Ho a che fare con un compagno inaffettivo?

Inviata da Dany · 18 apr 2017 Terapia di coppia

Sono una donna separata con una figlia di 15 anni.
Separazione burrascosa fatta di denunce reciproce e separazione guidiziale ancora da concludere.
Da 3 anni ho una relazione con un uomo più piccolo di me di 4 anni.
É stato un grande amore della mia giovinezza,,di cui é sempre rimasto un vivo ricordo nel mio cuore,perché a differenza del mio ex, che era un uomo molto aggressivo,lui era dolce calmo ed educato.
Subito dopo la separazione,ho avuto il desiderio di cercarlo,
ma essendo una persona molto riservata,(sui vari social nn c era)
ho trovato il suo contatto in quanto compariva su internet un attivitá di sua gestione
e appena me la sono sentita l ho chiamato.
É stata una bella conversazione e tra le tante cose che ci siamo detti, lui era libero da impegni sentimentali,mai stato sposato.
Ci siamo scambiati indirizzi mail e abbiamo iniziato a scriverci.
Non ci siamo potuti incontrare. sibito in quanto lui era a 400 km di distanza da me,ed io nel pieno di una separazione burrascosa.
Ci siamo scritto e sentiti x due mesi poi un weekend l ho raggiunto e ci siamo di nuovo piaciuti come vent anni prima!
Sono trascorsi quasi due anni di incontri nei weekend e devo dire di aver notato in lui una gelosia eccessiva ed una riservatezza altrettanto esagerata,per me che sono un libro aperto, quello che ho nel cuore ho in bocca e non ho difficoltá a rendere partecipe la persona che mi é accanto,delle mie situazioni positive e negative.
Dopo un anno e mezzo di relazione a distanza,lui si é trasferito a casa mia dove vivevo con mia figlia 15enne.
I primi mesi sono stati belli da vivere insieme.
Tante cose in comune,con mia figlia era educato e gentile...e tutto andava abbastanza bene,anche se la sua gelosia, una certa tendenza a distorcere la realtá...e un eccessivo senso dell igiene( quasi microfobico)
Le cose tra noi andavano abbastanza bene.
Lui lavorava al pc...mi diceva che vendeva prodotti x il benessere online e che strutturava e vendeva siti internet.
Passava le sue giornata al pc...io essendo un infermiera mi recavo al lavoro...e lui a parte la pausa pranzo rimaneva al pc fino alle 18.
Dopo solo 4 mesi di convivenza,rimango incinta,avevo sempre desiderato un secondo figlio e nonostante alcune caratteristiche negative di lui,ero felicissima di questa gravidanza...essendo grande di etá(43 anni) e avendone la possibilitá,mi metto immediatamente sotto ispettorato per 'gravidanza a rischio'.
Viviamo insieme un periodo bello di condivisione nell evoluzione della nostra creatura...lui stando a casa mi poteva dedicare tempo ed era sempre con me in ogni occasione.
La mia ragazza era felice di avere una sorellina...
e con lui,nonostante era poco vivace caratterialmente,
si trovava bene,ed era felice per sua mamma che finalmente aveva ritrovato serenitá.
Con il suo papá,dopo la separazione,era riuscita a creare un buon rapporto, ed avevano una considerazione del loro rapporto che durante il matrimonio non era mai esistita,ed io ero felicissima anche di questo.
Avevo sempre desiderato che il mio ex desse a mia figlia le sane e giuste attenzioni...ma era troppo infantile e concentrato sui suoi mille hobby.
Quindi nel tirare le somme delle situazioni trascorse potevo ritenermi soddisfatta:
Mia figlia stava bene nella sua nuova famiglia.
Buon rapporto col suo papá.
Una relazione soddisfacente.
L arrivo di una bambina tanto desiderata.
Cosa vuoi di più!
Stando a casa mi resi conto che il cell del mio compagno nn suonava mai...non lo sentivo parlare con i clienti...e iniziò a non darmi più contributi economici che fino a quel momento,in modo molto contenuto( 3-4 cento euro al mese) mi aveva regolarmente dato.
Non dissi nulla per svariati mesi...concentrandomi sulla grande gioia in arrivo...e pensando si trovasse in un momento di spese particolari...portai avanti la mia gravidanza senza dare un peso eccessivo alla cosa.
Per otto mesi non contribui economicamente e provai delicatamente a chiedere come andava il lavoro...lui sempre abbastanza schivo e di poche parole...diceva che la crisi era generale...e che anche nel suo settore si sentiva.
Arrivò il momento della morfologica e lui non avevdo gradito che accompagnassi mia figlia ad un centro connerciale a 35 km da casa mia...mi ci mandò da sola e fu il primo vero momento in cui notaia la sua freddezza esagerata.
Arrivó anche il momento di decidere il giorno del taglio cesareo e la mia attenzione era di escludere il giovedi giorno in cui mia figlia é da suo padre.
Ma non volendo altre date alcune per brutti ricordi...altre x nn mi ricordo che la data del taglio fu decisa proprio di giovedi giorno in cui Gaia nn c era.
Piansi tanto ritenendola una crudeltà glielo verbalizzai e notai ancora la sua freddezza..."che mi frega a me se nn c é Gaia".
Andai oltre...fragile di un matrimonio fallito...e in attesa di una bambina da lui...ma gli eventi sgradevoli continuarono a ripresentarsi con più frequenza.
