Grande confusione e problemi con la scelta dell'università

Inviata da Elisa il 25 nov 2016 Crisi adolescenziali

Salve ho problemi con la scelta dell'università... Mi sono diplomata l'anno scorso al liceo magistrale con il massimo dei voti ed essendo sempre stata portata in tutte le materie ma in primis nelle materie scientifiche avevo da tempo (precisamente dal terzo superiore) deciso di iscrivermi alla facoltà di biotecnologie. Studiata tutta l'estate e fatto tre test a numero chiuso in tre atenei differenti usciti i risultati ho scoperto di non essere rientrata in nessuno di questi. Da quel momento la disperazione, cosi ho cercato in tutti i modi un'alternativa per non perdere l'anno e alla fine sono riuscita a rientrare in una facoltà simile con buona parte degli esami in comune (per precisare non ero ancora iscritta) di uno degli atenei. Purtroppo nonostante l'euforia dei primi giorni mi sono resa conto, continuando a frequentare per un mese e passa, che non mi piaceva per niente e mi trovavo male soprattutto in quell'ambiente, mi sentivo cosi nervosa e stressata che appena tornavo a casa scoppiavo in lacrime per il malessere. Cosi dopo una lunga riflessione e soprattutto dopo aver scoperto di essere rientrata in graduatoria in un altro ateneo decisi di provare a frequentare le lezioni lì (in me pero gia si era fatta avanti l'idea che non facesse per me). Insomma alla fine come ambiente mi trovavo molto meglio ma mi sentivo perennemente come un pesce fuor d'acqua, le materie non mi appassionavano per niente e piu le facevamo e piu io mi chiedevo a cosa mi servissero, le ritenevo totalmente inutili e mi domandavo il perche stessi lì. Alla fine, poiché in tutto questo non mi ero iscritta, ho deciso di lasciare. Ora il problema è che mi trovo in uno stato confusionale perche quelle che erano le mie certezze sono svanite nel nulla, le materie scientifiche mi sono sempre piaciute un po di piu rispetto alle altre materie, ma ho capito che non mi appassionano cosi tanto da sceglierne una facoltà e ora non so piu a cosa aspirare. Certo quello che mi sarebbe sempre piaciuto fare sarebbe stato insegnare ma ho le idee talmente confuse che non so piu cosa voglio. Non so come orientarmi e come chiarire le idee. Ho timore che la paura e lo stress iniziale mi abbiamo in qualche modo segnato e ora non riesco a ragionare con chiarezza.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Ciao Elisa,
nel leggere le tue righe ho riportato alla mente le difficoltà, le insicurezze e le indecisioni che hanno accompagnato la mia scelta universitaria e quella di tanti miei colleghi delle scuole superiori...
Credo sia normale, in una fase in cui lasciamo la strada vecchia per la nuova, vivere incertezza e confusione. In fondo, alle superiori abbiamo costruito una nostra "zona di comfort": conosciamo amici ed insegnanti, sappiamo cosa aspettarci da loro, come muoverci, il livello di difficoltà/approfondimento delle materie ecc. In altre parole, conosciamo le regole del gioco... ;)
All'Università tutto questo cambia. Si rimettono in discussione molte sicurezze e a volte può essere disorientante tanto da darci l'impressione di essere disarmati rispetto al capire ciò che vogliamo. La buona notizia è che come esseri umani abbiamo le risorse per affrontare difficoltà come queste. A volte, però, possiamo non riuscire ad attivarle.
Se la confusione permane, non escludere la possibilità di contattare uno psicologo/psicoterapeuta con il quale confrontarti e serenamente rimettere insieme i pezzi del puzzle. Vedere il quadro nel suo insieme può aiutarti ad attingere alle tue competenze e scegliere la direzione per te più adeguata.
In bocca al lupo! ;)
Pietro Ielpo

Dott. Pietro Ielpo Psicologo a Ladispoli

4 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Elisa
la risposta alla tua domanda puoi conoscerla solo tu.
La vita universitaria è molto diversa da quella delle scuole superiori: bisogna essere abbastanza maturi e motivati per riuscire a studiare senza che nessuno ce lo imponga. I dubbi sono normali soprattutto all'inizio di ogni tipo di percorso, ma le difficoltà possono essere superate se si tiene sempre ben presente in mente il proprio progetto. Se il tuo è quello di insegnare materie scientifiche, devi mettere in conto di dover arrivare alla laurea studiando materie che ti piacciono di più e altre che ti piacciono meno e ti sembrano inutili. Purtroppo il piano di studi non lo sceglie lo studente!
Visto che ormai l'anno è iniziato e dovresti comunque aspettare per cambiare facoltà, ti consiglio di non abbandonare quello che hai intrapreso. Impegnati e fai qualche esame; tieni duro per un pò. Se nonostante tutto, alla fine dell'anno rimarrai dell'idea che questa facoltà non ti piace allora farai una scelta nella direzione che vorrai. Sono sicura che seguire le lezioni, ambientarti meglio e studiare ti serviranno per schiarirti mano a mano le idee.
Qualora ciò non accadesse, ti suggerisco di rivolgerti ad uno psicologo della tua zona per esplorare eventuali conflitti emotivi sottesi.
Cordialmente

D.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara

Dr.ssa Cristina Giacomelli Psicologo a Lanciano

294 Risposte

545 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Elisa,
devi sapere che il passaggio dalla scuola superiore all'Università può essere traumatico e mette alla prova le capacità organizzative e l'autostima dello studente.
Se ti piacciono di più le materie scientifiche dovrebbe essere preferita la scelta della facoltà di ingegneria in uno dei suoi tanti rami.
In realtà sembra emergere che ti scoraggi facilmente alle prime difficoltà ed ora sei in totale confusione.
Penso perciò che ti gioverebbe qualche colloquio con uno psicoterapeuta che si occupi di orientamento e formazione e che contemporaneamente valuti anche il tuo livello di autostima.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6464 Risposte

18111 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Elisa
Spesso la scelta universitaria e' carica di dubbi,aspettative e motivazioni che costituiscono un bagaglio importante nel processo di scelta. Dalla sua storia emergono alcuni indicatori importanti quali le sue aspirazioni,il desiderio di seguire una passione, la delusione per non essere entrata nella facoltà desiderata,la sofferenza e la confusione.
Spesso entrare nel mondo universitario implica uno sforzo ed un adattamento iniziale all' interno del quale e' necessario scoprirsi e trovare le proprie risorse per affrontare alcune situazioni nuove quali l'organizzare lo studio in modo diverso dal sistema scolastico,inserirsi in un nuovo contesto,fare nuove conoscenze e molto altro ancora. Fatte queste premesse e avendo colto il suo desiderio di fare una scelta le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo/psicoterapeuta della sua zona per esplorare la sua difficoltà, fare dei precisi colloqui di orientamento professionale/universitario e test psicoattitudinali che possano aiutarla a chiarire la natura dei suoi dubbi e identificare meglio quali sono le sue preferenze ed i suoi punti di forza!
In bocca al lupo!
Dott.ssa Nadia Carbone

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77150

Risposte