Ho 24 anni e comincio a pensare di essere dislessica

Inviata da Agnese il 13 apr 2017 Dislessia

Negli ultimi mesi, per puro caso, ho scoperto di avere molti conoscenti dislessici.
Parlando con loro, mi sono resa conto che molte difficoltà che caratterizzano la dislessia le ho anch'io, ma non c'ho mai badato più di tanto perché le consideravo semplici punti deboli personali. Ora però mi si insinua il dubbio.

Come posso fare a capire se sono veramente dislessica ed eventualmente in cosa mi crea più difficoltà, per poi andarci a lavorare?

C'è da sottolineare il fatto che a scuola ho sempre preso ottimi voti e che mia madre non ha mai notato difficoltà da parte mia. Questo mi dovrebbe convincere di non avere problematiche, se non fosse che non ha mai neanche notato difficoltà da parte mia a scrivere con la destra, quando invece in tutto il resto uso la sinistra (e uno specialista pochi giorni fa ha confermato che di base sono mancina).

Credo che la mia paura di essere considerata una bambina "non normale", sommata alla mia intelligenza e tenacia, mi abbia portato a cercare di risolvere da sola certi problemi senza che gli altri se ne accorgessero.

Grazie mille, buona giornata!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Agnese,
scoprendo che persone di sua conoscenza hanno avuto questo problema, è molto probabile che lei si sia soltanto suggestionata.
Se in passato non ha mai avuto problemi a scuola e il suo rendimento era ottimo, è ben difficile ipotizzare l'esistenza di dislessia o comunque di un disturbo specifico dell'apprendimento (DSA). E' invece più probabile che lei sia un pò ansiosa e apprensiva e per questo potrebbe essere utile un sostegno psicologico.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6471 Risposte

18126 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Agnese,
i disturbi dell'apprendimento sono stati riconosciuti legislativamente solo nel 2010 pertanto prima non venivano diagnosticati e i bambini con queste difficoltà venivano etichettati come "svogliati", "pigri", "intelligenti ma che non si applicano"....
Oggi per fortuna le cose stanno cambiando, pertanto se sospetta di avere dei sintomi riconducibili ad un disturbo dell'apprendimento, l'unico modo per averne o meno conferma è quello di rivolgersi all'ASL della sua zona e chiedere una VALUTAZIONE PSICODIAGNOSTICA. Le colleghe le somministreranno una serie di test psicologici, i cui risultati sapranno fornirle la risposta che cerca.
Le consiglio anche la visione del film "Stelle sulla terra" che racconta la storia di un bambino dislessico, molti si identificano con il personaggio.
Buona fortuna!
Dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna

Ma.Lu.A. Studio della dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna Psicologo a Taranto

120 Risposte

153 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima, per poter accertare o escludere, l'eventuale presenza di dislessia occorrerebbe sottoporsi ad opportuni test e osservazioni specialistiche. Difficile dirlo cosi con pochi elementi. Sono a sua disposizione se lo volesse.
Cari saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

391 Risposte

176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Agnese,
vorrei capire quali possano essere i "sintomi" in comune con i suoi parenti dislessici. Se lei ha sempre riportato ottimi voti e a scuola non hanno mai segnalato nulla io ho dei forti dubbi sulla sua dislessia. Una persona, per avere diagnosi di "dislessia" deve avere un' intelligenza nella norma e deficit grave nella velocità di lettura, o nella correttezza (in lettura o scrittura o entrambe), o nella comprensione autonoma di un testo scritto (e lo studio, per quanto intelligente e sveglia sia una persona, diventa pressocchè impossibile senza aiuto esterno, cioè qualcuno che legge, o senza gli strumenti compensativi/dispensativi dati per legge), o tutte e tre le sottodiagnosi assieme; pertanto se lei ha appreso a leggere nei tempi classici, senza fatica è sempre stata corretta, da sola ha sempre studiato ottenendo non sufficienze risicate ma a suo dire ottimi voti (il fatto di scrivere con la destra anche se lei è mancina non ha attinenza con la dislessia), motivi per pensar ad un DSA non ne trovo.
Se ha ancora dubbi può rivolgersi all'ULSS (se riescono a testarla, lei sarebbe un po' fuori età per diagnosi certa, ormai è compensata e i test hanno tarature statistiche fino alla fine delle scuole superiori).
Cordiali saluti
Dott.ssa Sabrian Fontolan

Dott.ssa Sabrina Fontolan Psicologo a Piove di Sacco

203 Risposte

229 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima,
Potrebbe rivolgersi all'ASL di competenza per svolgere i test diagnostici per la dislessia.
Tenga presente che facendo tutto con la sinistra potrebbe essere quella la sua parte dominante. Molti bambini che per un motivo o per l'altro non scrivono con la parte dominante possono riscontrare problematiche nella letto-scrittura.
Il fatto che il suo percorso scolastico sia stato ottimo può essere divuto al fatto che ha saputo compensare bene le sue problematiche.
Senza una valutazione testitca però non possiamo sapere quale sia il suo problema

Dott.ssa Elisa Configliacco Bausano Psicologo a Moncalieri

24 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Dislessia

Vedere più psicologi specializzati in Dislessia

Altre domande su Dislessia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77250

Risposte