Genitori con mentalità chiusa

Inviata da Alys · 18 mag 2021

Salve, sono una ragazza di 24 anni ed
ho diversi problemi a relazionarmi con i miei genitori che sono iniziati verso i 17 anni quando ho conosciuto il mio fidanzato. Loro non mi consentono di vivere serenamente la mia relazione, perché hanno idee molto rigide (come ad esempio niente sesso prima del matrimonio, non vogliono che vada via di casa senza essere sposata), che sin dai primi mesi di relazione mi costringevano a fare le cose di nascosto.
All'inizio potevo anche capirli perché ero ancora un'adolescente, ma ora ho 24 anni e non mi sento libera di avere un dialogo con loro, in particolare con mia madre che è la più rigida tra i due. Vorrei sentirmi libera di poter parlare dei miei problemi, di poter fare una visita ginecologica (che non potrò fare finché non mi sposerò, a detta di mia madre) che risponda ad alcuni miei dubbi.
So che molte cose essendo maggiorenne potrei farle da sola e non dovrei rendere conto alla mia famiglia, ma l'idea di essere giudicata da loro mi spaventa, soprattutto perché ancora non sono economicamente indipendente e quindi ho paura delle ripercussioni che potrei avere sulla mia vita sociale e amorosa.
Allo stesso tempo mi pesa non potermi confrontare con mia madre e parlare con lei della mia salute senza che ogni problema venga minimizzato con un "non è niente". Soprattutto ora che sono più grande mi piacerebbe poter vedere in lei una confidente e non una persona pronta a farmi sentire in colpa se voglio passare la notte a casa del mio fidanzato.
Odio il fatto di dover nascondere il fatto di non essere più vergine, perché mi rende impossibili tante cose quali le vacanze con il mio lui, una visita ginecologica e un dialogo più aperto con mia madre.
Però se dicessi la verità sento che non otterrei nulla, la situazione peggiorerebbe perché sarei giudicata male, ma dover fare le cose di nascosto per me diventa sempre più un disagio e non faccio altro che sentirmi triste e stanca.
Sto perdendo l'entusiasmo per lo studio e anche uscire mi pesa tantissimo. Ci sarebbero tante altre cose da dire, ma queste sono le più importanti e mi piacerebbe ricevere un consiglio. Grazie!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 MAG 2021

Cara Alys,
svincolarsi dai genitori ed individuarsi come persone adulte è una tappa importante della vita di ognuno e, in certi casi, può risultare più difficile per dinamiche particolari esistenti tra genitori e figli.
La paura del giudizio dei Suoi sembra impedire che il rapporto evolva insieme alla Sua persona ed alla Sua maturità di oggi.
Per cambiare le cose bisogna modificare “ciò che è stato fino ad ora”, altrimenti si avranno sempre gli stessi risultati.
È come un percorso di emancipazione e di accettazione reciproca.
Bisogna considerare anche tutto il background di Sua madre e Suo padre; ci possono essere differenze generazionali importanti nelle convinzioni, nelle credenze, nei valori, da affrontare in maniera adeguata, accettandone eventuali limiti ed incomprensioni.
Sicuramente un percorso di supporto può aiutarLa a trovare progressivamente le modalità che fanno al caso Suo, così da vivere una vita in linea con i Suoi bisogni e la Sua persona.
Le auguro di riuscire nei Suoi intenti.
Non esiti a contattarmi per approfondimenti.

Un caro saluto!
Dr.ssa Annalisa Signorelli (ricevo anche online).

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

298 Risposte

345 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 MAG 2021

Cara Alys,
mi dispiace che il rapporto con i tuoi genitori e la paura del loro giudizio ti impediscano di vivere la tua vita.
Per quanto riguarda la visita ginecologica, è caldamente consigliata per monitorare il tuo stato di salute e per avere chiarimenti sui vari aspetti fisiologici, funzionali e di relazione. La visita ginecologica dovrebbe essere effettuata anche in assenza di rapporti sessuali: è consigliata per monitorare lo stato di salute e dai 25 anni di età è consigliabile effettuare il pap test (consigliato dai 25 anni d'età ed ripeterlo con regolarità dopo l'inizio dell'attività sessuale). Potresti recarti presso un Consultorio Familiare della tua città. Se il problema è la discrezione, stai tranquilla: la discrezione per gli adulti (e in alcuni casi anche per gli adolescenti) è garantita, perché i professionisti sono tenuti al segreto professionale.
Per quanto riguarda le problematiche relative alla paura del giudizio e le difficoltà relazionali con i tuoi genitori, ti invito ad affrontarle con uno/a psicologo/a (se non puoi rivolgerti ad un privato, puoi rivolgerti allo/a psicologo/a del consultorio).
Per ulteriori dubbi, informazioni e domande, resto a disposizione (anche online),
Dott.ssa Moltisanti Chiara

Dott.ssa Moltisanti Chiara Psicologo a Ragusa

10 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 MAG 2021

Cara Alys,
come lei stessa ha scritto, ci sarebbero molte altre cose da dire in merito. Ha tutto il diritto di vivere la sua vita come meglio crede a 24 anni senza doversi nascondere o temere il giudizio dei suoi genitori. Per riuscire a far questo la invito a intraprendere un viaggio alla scoperta di se’ e delle sue risorse dimenticate a causa dei sensi di colpa che sperimenta da troppo tempo.
Rimango a sua completa disposizione, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

353 Risposte

129 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 MAG 2021

Buongiorno Alys,
È vero che determinate cose, come le visite mediche, potrebbe farle da sola essendo maggiorenne. Capisco però il bisogno di essere supportata e di avere qualcuno a cui affidarsi, sia per chiedere consiglio sia nel momento del bisogno. Arriva forte la paura di essere giudicata e quando a farlo sono i proprio genitori non è semplice passarci sopra. Mi chiedo se hai una sorella, una zia o delle amiche con cui poterti confidare o a cui rivolgerti, per avere dei consigli o semplicemente per essere ascoltata.
Nonostante capisca i tuoi timori, ti consiglio di prendere coraggio e prenotare una visita ginecologica di controllo. Anche per chi non ha mai avuto rapporti sessuali, è importante prendersi cura del proprio corpo. Prova ad informarti al consultorio della tua città, spesso le visite sono gratuite o hanno dei costi minimi.
Le dinamiche relazionali con i genitori sono complesse ed è difficile dare una risposta esaustiva. Spesso nei consultori è possibile parlare anche con uno psicologo che potrebbe aiutarti anche con le difficoltà nello studio sia aiutarla nel migliorare il rapporto con i tuoi genitori.

Dott.ssa Emilia Arganese Psicologo a Bologna

3 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98900

Risposte