gestione del disturbo bipolare

Inviata da katia · 27 dic 2017 Disturbo bipolare

Buonasera,
Sono una ragazza di 23 anni. Soffro di disturbo bipolare di tipo 2, con cicli rapidi. I miei genitori non sanno della diagnosi, che mi ha fatto una psicologa alla quale mi sono rivolta a loro insaputa, perché da diverso tempo stavo male. Ci sono andata di nascosto perché loro non credono agli psicologi e ai problemi mentali in genere, e di fronte a ripetute richieste d'aiuto ho ricevuto già dall'adolescenza solo insulti e offese. Mia madre soffre di un grave disturbo della personalità, che la porta a voler controllare ogni cosa,la pulizia, la scelta dei miei vestiti, l'organizzazione del mio tempo, le mie scelte di vita. Non la si può far ragionare, opporsi significa innescare liti e urla che durano ore ed ore, protraendosi anche il giorno successivo. Ha repentini sbalzi d'umore, che la portano da atteggiamenti di benevolenza a reazioni esagerate di assoluto disprezzo e rifiuto nei miei confronti. Non può sopportare che io sia triste o pianga, reagisce con rabbia di fronte alle mie reazioni emotive "indesiderate". Mio padre non è consapevole dei suoi problemi, anzi nel tempo ha assorbito i tratti ossessivi della sua personalità, e la asseconda nelle sue assurde richieste e nelle reazioni negative verso di me. Le fasi depressive del disturbo mi lasciano molto provata, sono brutti giorni dove mi assalgono spesso anche pensieri suicidi. Il problema è che anche quando ne esco e ritorno ad un umore normale, le reazioni negative e la rabbia protratta di mia madre mi riportano a stare male. Come posso diventare meno sensibile a questo clima di rabbia, reazioni improvvise, soprattutto in quei momenti dove sono più fragile, dato che mi sono appena ripresa dalla fase down del disturbo?
Vi ringrazio tanto

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 DIC 2017

Gentile Katia,
l'indicazione nel suo caso è quella di una consulenza con un medico specialista in psichiatria per valutare la possibilità di un intervento farmacologico. La psicologa alla quale si è rivolta le ha prospettato questa possibilità?
Cordialità
Dott. Alessandro Gullotta - Psicologo

Dott. Alessandro Gullotta - Psicologo Clinico Psicologo a Torino

33 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 DIC 2017

Gentile Katia,

lei dovrebbe seguire una terapia farmacologica con stabilizzatori dell'umore, e probabilmente anche sua madre, le è stata prescritta?

Cordialmente,

Dott.ssa Silvia Picazio

Dott.ssa Silvia Picazio Psicologo a Roma

343 Risposte

123 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Altre domande su Disturbo bipolare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte