Gravidanza, non sono piu sicura

Inviata da Elisa · 15 nov 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Buongiorno, ho 25 anni e ho scoperto da poco di aspettare un bimbo. Sto con il mio compagno da 1 anno ed è 8 anni più grande di me. Avuta la notizia lui è stato felicissimo,dice di sentirsi pronto,che ha un buon lavoro e non ci mancherà nulla.
Questo bimbo, diciamo, è stato voluto, o meglio ci siamo sempre detti "se arriva saremmo cmq felicissimi". Ecco questo è il punto. Da quando l'ho scoperto non dormo più, ho crisi di ansia, ho mille paure. Premetto che sto studiando, penso ij un anno di arrivare alla laurea e in più non ho un lavoro. Ricordo che al primo test negativo ci sono rimasta malissimo,al secondo test positivo,invece,io e il mio compagno abbiamo passato 3giorni bellissimi a pensare alla nostra nuova vita. Lui ora è via per lavoro e io mi sento persa. Ho dato la notizia a mia sorella che lha presa malissimo continuando a dire che mi rovineró la vita. Ora tocca dirlo ai miei e so che sarà un disastro. Ho paura fi tutto, di trovarmi con un figlio e non riuscire più a finire gli studi, di deludere i miei o perdere il mio compagno. Lui non ne vuole sapere di interruzione di gravidanza, dice è il piu bella cosa che ci potesse capitare. E perché io non riesco più a vederla cosi? Interrompere questa gravidanza so che comporterebbe perderlo. Passo da momenti di felicità a momenti di sconforto totale, e se mi ritrovarsi sola e senza lavoro con questo bimbo?. È difficile parlare al mio compagno, parla solo di come insieme affronteremo la.nuova vita, e se non la voglio più questa vita?. In più esco da solo 2 anni da una lunga storia finita male e già da quando sto con il mio nuovo conpagno tutti mi ricordano com'è finita la mia precedente storia e quindi di andarci piano.Il mio compagno di rassicura su tutto,che ce la faremo ma non sono piu convinta. Avevamo tantissimi progetti, viaggi, di iniziare un corso insieme, di goderci la vita in due, e ora? Lui mi dice che rinunciare a queste cose non gli peserà,che cmq, non subito, ma potremmo pensare a viaggi in 3, che in 3 sarà tutto più bello.Quando sto con lui le penso anche io queste cose ma appena lui non c'e vado in panico e penso che la soluzione migliore sarebbe rinunciare a questo bimbo. Scusate se i miei pensieri sono un po' confusionari, ma è cosi che mi sento. Grazie a chi risponderà

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 NOV 2017

Salve Elisa,
per poter essere libere di scegliere se essere madre o meno è necessario che entrambe le opzioni possano essere prese in considerazione senza subire pressioni esterne. Mi sembra che nel suo caso non sia così e che le persone più importanti della sua vita esprimano desideri e paure in maniera assoluta e contrapposta tra loro. Stante così la situazione qualunque scelta prenderà qualcuno rimarrà deluso e ferito o addirittura la sua relazione di coppia potrebbe finire! Non mi sembra che lei possa esprimere liberamente i suoi dubbi e le sue paure ed essere ascoltata perché ecco che c’è qualcuno pronto a suggerire cosa è meglio per lei. In particolare mi colpisce l’atteggiamento del suo partner che ha già deciso per entrambi che sarò bellissimo e che non vuol nemmeno sentir parlare di interruzione perché lui è pronto!
Purtroppo in una situazione del genere può succedere non solo e non tanto di non essere ascoltati ma di non sapere più cosa veramente vogliamo perché ciò che vogliono gli altri ha un peso talmente forte da condizionarci e non permetterci di essere in contatto con i nostri desideri, paure e bisogni, con ciò che proviamo a livello istintivo, emotivo e cognitivo e che ci sia armonia tra questi livelli. Nel suo caso il disagio sembra aver preso la via del sintomo e dell’ansia. L’ansia le sta dicendo qualcosa. Ovviamente non so se si tratta solo di un ostacolo da superare per la realizzazione di un suo progetto familiare voluto o se la sta mettendo in guardia rispetto al fatto che i suoi progetti prioritari in questo momento sono altri.
Per capire questo dovrebbe avere la possibilità di contattare i suoi bisogni e i suoi desideri cercando di concentrarsi su di sé.
Se fare ciò in questo momento fosse molto difficile può anche avvalersi dell’appoggio di un professionista che la aiuti a comprendere cosa è meglio per lei senza prevaricazioni o decisioni già prese in un senso o nell’altro.
Le faccio i miei migliori auguri
Dott.ssa Lucia Rinaldi