Il 01 01 16 ho rotto le acque 13 giorni prima del programma.
Mi fecero cmq il taglio cesareo...e senza troppi problemi nacque Nicole❤.
Lui é un bravo papà calmo dolce attento e dedizioso.
Solo che ha attenzioni solo per Nicole.
La nostra vita sessuale é ridotta a 1..2...volte al mese,se va bene.
A Gaia a malapena gli rivolge parola...quando siamo a tavola si limita al buon appetito...e x tutto il pasto si rivolge solo a Nicole...finito il suo pasto si alza e fa altro e nn rimane a tavola con noi.
La sera del mio compleanno 25 ottobre avevo invitato la mia famiglia a mangiare una fetta di torta dopo cena.
Nicole alle 21 aveva sonno e lui prima che arrivassero tutti la portò a dormire.
Arrivati gli ospiti e il momento di tagliare la torta...nn vedendolo lo andai a chiamare in camera...Nicole dormiva e pian piano le ho detto di alzarsi...lui si é rifiutó dicendomi che era stanco e di dire agli ospiti che era malato...provai ad insistere e nel supplicarlo...perché questo ho fatto,la bambina si svegliò...presi la bambina felice di poter condividere anche con lei qualche foto...e sollecitai ancora lui...dicendogli di nn fare queste brutte figure con gli ospiti...ma figurati se mi ascoltò.
Festeggiai con il nodo in gola e il viso vitreo...mia figlia Gaia ci rimase male x me...tutti ci rimasero male...considerando che erano le 21,15...di certo nn notte fonda.
Questo episodio mi lasciò sbigottita ma in un inutile confronto lui nn si sentì in colpa e nn si scusò.
Disse solo la bambina aveva sonno l hai svegliata...non é un trofeo da far vedere x la tua festa.
Qualsiasi altro confronto in seguito con lui non ha tratto frutti.
Per la sessualitá dice: "c é Nicole...é colpa tua...i tuoi toni...i tuoi modi"
Per il dialogo con Gsia a tavola" non sono obbligato...parlate se volete..gaia é maleducata con te e io nn ho voglia di dialogare conxuna maleducata...é figlia tua nn mia...veditela tu...a me do lei nn importa nulla.
Mi sento ferita...non considerata...non rispettata...nn accolta.
Al momento é senza lavoro...anche se il suo contributo(500 euro mensili dopo la nascita di Nicole).
C é un progetto di aprire una casa alloggio x anziani insieme nel mio paese lui ha preparato il sito e i volantini...abbiamo identificato una struttura dove aprirlo...ma siccome lui non ha soldi...dovrò essere io ad anticipare queste somme...e se proprio lo devo dire...nn mi va!
Non me la sento.
Sono cosi risentita x questo suo modo gelido e brutto di vivere me ma soprattutto mia figlia Gaia...che mi é pure venuta voglia di cacciarlo di casa....voglia che freno per un gran senso della famiglia...per Nicole...(gli tolgo la presenza del padre.)
Credo che per una corretta valutazione professionale...vi occorre sapere che. é orfano di madre(aveva 9 anni quando l ha persa suo fratello 11 e sua sorella 6).la donna é morta a 38 anni di tumore al seno
Suo padre...ebbe un grosso conflitto con la sua stessa madre...lasciò casa dopo la morte del padre...e non ebbero più un gran che di rapporti(questo lo dice il mio compagno...ha conosciuto la madre del mio compagno di sette anni più grande del padre....e dopo pochi mesi dicfrequentazione la donna rimase incinta).
si é risposato altre due volte avendo con entrambe un figlio....ma la relazione con le rispettive madri si é conclusa.
Il mio compagno nn si parla con suo fratello più grande....con la sorellastra avuta dalla seconda unione del padre....e con sua sorella ha un rapporto freddo e distaccato...(la ragazza oggi 35 anni é in terapia x disturbo bibolare e due tentati suicidi).
Rapporto distaccato anche con suo padre che vive a 250 km da noi....e con il quale si scrive ogni tanto... Scrivono...nn si sentono!
Ho provato tante volte a giustificare....capire...acvogliere i suoi atteghiamenti...intenerendomi nel pensare alla brutta vita trascorsa...ma il carico é grande.. pesa! E anche volendo la sua freddezza toglie quell armonia che si era creata in principio...e mia figlia Gaia....cerca spesso di evadere da casa...vuoi per l etá...ora 16...vuoi anche per il clima piatto che c é ora in questa casa.
Appena vi é possibile attendo le vostre considerazioni e consigli.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 APR 2017

Gentile Dany, ho letto con attenzione la sua lettera/sfogo, quasi a rappresentare il suo grande bisogno di essere finalmente ascoltata da qualcuno senza sentirsi giudicata. Certamente un primo consiglio è quello di valutare al meglio le sue scelte, forse non è il momento di assumersi un impegno economico così grande - emotivamente lo ha gia prese - con una persona della quale non sembra più sicura, non in questo modo lei "garantisce" un padre a sua figlia. Le consiglio di rivolgersi a un collega della sua zona per avere un supporto che la aiuti a diradare la confusione e a credere di èi in se stessa e nelle sue percezioni. Un caro saluto, dott.ssa Caccavale Carmela, Psicologa Psicoterapeuta Afragola, NA

Dott.ssa Caccavale Carmela Psicologo a Afragola

81 Risposte

151 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85750

Risposte