Gentilmente mi aiutereste a capire perchè mi sento così?

Inviata da Daniela · 4 ago 2019 Crisi adolescenziali

Mi sono da poco trasferita dall'Italia, per raggiungere il mio paese d'origine: La Repubblica Dominicana.

Da sempre ho avuto problemi a gestire la rabbia.
Niente di troppo serio sia chiaro, però molto spesso sento il bisogno di agire con le mani.
In pratica picchiare la persona che mi ha fatto arrabbiare.
Non sono mai arrivata a farlo, anche perché io stessa so che è sbagliato.
Ma è come se le mie mani e il mio corpo volesse fare una cosa, anche se il mio cervello "ferma" questa azione.

Mi capita spesso di gridare, a squarciagola.
A volte fino a sentire mentre urlo, dolore alle corde vocali.

Recentemente anche mia zia ed i suoi figli (miei cugini) si sono trasferiti qua, ed essendo la loro casa, non pronta per viverci si sono trasferiti dalla sorella di mia zia: mia madre.

Metto in chiaro che ci sono praticamente cresciuta con loro.
E non mi sono mai arrabbiata in modo pesante con loro.
Ma adesso che vivono nella mia casa, non riesco a smettere di essere nervosa.

La notte mi succede spesso di piangere.
Non riesco più a parlare con loro senza nella maggior parte dei casi, rispondergli male.

So che posso sembrare una bambina che pretende troppo.
Ma ciò che voglio è solo un pó di tranquillità.


So che non è niente di serio ma questa cosa mi sta mangiando.

Se avete consigli vi prego di rispondermi.


Cordiali Saluti :)

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 AGO 2019

Cara signora, il perché richiederebbe colloqui e conoscenza su cui non possiamo contare. Posso suggerirle invece un esercizio che può aiutarla a capire da sola il perché e soprattutto riorientare in modo costruttivo i suoi sentimenti. La rabbia ha una natura esplosiva che, come una deflagrazione, può distruggere rapporti e relazioni. Se invece viene repressa tende ad accumularsi come una pentola a pressione. Dobbiamo invece incanalarla, come la forza di una esondazione se incanalata in appositi canali può irrigare i campi e muovere i mulini ad acqua. Per incanalare la sua rabbia, quando la prova, prenda carta e penna e scriva tutto quello che vorrebbe dire al suo oggetto di rabbia. Scriva finché sente la rabbia esaurirsi. Se è arrabbiata con qualcuno gli indirizzi le sue lettere. Se arrabbiata con sé stessa altrettanto. Se è arrabbiata col destino scriva al destino. Non deve ovviamente inviare le sue lettere, le può distruggere dopo averle scritte. Se si esercita ad incanalare la sua rabbia forse arriverà a capire che cose vorrebbe cambiare per non sentirsi più arrabbiata.
Cordiali saluti.
Dott. Andrea Bottai

Dott. Andrea Bottai Psicologo a Firenze

22 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84450

Risposte