giocatore ludopatico: consigli

Inviata da Erika · 10 apr 2017 Ludopatia

buongiorno, mio cognato è un giocatore patologico da anni, durante i quali ha tentato dei percorsi di recupero presso SERT e SIIPAC ma senza risultati duraturi perchè si è rifiutato di assumere medicinali che gli erano stati prescritti, quindi non ha mai voluto superare fino in fondo il problema.
Vive in casa con suo padre, dal quale riesce ad ottenere denaro per il gioco e quando non lo trova fa di tutto per procurarselo. La situazione ultimamente sta peggiorando, fino ad arrivare al punto che ieri, essendo mio cognato solo in casa, è riuscito a scassinare la cassaforte e prendere i soldi per giocare. Mio suocero non è in grado di affrontare il problema e lo giustifica sempre, mio cognato non ha ovviamente intenzione di entrare ancora in terapia. Vi chiedo pertanto un consiglio su come poter procedere, per tutelare la mia famiglia, visto che viviamo accanto. Grazie fin da ora per i vostri consigli.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 APR 2017

Cara Erika,
purtroppo se una persona maggiorenne e legalmente capace di intendere e di volere, non vuole seguire un percorso di recupero psicoterapeutico non lo si può obbligare a meno che non diventi pericoloso per sé stesso o per gli altri. Suo marito però, in quanto fratello, potrebbe far capire la gravità del problema almeno al padre e chiedere aiuto ad un legale per capire come agire a tutela del patrimonio. Il problema è che la ludopatia è una vera e propria dipendenza, pertanto suo cognato troverebbe altri modi per procurarsi il denaro per giocare. Avrebbe bisogno di andare in una comunità terapeutica.
Buona Fortuna!
Dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna
Psicologa-Psicoterapeuta

Ma.Lu.A. Studio Psicologia - dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna Psicologo a Taranto

120 Risposte

183 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2017

Gentile Erika,
purtroppo la persona che dovrebbe prendere posizione è il padre di suo cognato ma evidentemente, come lei ha detto, non è capace di farlo e questo potrebbe comportare un progressivo danno economico e patrimoniale per lui stesso e per l'intera famiglia.
A questo punto, essendo incapaci di una corretta gestione economica sia suo cognato che il padre, ritengo che debbano essere gli altri parenti stretti a salvaguardare l'eventuale patrimonio esistente promuovendo un'azione legale finalizzata alla nomina di un curatore o tutore.
E' anche probabile che, una volta innescata l'azione legale ed accertate eventuali responsabilità di suo cognato, egli possa essere obbligato dall'autorità giudiziaria a fare quel percorso di recupero per questa dipendenza che non ha voluto fare volontariamente.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7516 Risposte

21036 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2017

Gentile Erika,

una brutta situazione la vostra, ed una matassa complessa da sbrogliare. Per tutelare gli interessi di famiglia, in attesa che suo cognato si decida a curarsi, io vi consiglierei di rivolgervi ad un bravo avvocato ed ai servizi sociali per cercare di limitare I danni, anche economici, che ne stanno derivando.

I miei migliori auguri

Dott.ssa Silvia Picazio
Psicologa e Psicoterapeuta
Roma/Gaeta (LT)

Dott.ssa Silvia Picazio Psicologo a Roma

342 Risposte

130 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ludopatia

Vedere più psicologi specializzati in Ludopatia

Altre domande su Ludopatia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte