Ho 18 anni e mi sento vuota

Inviata da Nic · 20 feb 2019

Salve a tutti. Non avrei voluto mettere questo titolo tremendo, ma alla fine il sentimento è questo.
Ho 18 anni ma sono un po' di anni ormai che ogni tanto mi sento... Boh, vuota. Passo dal vivere periodi "normali" ad altri di completa apatia e disinteresse per ogni cosa, se non cado in una profonda tristezza. Soprattutto a scuola, nei periodi più stressanti vivo d'ansia e non dormo, non ho voglia di uscire, di parlare, neanche leggere un libro o guardare un film. Non riesco a dormire e non riesco a concentrarmi nello studio. Passa il tempo e neanche me ne accorgo.
Speravo che fosse uno stato che mi sarei lasciata alle spalle assieme al liceo, visto che avrei anche abbandonato delle persone che mi hanno emotivamente ferita molto. Ma ora ho appena finito la mia prima sessione di esami all'università (ho scelto Fisica), sessione praticamente disastrosa, avendo superato solo un esame su tre. E boh, da quando ho avuto i risultati non riesco a smettete di piangere e sentirmi in colpa e a disagio, con me stessa, con la mia famiglia, con i miei amici. Boh, sarà che sono sempre andata molto bene a scuola, non ho mai avuto problemi, non mi sono mai sforzata troppo... E mi ritrovo con due esami indietro per errori idioti, tipo aver dato due volte tutti gli esami per ansia e presunzione e un desiderio nocivo di competizione che non mi è mai mai mai appartenuto. E ora passo dal piangermi addosso all'arrabbiarmi, evitando il più possibile di uscire con gli amici e senza il minimo di concentrazione per qualunque cosa. E sto morendo d'ansia per il prossimo semestre, dato che dovrei dare 3 esami + i due che non ho superato. E forse mi sto rendendo conto di dover aggiustare qualcosa in me... Ma non so cosa e non so come. E non so se riuscirei in tempo. E non riesco neanche a trovare la motivazione per provarci.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 FEB 2019

Gentile Nic., vorrei che fosse un po' più gentile e meno giudicante con se stessa.. La vita a 18 anni non è per nulla facile, nonostante i luoghi comuni. Una maggior stabilità la si raggiunge alcuni anni dopo. Non è facile, dicevo, sopratutto avendo scelto una facoltà estremamente impegnativa anche per chi ha notevoli capacità. Eviti quindi di condannarsi se ha avuto problemi agli esami. Ho buoni motivi di credere, in base alla mia esperienza, che probabilmente la sua famiglia non la sostiene in modo adeguato. Purtroppo a questo non c'è rimedio. Il consiglio è allora di essere clemente con se stessa e di concedersi un meritatissimo aiuto psicologico. Se ha problemi economici può anche considerare l'opzione di un gruppo di auto-aiuto o mutuo aiuto, ce ne sono molti. La vita alla sua età non può essere solo studio.
Cordialmente
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

889 Risposte

367 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte