Ho attacchi d'ansia al solo pensiero di andare in università.

Inviata da Vale · 16 apr 2018 Ansia

Salve a tutti, sono una studentessa universitaria del primo anno e da qualche mese a questa parte ho iniziato a sviluppare diversi sintomi della depressione oltre a forti attacchi d'ansia riguardanti l'università. Questi ultimi, in particolare, da qualche settimana mi tengono sveglia ogni notte prima di una lezione con nausea, tachicardia e respiro affannato. Se mi costringo ad andare comunque a lezione mi ritrovo a scappare dopo pochi minuti dall'inizio in lacrime.
Non sono mai stata così e non riesco a capire cosa mi succede né come risolvere.
Ne ho parlato solo con alcuni amici, ho iniziato a pensare di prendermi una pausa dall'Università ma non sono sicura sia possibile, visto che non riesco a parlarne con i miei, per evitare le reazioni che sebbene verbali in un momento come questo basterebbero a crearmi ulteriore malessere.
Mi sento affondare sempre di più, e spero che qualcuno riesca a darmi un suggerimento per tornare a galla, non so cos'altro fare..
Grazie per l'attenzione.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 APR 2018

Gentile Vale,
L'ansia e la depressione sono segnali da accogliere e ascoltare, segnalano la necessità di un cambiamento in se stessa.
In questo momento non prenderei decisioni affrettate, ma parlerei con qualcuno. Si informi se nel proprio ateneo è attivo uno sportello d'ascolto oppure contatti direttamente una psicologa privata.
In questo modo avrebbe la possibilità di diminuire la sintomatologia ansiosa e stare un po' meglio.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2756 Risposte

2289 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 APR 2018

Cara Vale, prenderti una pausa dall'Universitâ potrebbe solo portarti a sentire ancora di piú il fallimento e aumentare la tua ansia. Parli di ansia e depressione arrivate un pó per caso: sono successi degli eventi particolari nella tua vita in questo periodo oltre l'Universitá? Qual ě l'immagine che hai di te stessa? Ti riconosci delle risorse personali o ti senti "sbagliata"? Questi solo alcuni spunti per farti riflettere e metterti in contatto con te stessa. L'ansia vuole sempre dirci qualcosa se solo impariamo ad ascoltarla senza paura....prenditi del tempo per te stessa, magari con il supporto di un professionista che a pelle ti ispira fiducia. Hai tutte le carte in regola per farcela. Auguri di cuore, dott.ssa Daniela Cannistrâ.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

290 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 APR 2018

Cara Vale, l'ansia ě spesso un "segnale" che vuole dirci di fermarci a prenderci cura di qualche aspetto di noi stessi. Non spaventarti, anzi ascoltala, presta attenzione alle tue emozioni e a come stai, perché questo potrebbe dirti giá tanto. Dalle tue parole arriva anche un senso di solitudine: non puoi parlare ai tuoi del tuo disagio perché senti che non capirebbero...solitudine, forse scarsa fiducia in te stessa, sensazione di poco potere personale? Bisognerebbe capire meglio se nella tua vita stanno succedendo altre cose oltre l'Universitä e se la tua ansia possa essere in qualche modo collegata: hai mai pensato di rivolgerti ad uno psicologo? Il supporto di un professionista potrebbe aiutarti a lavorare su te stessa e le tue paure, oltre che sulle tue risorse per fronteggiare questa situazione. Hai tutte la carte in regola per farcela, e ti faccio un in bocca al lupo di cuore. Dott.ssa Daniela Cannisträ.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

290 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 APR 2018

Cara Vale, l'ansia che ė arrivata a tuo avviso improvvisa vuole sicuramente dirti qualcosa, ě un segnale che ci sono degli aspetti di te stessa di cui prenderti cura...in questo periodo oltre l'universitâ ė successo qualcosa di particolare nella tua vita? Questa sede non ci permette di approfondire alcuni aspetti che invece sarebbero fondamentali per comprendere cosa ti sta succedendo. Parli anche di depressione: da quanto tempo ti senti cosí? Che immagine ti sei fatta di te stessa a seguito di questi momenti di disagio? Sembra anche che senti di non poter avere il sostegno e la comprensione della tua famiglia: hai mai valutato l'idea di rivolgerti ad uno psicologo? Uno spazio di elaborazione dei tuoi vissuti ti aiuterebbe ad avvicinarti alla tua ansia per ascoltarla e vedere dove vuole portarti....lasciare l'Universitá non credo sia la scelta migliore: il tuo evitamento alimenterebbe il tuo senso di fallimento contribuendo a farti stare ancora piû male. Hai tutte le carte in regola per superare questo momento di difficoltâ, se solo non ti spaventi e chiedi aiuto senza vergogna. Sembra che in questo momento tu abbia perso la fiducia in te stessa, come se di fronte a questi sintomi tu non abbia alcun potere....in realtâ, se vuoi, puoi farcela. Un augurio di cuore, dott.ssa Daniela Cannisträ.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

