Gioco simbolico bambini

Inviata da Francesca Margionti · 26 mar 2021

Buongiorno sono una mamma di una bambina di quasi 5 anni che frequenta l asilo e da due anni e mezzo ha i genitori separati
Vive metà settimana con me e metà con il padre.
Il rapporto tra me ed il padre è stato decisamente problematico dopo la rottura, ora sta migliorando ma sicuramente la bambina sente che tutti e due i genitori vorrebbero avere la bimba a casa con loro ogni giorno. A livello di regali e complimenti e molto viziata. Tende a volte a dire ciò che l adulto si aspetta. Frequenta come ho detto l asilo dove ha una migliore amica . Posso dire che le maestre mi dicono che e serena e durante le videolezioni (a parte che è scocciata e vorrebbe correre a giocare) fa fatica a rispondere per prima ma se viene interpellata risponde. Non è una bimba che si butta, pondera bene ogni decisione soprattutto se deve affrontare qualcosa di nuovo, anche una cosa che può sembrare insignificante come mettere una maglia nuova. È molto legata alle sue cose. Almeno da parte mia ha sempre tutte le attenzioni per prima ,anche prima di me,anche se siamo insieme ad altri. Scrivo per un un'atteggiamento che ho notato nei suoi giochi
Gia da anni fa male ai bambolotti ( che sono i bimbi)
Facciamo finta che cade e si fa male è sempre stato un gioco ambito per lei, e non capisco se prova piacere a vedere che si feriscono o vuole solo vedere cosa succede
( se si taglia è una tragedia,ad esempio)
Non so come comportarmi, ed ultimamente giochiamo con le Chelsea ( le bambine della barbie..le shelley di una volta..) e una di queste si chiama come lei, ed ha una mamma che si chiama come me. A volte gioca facendo finta che la barbie che si chiama come lei viene esclusa da tutte le altre bambine barbie , oppure fa i dispetti e non ascolta la maestra quando giochiamo all asilo ( cosa che mia figlia non fa) oppure viene trattata male da mia figlia stessa,ad esempio se le altre le mette a letto per bene la sua la sistema con meno cura. Perche??? Come mi devo comportare?
Quando sceglie di fare questi giochi molte volte la barbie con il suo nome me la fa tenere a me!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 MAR 2021

Cara Francesca,
leggendo il suo quesito mi arriva tutta la sua preoccupazione e la sua premura nel cercare di essere il più presente possibile. Spesso i bambini attraverso il gioco esprimono aspetti molto profondi di sé stessi, magari sua figlia ha trovato questa modalità per esprimere il dolore che difficilmente riesce a tirar fuori in altri ambiti (è una pura ipotesi, la prenda come tale).
Più che il gioco di sua figlia mi colpisce la sua apprensione che a mio avviso meriterebbe di essere approfondita maggiormente. Il suo istinto materno le sta dicendo che forse c'è qualche nota stonata, per cui sarebbe opportuno indagare più a fondo con l'aiuto di un professionista, magari partendo proprio da sé stessa e valutare in seguito se coinvolgere anche altri membri della famiglia.

Dott.ssa Nuzzolese Antonella Psicologo a Matera

22 Risposte

24 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 MAR 2021

Gentile Francesca,
è vero che i bambini spesso esprimono nel gioco il loro mondo interiore e quindi anche emozioni e possibili conflitti che non sanno verbalizzare.
E' vero anche che la separazione dei genitori rappresenta un trauma per i figli, specialmente se sono piccoli.
Tuttavia sembra che lei per prima sia eccessivamente in ansia per le possibili conseguenze negative sulla bambina derivanti dalla sua separazione e pertanto rischia di trasferire anche inconsapevolmente quest'ansia.
E' consigliabile perciò che in un primo momento sia lei stessa ad avvalersi di sostegno psicologico dal vivo per un maggior benessere suo e di conseguenza anche della bambina.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7464 Risposte

20938 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 MAR 2021

Cara Francesca, sarebbe bene esplorare l'eventuale assenza di integrazione che sua figlia sta sperimentando all'asilo; ha una migliore amica, ma come viene trattata dagli altri bambini? La escludono? Rispetto al fare i dispetti e al non ascoltare la maestra potrebbe far parte di una sua ribellione che esprime solo nel gioco, ma non nella realtà, forse per una esigenza di cominciare a sperimentare un suo Sè possibile. Il vostro patto genitoriale, a prescindere dalla separazione, deve rimanere immutato per il bene di vostra figlia. L'accettazione della separazione per lei è un processo che saprà elaborare nel tempo solo tramite la serenità che saprete trasmettergli.
Riamango a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

376 Risposte

132 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 29050

domande

Risposte 99350

Risposte