Lucia Rinaldi Psicologo a Roma

94 Risposte

161 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2017

Gentile Elisa
la nascita di un bambino è uno sconvolgimento nella vita di una donna,
può essere considerato uno degli eventi più importanti nella vita,
ma di innumerevoli cambiamenti, pertanto è inevitabile avere tanti dubbie e domande.
Le suggerisco di contattare un professionista della sua zona, che la aiuti a capire le sue ansie.

Cari saluti
Dr. Ferrara Cristiana

Anonimo-169061 Psicologo a Sesto Fiorentino

5 Risposte

16 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 NOV 2017

Buongiorno Elisa, la gravidanza è uno sconvolgimento nella vita di una donna in ogni caso. Ora ci sono una serie di paure, in parte concrete e reali, in parte irrazionali che affondano le radici nel senso di adeguatezza e capacità che lei sente di avere. Si rivolga il prima possibile ad uno specialista che possa aiutarla a mettere fuoco la vera origine delle sue ansie, la gravidanza è la causa scatenante ma non l'origine. Un abbraccio
Dott.ssa Paola Gambini

Dott.ssa Paola Gambini Psicologo a Cadoneghe

57 Risposte

45 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 NOV 2017

Gentile Elisa,
effettivamente sei stata un pò frettolosa nel decidere per una gravidanza dal momento che stai completando un corso di studi e non lavori.
Pertanto è anche comprensibile che i tuoi familiari non siano contenti di questo nuovo evento ma credo che tra qualche mese (o anche prima) cambieranno sicuramente idea e ti staranno vicini.
E' scontato che la gravidanza e il bambino comporteranno una sosta o almeno un rallentamento e dei cambiamenti riguardo ai progetti fatti in precedenza ma, anche se ho criticato la fretta e la superficialità sia tua che del tuo compagno, sono del parere che è bene accogliere questa nuova vita avvalendovi di un sostegno psicologico.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7340 Risposte

20670 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 NOV 2017

Gentile Elisa,
la paura è normale. I cambiamenti che un figlio comporta sono grandi e la maternità può risvegliare molti temi in una donna, magari sopiti fino allora. Lo squilibrio ormonale dei primi mesi possono acuire (non determinare) uno stato psicologico conseguenti ai movimenti interni di questi temi. Dato che ha un compagno vicino da cui sembra possa sentirsi sostenuta, occorrerebbe indagare le altre cause di questa paura. Lo faccia con un professionista, rendendo il suo compagno partecipe nel caso lo desideri. Anche questo aspetto può essere discusso in una prima seduta con un terapeuta. Se lo desidera, mi contatti pure in privato.
Buona giornata

Daniela Magrì Psicologo a Roma

92 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 NOV 2017

Cara Elisa,
la gravidanza crea sempre un momento di squilibrio in cui chi più chi meno pensa di essere inadeguato e inizia a porsi tanti dubbi. Con il tempo, l'equilibrio viene ripristinato e la nuova vita che sta arrivando viene accettata con più serenità. Lei dice che vorrebbe terminare gli studi e cercare un lavoro e nessuno le vieta di farlo. L'arrivo di un bambino sicuramente renderà tutto più difficile ma, se il suo obiettivo è veramente importante per lei, troverà il modo di riuscire a fare tutto quello che si era ripromessa di fare prima di scoprire di essere incinta. In questo percorso potrebbe essere accompagnata da un professionista della sua zona, che invito a contattare.
Cari saluti
Dott.ssa Carla Franccesca Carcione

Dott.ssa Carla Francesca Carcione Psicologo a Capo d'Orlando

263 Risposte

421 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27700

domande

Risposte 95500

Risposte