe aiutare a creare un suo spazio d'ascolto, ritrovare una sua dimensione e a dare un senso a quello che sta vivendo e al suo malessere
Dott.ssa Daniela Canacari

Daniela Canacari Psicologo a Roma

17 Risposte

1 voto positivo

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GIU 2021

Cara Stella,
quanta fatica si sente dalle sue parole. Si ricordi che crescere dei figli, praticamente da sola, è molto faticoso. Per questo accumula e scoppia a piangere. Inoltre, intorno a lei ci sono persone che le dicono che sbaglia senza però dirle cosa potrebbe fare di diverso e questo contribuisce a farla sentire fallita.

In realtà lei non è fallita: è sola a sostenere tutto. Quindi per poterlo fare con più leggerezza occorre avere le strategie giuste con i bambini. Quando si trova in difficoltà con loro si fermi un attimo e provi a pensare cosa le stanno chiedendo davvero. Quali sono i loro bisogni. Perché dietro ad un capriccio c'è sempre un bisogno. Magari di attenzione: allora dedichi del tempo ai bambini per fare qualcosa insieme. Di contenimento: li fermi, gli dica di no con tono deciso. Di espressione delle emozioni: accetti il pianto, gli chieda cosa è successo, gli dica che capisce, che le dispiace ma che è giusto fare quello che gli chiede.

Inoltre inizi a trovare il modo per avere degli spazi personali, senza i bambini. Per esempio iniziando a lavorare o lasciando di tanto in tanto i bambini a qualcuno di fiducia. Perché stare tanto tempo con i bambini senza mai fare una pausa è logorante perché i bambini risucchiano tutte le energie che possono. Per questo è fondamentale per il benessere della mamma mettere dei confini, prendersi del tempo, guardare le cose con un po' di distacco.

E non si faccia influenzare negativamente dai commenti spiacevoli di chi le sta intorno, sono tentativi di aiutarla senza però riuscirci davvero. Provi invece a chiedere alle persone che la giudicano cosa farebbero loro nella sua situazione. Spieghi bene la situazione e chieda "Tu cosa faresti?" In questo caso il parere degli altri potrebbe esserle d'aiuto per scoprire modi diversi per affrontare la stessa situazione.

Sono sicura che la maggior parte delle mamme almeno una volta si è sentita come lei, poi ognuna ha trovato la sua strategia per andare oltre. Quello che le occorre è trovare il suo modo per affrontare il tutto senza sentirsi distrutta.

Se ha voglia di fare questo percorso con me può contattarmi privatamente, sarò felice di aiutarla con delle consulenze online.

Un caro saluto,
Dr Katjuscia Manganiello | Psicologa e Psicoterapeuta a Pesaro e Online

Dr.ssa Katjuscia Manganiello Psicologo a Pesaro

223 Risposte

244 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GIU 2021

Buonasera Stella, percepisco la sua sofferenza e credo che dovrebbe rivolgersi ad un professionista per sfruttare al meglio le risorse che già possiede, avendo costruito il suo presente dopo un passato così difficile. Può acquisire capacità assertive per esprimere le proprie opinioni senza risultare aggressiva, può aumentare la sua autoefficacia e autostima per avere maggiore sicurezza in se stessa, può imparare ad esprimere ed affrontare le sue emozioni, può cambiare il modo in cui vede se stessa e superare questo senso di fallimento, ecc... Se ricerca aiuto io sono disponibile, anche online.
Le auguro il meglio
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Lombardi

Dott.ssa Stefania Lombardi Psicologo a Cascina

73 Risposte

19 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GIU 2021

Buongiorno Stella. Quello del genitore è un compito estremamente difficile e il passato che si porta dietro potrebbe aver lasciato un solco dal quale lei sta cercando di uscire. Molto probabilmente, inoltre, la reazione che hanno i suoi affetti va realmente nella direzione di aiuto, ma con modalità che vi portano ad un fraintendimento. Semplicemente, potreste stare usando due modi di comunicare diversi. Il consiglio è quello di rivolgersi comunque ad un esperto in grado di aiutarla a rielaborare il suo vissuto e la sua vita attuale sotto una lente più funzionale e trovare sollievo. Non perda la speranza e vedrà che con le giuste mosse si potrà arrivare a una nuova vita.
Per un consulto più approfondito mi rendo disponibile anche online.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Dr. Alfonso Panella Psicologo a Busto Arsizio

116 Risposte

28 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GIU 2021

Carissima Stella,
si percepisce dalle poche righe che scrive una grande sofferenza. Bisognerebbe capire come mai si sente una fallita, come mai esprime così tanta rabbia e dolore con suo marito e cosa le dice esattamente sua sorella. Anzichè accumulare, trovare un professionista con il quale esprimere il suo dolore e le sue fatiche potrebbe aiutarla a ritrovare un equilibrio e serenità nei rapporti.
Sono a disposizione.
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Barbaro
(ricevo anche on line)

Dottoressa Stefania Barbaro Psicologo a Milano

547 Risposte

158 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GIU 2021

Cara Stella,
il ruolo di un genitore è molto complesso, inoltre, le sue esperienze di figlia in base al suo vissuto debbono essere state molto difficili da gestire emotivamente.
Non si sente supportata, ascoltata in questo percorso genitoriale.
Le consiglierei di parlarne delle sue emozioni e rendere maggiormente partecipe suo marito in quanto padre e non solo compagno.
Sarebbe opportuno intraprendere un percorso di parent training che sia di supporto emotivo ad entrambi alla genotorialita'.
Questo percorso sarebbe opportuno intraprenderlo in coppia sennò andrebbe bene anche da sola.
Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti e informazioni.
Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

720 Risposte

224 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GIU 2021

Buonasera Stella,
noi non siamo il nostro passato, seppure ci appartenga, ma non ci definisce. E gli errori che possiamo aver subito, se elaborati nella giusta direzione, possono convertirsi in trampolino di lancio per noi e per chi amiamo. E così improvvisamente il nostro passato acquista un senso e il nostro presente -l'unica cosa che veramente abbiamo- lo viviamo come un dono.
Le consiglio di intraprendere un percorso di aiuto che le possa dare uno sguardo nuovo sulla sua vita.
Sono a disposizione qualora ne abbia bisogno.
Dott.ssa Oriana Parisi
Neuropsicologa e Istruttrice Mindfulness MBSR

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

479 Risposte

289 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GIU 2021

Cara Stella,

La sua sofferenza traspare chiaramente dalle righe che ha inviato . Sicuramente potrebbe giovarle un percorso individuale presso un professionista che possa darle l’opportunità di reclamare uno spazio tutto per te , dove non vi sia giudizio ne colpa.

Lei racconta come le persone che le sono accanto ,come suo marito e sua sorella, la critichino e che lei sopporta fino a esplodere una situazione per lei pesante . Tali critiche la feriscono tanto perché le sente veritiere o al contrario , perché sente di non meritarle?

Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti, anche in lìne

Dott.ssa Maria Chiara Paladini

Dott.ssa Maria Chiara Paladini Psicologo a Napoli

65 Risposte

53 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GIU 2021

Gentile Stella,
il ruolo di genitore è un qualcosa di complesso e per il suo trascorso ha una valenza ancora più significativa. Lei è una mamma giovane e il fatto che si metta in discussione come genitore interrogandosi sulle proprie competenze è una cosa buona. Insieme a suo marito potreste valutare l'idea di chiedere una consulenza familiare per aiutarvi in quelle che sentite come difficoltà più importanti.
Un saluto.
Dott.ssa Sara Cignini

Dott.ssa Sara Cignini Psicologo a Roma

70 Risposte

19 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GIU 2021

Cara Stella, intraprenda un percorso psicologico che Le possa garantire l'elaborazione dei vissuti spiacevoli e negativi affinché non possano condizionare la Sua vita, oggi, dandosi la possibilità di relazionarsi con sé stessa e l'altro, con i Suoi figli in maniera adeguata e positiva.
Le auguro buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1615 Risposte

869 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GIU 2021

Cara Stella,
dalle Sue parole mi arriva tutta la Sua sofferenza. La storia di vita e le circostanze attuali stanno comportando dolore che probabilmente la portano poi a sfogarsi in modi poco piacevoli per gli altri e per se stessa.
In questi casi è utile intraprendere un percorso psicologico tale da aiutarLa a ritrovare la Sua serenità, e di conseguenza anche quella dei Suoi figli e della Sua famiglia.
Resto a Sua disposizione qualora avesse bisogno (ricevo anche online).
Un caro saluto,
Dr.ssa Annalisa Signorelli

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

385 Risposte

500 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29700

domande

Risposte 101100

Risposte