Ho 20 anni e sono depressa

Inviata da Jessi · 28 ago 2020

Salve a tutti, mi chiamo Katia e ho 20 anni compiuti da poco. Ho sempre cercato di essere la figlia/studentessa perfetta. Da adolescente ho avuto problemi molto gravi in famiglia e a livello relazionale (genitori fin troppo autoritari, un fratello con problemi mentali, e ho subito qualche episodio di bullismo..) e pur di non affrontare il dolore che questi problemi inevitabilmente avrebbero causato in me, che ero un piccola ragazza spaventata e impaurita, mi sono chiusa nello studio e nel mio piccolo soffocante mondo. Ho cercato di essere negli anni la figlia che non causava problemi, che stava nella sua cameretta e studiava tutto in maniera perfetta così da dimostrare ai miei genitori e alla mia ex classe (che data la mia grande timidezza e asocialità che mi causavano paura di parlare, mi riteneva stupida), che valevo qualcosa. Almeno su questo ho avuto soddisfazioni, uscita con 100 da un liceo classico, una volta avuta la pagella tra le mani sono scoppiata a piangere di fronte a mia madre cercando ossessivamente la sua approvazione ed un suo scusa, per non aver creduto in me. Ma ne è valsa la pena? Assolutamente no. Per ottenere questi risultati non ho avuto amici per anni, non sono uscita per anni, ho passato la mia adolescenza su dei libri o su un letto nel migliore dei casi a fantasticare e a rendere la mia vita, grazie alla mia grande e forse eccessiva immaginazione, a dir poco perfetta. Ho provato a trasferirmi una volta finito il liceo, e ad andare via dal mio paesino, bigotto e tradizionalista, per scappare dal mio passato e cercare un futuro migliore. Ma come mi immaginavo, non mi sono rivelata abbastanza brava. Ho imparato a cucinare, stirare ed essere un ottima donna di casa in pochi mesi, ma non era abbastanza. Quando mi sono trasferita, ho conosciuto un ragazzo con cui ho avuto una relazione che non è finita bene: data la mia possessività e paura dell'abbandono l'ho allontanato. Ciò ha influito negativamente sul mio percorso universitario: sono entrata in una profonda depressione dalla quale non riesco ad uscire. Sono indietro con gli esami, i pochi che ho dato hanno voti alti, ma mi sento inferiore inetta e deficiente per non aver sfruttato come avrei dovuto quest'opportunità lasciandomi andare a me stessa e alla mia costante e ossessiva insicurezza e paura di non farcela. Risultato? Non ce la sto facendo davvero. Tutti i miei coetanei sono cosi sicuri di quello che fanno, sono cosi convinti di riuscire a farcela senza problemi e poi ci sono io, cosi stupida a crogiolarmi nella mia depressione e a rimanere bloccata e a farmi passare la vita e l'università davanti (ogni esame per me è un inferno, tra attacchi di panico e ansia, cerco di far di tutto per evitarli, non presentandomi).
Ho provato a scappare dal mio paesino, ho provato ad accettare me stessa, i miei errori ed il mio passato, ma puntualmente bussano alla porta della mia mente le mie fragilità, la mia paura dell'abbandono, la paura di non essere abbastanza brava e la paura del mio futuro che ossessivamente mi ricordano quanto io sia stupida, eccessivamente sensibile, fragile e quanto io sia inutile ed inetta.
Consapevole di gettare quelli che dovrebbero essere i migliori anni della mia vita, ho provato ad andare da uno psicologo che mi ha consigliato, dato lo stadio avanzato della depressione di assumere qualcosa, e ciò mi ha fatto sentire ancora più stupida. Avere venti anni e assumere dei farmaci per curare una depressione quanto può essere vergognoso o a dir poco imbarazzante?
Ma forse è l'unica soluzione.
Da sola non riesco più ad andare avanti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102450

Risposte