290 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2018

Cara Vale, l'ansia ė spesso una sorta di "avvertimento" che ci arriva per invitarci a prenderci cura di noi stessi e di quello che viviamo. Parli di depressione oltre all'ansia legata all'Universitâ: purtroppo l'evitamento non aiuta a risolvere, anzi spesso aumenta la frustrazione e il senso di fallimento. Bisognerebbe anche andare a vedere se in questo periodo sono successi eventi particolari nella tua vita, che potrebbero aver fatto venire fuori questa ansia legata all'Universitâ. Ti consiglio di prenderti del tempo per te, magari con il supporto di un terapeuta che ti ispira fiducia per iniziare un percorso di comprensione di te stessa e delle tue difficoltâ, in modo da ritrovare le giuste risorse per affrontarle. La paura non va evitata, ma avvicinata e ascoltata, per poi magari rendersi conto di scoprirla piú piccola di ció che sembra. Auguri, dott.ssa Daniela Cannistrâ.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

290 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2018

Buongiorno, le consiglio di iniziare una psicoterapia breve con l'EMDR, in quanto tecnica che serve per alaborare in modo veloce i suoi pensieri disfunzionali che mantengono l'ansia che lei descrive. Cordialmente

Dott. Davide Perrone Psicologo a Torino

86 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2018

Salve vale
Ansia e pianto sono emozioni legate a determinati pensieri e significati sottostanti.
Prima di prendere una decisione definitiva rispetto al tuo percorso universitario, ti consiglio di parlare con uno psicoterapeuta, in modo da comprendere cosa c'è in fondo a questo malessere.
Buona giornata
Dott.ssa Bracci

Dott.ssa Lorenza Maddalena Bracci Psicologo a Guagnano

72 Risposte

35 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2018

Gentilissima, se ho compreso correttamente la tua ansia è legata all'università e aggravata dal sentirti costretta alla frequenza poiché in caso contrario i tuoi genitori non approverebbero. Una bella prigione, non mi stupisce che tu abbia iniziato a soffrire di ansia, che è sempre legata al non sentirsi libera. Una consulenza psicologica breve potrebbe assolutamente aiutarti, anche nella comunicazione con i tuoi genitori. Per iniziare, potrei suggerirti di provare a pensare se alcune materie in ambito universitario ti stimolano un po' di più e per ora seguire quelle. E pensare se è lo studio in sé che ti crea ansia oppure alcune situazioni relazionali oppure l' impossibilità percepita e soggettiva di essere in ' trappola'. Resto a disposizione. Alessandra

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

317 Risposte

126 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2018

Sei sicura che stai facendo la cosa giusta con l'Università? Si possono anche dare dispiaceri ai nostri genitori senza paura di perdere il loro amore. Serve a diventare adulti, con una nostra identità. Auguri.

Dott. Luciano Malerba Psicologo a Torino

125 Risposte

44 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2018

Buongiorno Vale, può capitare che in questo passaggio del ciclo di vita , una persona si senta confusa e spaventata e l’ansia arrivi a bussare alla porta. Io le consiglio di farsi aiutare a superare questo momento da uno specialista. possono essere numerosi i motivi per i quali lei esprime le sue emozioni attraverso l’ansia e essa è uno strumento che vuole dirle qualcosa. È importante lei affronti l questione con i suoi genitori ma forse ancora prima è importante che lei prenda contatto con una persona specializzata che sappia aiutarla a ritrovare il suo equilibrio. Cordiali saluti

Dott.ssa Di Segni Fabiana Psicologo a Roma

66 Risposte

32 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte