Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Gestire i miei attacchi di panico

Inviata da Sun il 12 lug 2019 Attacchi di panico

Salve, sono una ragazza di 21 anni. Da circa 6 mesi ho attacchi di panico. Alle volte sono stata portata al pronto soccorso dato che avevo alcuni dolori al petto talmente forti che non mi facevano respirare. Gli esami tutto nella norma. Poi ho capito che erano attacchi di panico. Attacchi che inizialmente cercavo di gestirmi da sola tipo quando dondoli un bambino per farlo tranquillizzare. Sono però arrivata ad averli anche davanti agli altri ma peggiori tipo che non mi sentivo piu le gambe, ero paralizzata. Se scavassi fino alla radice dei miei problemi io so già le risposte, ma in questo momento della mia vita non riuscirei a risolvere neanche la metà di questi problemi... per cui chiedo a voi, come potrei gestire questi attacchi di panico? Perchè non li sopporto più, mi sento soffocare, mi manca l'aria, mi si stringe, contorce il petto, il cuore batte a mille, mi viene da vomitare, piangere a dirotto e a volte mi viene anche la voglia di sparire dal mondo. Ma ritorno sempre sui miei passi, sui miei obiettivi. Sono una ragazza solare, mi piace stare con i bambini, gli animali, i fiori, anzi sono anche educatrice di bambini. Per cui dire a qualcuno "ho attacchi di panico" significa farlo rimanere di stucco e sicuramente rispondere a domande del tipo "a 21 anni che problemi hai?" Oppure "una ragazza cosi solare, aperta con tutti, che problemi puo avere?". Bene, motivo per cui scrivere qui è la mia unica soluzione al momento.
Vi ringrazio in anticipo sia dell'ascolto e sia della risposta. :)

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Sun, l'attacco di panico indica che la sua parte emotiva le sta mandando dei messaggi che prima o poi dovrà ascoltare. Lei dice di sapere già le risposte alle cause dei suoi attacchi, però se è arrivata ad avere degli attacchi di panico qualcosa che agisce a livello inconsapevole c'è altrimenti difficilmente sarebbero arrivati. Se non se la sente di affrontare adesso il problema in profondità le suggerisco comunque di rivolgersi a un professionista che possa aiutarla sulla gestione dell'ansia. Però poi le suggerisco di arrivare alla radice in modo che possa stare meglio. Un caro saluto. Luisa

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

334 Risposte

389 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sun, il sintomo " attacchi di panico " che ben descrivi, è ben conosciuto, anche l'esordio in età post adolescenziale è piuttosto comune. E' certo un'esperienza destabilizzante, nel senso che non si riesce appunto a dargli un senso. In realtà il senso, le origini hanno un senso profondo ( scusa le volute ripetizioni) si tratta di cause profonde, risalenti alla prima infanzia, chiuse nell'inconscio, al di là della coscienza. E che sia così è chiaro, infatti, altrimenti, sarebbero coscientemente gestibili.
Occorre risalire o meglio scendere a quelle profondità del nostro mare psichico interno, per recuperare, riconoscere i traumi inconsci che si manifestano nella vita attuale come attacchi di panico.
Per superarli definitivamente è necessario un percorso psicoterapeutico ad orientamento psicodinamico, con l'aiuto di un bravo terapeuta.
Forse sono stato un po troppo diretto ma se vai da un medico per un problema fisico ti aspetti una diagnosi e una proposta di cura.
Resto a tua disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti, anche telefonicamente se vuoi ( sul fisso 0141938407, dalle 21,00 in poi ) e ti saluto molto cordialmente.
Dr. Marco Tartari, Roatto Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

713 Risposte

417 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Sun, da una prospettiva cognitivo comportamentale( la psicoterapia di elezione per questo tipo di disturbo, secondo le linee guida della Nice), gli attacchi di panico, secondo il modello biologico, sono allarmi di soffocamento che comportano una improvvisa difficoltà respiratoria che innesca iperventilazione , panico e desiderio di fuga. Secondo il modello cognitivo, gli attacchi di panico sono dovuti ad una interpretazione catastrofica delle sensazioni somatiche, proprio di alcune persone che presenterebbero una tendenza stabile ad interpretare in modo errato i sintomi fisici. Si attiva così un circolo vizioso, con tendenza a sovrastimare il rischio per la salute credendo che tali sensazioni somatiche siano pericolose. è naturalmente necessario un accurato Assessment che evidenzi i fattori di mantenimento del disturbo, come ad esempio possibili strategie di gestione del problema improprie ( comportamenti protettivi, evitamento, focus attentivi sulla minaccia). Il mio suggerimento è certamente quello di rivolgersi ad uno psicoterapeuta cognitivo comportamentale della sua città, per iniziare un percorso mirato. Resto a disposizione per eventuali chiarimenti. Cordialmente. dott.ssa Alessandra Melli

Dott.ssa Alessandra Melli Psicologo a Mestrino

24 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buon giorno Sun.
Ci scrive che da 6 mesi soffre di forti disturbi che sembrano focalizzarsi a livello fisico; e sembra aver raggiunto da sola la consapevolezza che si tratti di attacchi di panico.
Le suggerirei caldamente di intraprendere un percorso di supporto psicologico, possibilmente ad indirizzo breve strategico, che le potrà consentire di modificare alcuni comportamenti che agisce, confidando in una soluzione del problema, ma che sono loro stessi il "cibo" del problema.
Quando avrà attenuato la sintomatologia potrà iniziare ad affrontare tutte quelle difficoltà che dice di conoscere, ma per le quali al momento non sente di avere risorse sufficienti per gestirle.
Un sentito augurio.
Dott.ssa Paola De Marco

Dott.ssa Paola De Marco Psicologo a Mestre

47 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Sun, mi dispiace per il suo problema. Tuttavia non è possibile che pensi di gestire un problema così complesso affidandosi a qualche consiglio on line. Occorre invece che dedichi tempo ed energie per intraprendere un percorso serio, da un/a professionista qualificata. Non è infatti pensabile, dagli elementi che ci porta, neppure porre una diagnosi, figuriamoci dare indicazioni terapeutiche!
Cordialmente
dr. Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

835 Risposte

334 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Sun,

Credo che la sua interiorità stia mettendo in discussione proprio questa visione "solare" della vita, in cui sembra che il dolore, la tensione e l'inquietudine non possano trovare spazio...

È come se lei stesse fuggendo da queste esperienze interiori, che ha etichettato come negative, mentre sono aspetti dell'esistenza che è importante poter avvicinare e comprendere.

Si sta chiudendo in una visione della vita che poggia sul senso comune ma che non corrisponde a quelli che sono i percorsi interiori, a volte tortuosi e apparentemente sfavorevoli, ma che, in realtà, se ben avvicinati, cercano soltanto di ricondurre la persona a se stessa. Sono esperienze estremamente significative anche se difficili e complesse.

La sua interiorità attraverso il panico la sta "costringendo" dentro questa esperienza per richiamarla a sé, laddove lei sta cercando di evadere il confronto con se stessa...

Credo che sia fondamentale che la sua esperienza interiore possa finalmente trovare un ascolto e non l'opposizione che la vede solo come qualcosa da eliminare o da tenere a bada...

Laura Lopopolo

Dott.ssa Laura Lopopolo Psicologo a Crema

5 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Attacchi di panico

Vedere più psicologi specializzati in Attacchi di panico

Altre domande su Attacchi di panico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 79100

Risposte