Gelosia eccessiva?

Inviata da Marco il 5 giu 2019 Terapia di coppia

Buonasera, sono un normalissimo ragazzo di vent'anni e sto con una ragazza ormai da quasi un anno.
È la mia prima Vera relazione, l'esperienza che ho avuto in passato sono state poi rovinate o da eccessi di gelosia (quasi mai miei) o per altri motivi che comunque facevano capire che l'interesse stava scendendo.
Sono cambiato negli anni e ne sono contento, sto bene con questa ragazza e non le vieto niente, né in vestiti né altro cosa che in passato facevo e me ne vergogno.
Il problema è che nonostante io non faccia vedere questa gelosia ci sono periodi in cui mi logora, in cui per un motivo o per un altro non mi fa stare bene, mi stressa e pur di non farglielo vedere le invento scuse che quasi sempre rovinano il momento.
Lo faccio perché mi rendo conto che spesso sono immotivate, che sono esagerate e sopratutto perché non voglio rovinare cosa abbiamo costruito.
Non mi sento inferiore, né ho paura che trovi un altro(se lo fa significa che non mi ama e li, per come sono fatto, me ne farei una ragione), qual è il problema? Il problema è che vorrei superare questa pesantezza interiore, questa paura di andare in discoteca, questa eterna paura che gli altri la guardino o la cerchino sui social (altro discorso, non ho mai amato le persone troppo attaccate sui social e ora che ci sto mi pesa perché la trovo quasi una ricerca di attenzioni se usato in un determinato modo, come lei fa) vorrei prendere il tutto con più superficialità, godermi l'estate senza dover guardare male tutti, essere senza pesi e godermi la relazione.
Mi pesa e ci sto male perché so di essere nel torto ma non riesco a liberarmi da tutto ciò, non riesco a vedere le cose in maniera oggettiva e ho paura che questa cosa possa farmi allontanare da lei se arrivassi all'esasperazione

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Marco,
si coglie bene quanto questa sensazione che lei definisce “gelosia” sia disturbante.
Per poter superare questa sensazione sarebbe importante approfondire un po’ meglio il suo contesto relazionale, affettivo e le sue emozioni. Come può immaginare, non esiste una risposta “standard” a ciò che ci fa stare male o ci crea fastidio. Per rispetto di se stesso, e affinché la terapia sia utile a promuovere un cambiamento, andrebbe capito meglio che cosa significa per lei questa sensazione, se ad esempio ne ha parlato già con qualcuno a lei vicino oppure se il suo comportamento è simile od opposto rispetto a quello di un suo familiare , e soprattutto a che cosa possa essere legata questa sensazione. Condivido con lei che uno dei rischi possibili, a lungo andare, è quello di rovinare momenti potenzialmente positivi e piacevoli e magari alimentare un allontanamento.
Cordialmente,
Lisa Lever

Dott.ssa Lisa Lever Psicologo a Milano

21 Risposte

41 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 77350

Risposte