Gestire la quotidianità durante un periodo di forte ansia

Inviata da Alice · 5 apr 2017 Ansia

Salve,
sono una ragazza di 24 anni e soffro di ansia. Sono in cura da una psicoterapeuta che mi ha diagnosticato un Disturbo da Stress Postraumatico e ha deciso di intervenire con la terapia EMDR. Stiamo procedendo all'elaborazione di vari ricordi. Subito dopo un forte trauma accaduto nel 2013 avevo intrapreso una terapia che ho seguito con costanza, avevamo iniziato con alcuni ricordi che non abbiamo mai chiuso. A posteriori, quando sono scoppiate le crisi di panico dopo 3 anni, la psicoterapeuta ha detto che avevamo fatto molto rinforzo delle risorse e che si va dove vuole il paziente, quindi evidentemente non ero pronta ad affrontare certi argomenti. Mi sono trasferita a casa dai miei e ho cominciato una nuova terapia, sempre con EMDR. Da quando sono scoppiate le crisi ho preso molto seriamente tutto ciò che riguarda la terapia e il curarsi (faccio yoga, meditazione, fiori di bach....), come se combattere l'ansia fosse il mio primario obiettivo. Ho dato qualche esame con molta fatica, ma mettermi a studiare ogni volta è una frustrazione immensa e sto abbandonando. Mi sono messa ad insegnare come volontaria in una scuola per stranieri, l'ho preso come impegno quotidiano, ma ho molti sensi di colpa nei confronti della mia famiglia perché non sto portando a termine l'università e non riesco a decidermi su cosa fare. Allo stesso tempo non riesco a prendermi responsabilità più grandi per paura di non riuscire a portarle avanti in maniera idonea. Ogni giorno cambio idea e mi tratto da malata. Mi dico "siccome ho l'ansia, questo non lo posso fare". Poi comincio a pensare "e se me ne pento? E se potessi fare di più e non lo stessi facendo per paura o per pigrizia?". Sono in un limbo in cui continuo a dirmi "quando starò meglio mi progetterò". La psicoterapeuta mi dice che abbiamo molte cose su cui lavorare, che ci vorrà del tempo, inizialmente mi spronava a non evitare le cose per fare il "mantenimento"(mi spingeva a dare gli esami anche se avrei fallito) e continua a dirmi che la mia priorità in questo momento è imparare a gestire i rapporti in famiglia e affrontare il passato, che sono entrambe cose complesse. Oscillo tra l'essere troppo esigente e sottovalutarmi e andare a risparmio energetico. Anche mia sorella maggiore ha avuto problemi di ansia, ma non ha mai sospeso il lavoro nonostante non dormisse la notte... Vorrei un vostro parere sulla situazione....Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 APR 2017

Salve Alice
Comprendo ciò che ci dice e deve essere difficile fare i conti con questa ansia
Ci ha riferito quali sono gli obiettivi della sua terapeuta, quali sono i suoi?
Cordialmente
Dottssa Fabrizia Tudisco

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Napoli

503 Risposte

954 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 APR 2017

Gentile Alice,
penso che dovresti prendere esempio da tua sorella nel senso che gli impegni importanti che sono stati presi dovrebbero essere portati avanti nonostante le difficoltà, tanto più che hai anche l'aiuto della psicoterapia.
Migliorare le relazioni familiari ed elaborare i traumi del passato sono sicuramente obbiettivi terapeutici importanti ma altrettanto importante è migliorare il tuo livello di autostima, cosa di cui, a mio avviso, hai molto bisogno.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 APR 2017

Carissima, io le consiglieri di seguire ciò che le ha detto la psicoterapeuta, poi, la invito ad una riflessione: se fare una cosa le pesa e la fa sentire peggio, proprio ora che ha biaogno di andare incontro alla serenità, perché intraprenderla per forza? Io le consiglierei di guardare avanti e far solo ciò in cui crede veramente, mettendo da parte i sensi di colpa. Se potrà riprenderà l'Università altrimenti, vorrà dire che la sua dimensione si trova in altro, che per stare bene avrà bisogno di altro. La vita è la sua e deve sapere come gestirla da se, senza pensare a cosa vorrebbero gli altri, solo così sarà sicura di aver scelto la strada che voleva veramente.
Resto a disposizione se avesse bisogno.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

463 Risposte

219 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 APR 2017

Salve Alice,
La invito a chiedersi come mai scrive qui malgrado sia in terapia per la seconda volta. Forse sente che con la nuova terapeuta non si trova bene? E che magari dovrebbe cambiare approccio?
Forse quello che le manca è l elaborazione del trauma, non solo il controllo di questo e della sua emotività.
Buona giornata

Dottoressa Rosa Ranieri Psicologo a Bari

68 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88550

Risposte