Gestione di un rapporto affettivo

Inviata da Alexia22 · 17 ago 2020

Buongiorno a tutti,

vi scrivo perché per la prima volta non so gestire una situazione.

Da 3 anni a questa parte ho avuto un rapporto di finta amicizia con un mio ex collega.

Ci siamo sempre piaciuti, ma nascosti. Abbiamo avuto le nostre relazioni, la nostra vita, fino a quando un giorno lui ha cambiato il nostro rapporto iniziando a flirtare e a scrivermi ogni 10 o 15 giorni per un anno intero.

Io sempre diffidente dal fatto che pur piacendomi e provando affetto (premetto che per 3 anni non ci siamo più visti) lui mi chiedeva di uscire, poi si tirava indietro, poi riappariva con mille dubbi, poi mi avvicinavo io e lui si allontanava, poi ritornava..dicendomi che a differenza mia che sono una brava ragazza lui non era così e temeva di farmi soffrire e di perdere il nostro rapporto platonico.

Ci vediamo..4 volte in 6 mesi. Causa dubbi e covid. Lui ancora prima di uscire mette le mani avanti: capisco che non vuole legami. Ma continua ad orbitarmi attorno.
Arriviamo al sesso. Bellissimo. Il giorno dopo mi ricontatta preso dall' emotività ma poi più nulla. Da lì cambia tutto.

Io per paura di perdere il nostro rapporto inizio ad inseguirlo. A scrivergli, chiamarlo fino ad arrivare ad essere appiccicosa quando per un anno intero sono sempre stata coerente e lineare senza mai cercarlo per prima.
Dopo un po' lui cede, ma non mi cerca più. È freddo. Distaccato. Le parole e i vari confronti l hanno reso saturo.

Ci rivediamo. Ribadisce che non vuole legami perché ha tutti i suoi problemi (assume sanax), un matrimonio mancato alle spalle, lavora e studia..per lui o incontri occasionali o relazione. Non concepisce la frequentazione o la conoscenza alla quale io sono abituata. Gli dico di viverci perché c è feeling e ci vogliamo bene. Accetta, ma poi non sentendolo chiudo io e mi lascia andare. Io ritorno pregandolo.. Lui mi ascolta ma mi tiene lontana chiudendo ogni porta.

Ora io sono confusa. Non posso essergli amica per via dell' attrazione. Siamo sempre solo stati finti amici.
Ci vogliamo bene e forse il mio correre è perché vorrei recuperare il nostro rapporto: mi manca il lui di prima?
Vorrei frequentarlo e capire se è solo attrazione, se l ho idealizzato o meno..?!
Mi sento confusa perché di mezzo c è affetto sincero e stima nati ancora prima di tutto.
Solitamente il bene si innesca dopo..noi ci siamo affezionati prima.

Credo che mi voglia bene altrimenti mi userebbe ma non lo fa..ma allora perché è cambiato dopo il sesso? Già sapevo che non voleva una storia..

Come recuperare il tutto? Cosa fare quando di mezzo c era un rapporto basato sulla stima? Come capire se non mi viene incontro che cosa io voglia da lui?
Premetto che ho alle spalle una storia di 7 anni e una malattia in corso quindi al momento io a lui ho chiesto una frequentazione..non posso ora una storia ma lui è fissato.

Grazie a chi mi risponderà.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte